Archivio Tag: jay haley

Psicologia: coaching, counseling e psicoterapeuti

Ciao,

ti ha incuriosito il titolo? pensa che quello originale era”terapeuti di strada”…ma credo proprio che fatto cosìattiri di più l’attenzione dei diretti interessati;-)Nel mondo della “psicologia” c’è scompiglio, finalmente inEmilia Romagna un naturopata è stato condannato perl’abuso della professione di psicologo… coach e conunselortremate? 😉 eppure

eppure fra le pagine del bellissimo libretto di Jay Haley“Strateghi del potere”…datato ma davvero interessantead un tratto si legge:” Nel tentativo di educare alcuni

membri delle comunità povere affinchè diventasseroterapeuti, scoprimmo che molte delle caratteristicheconsiderate essenziali per praticare quella professioneerano in realtà superflue. La laurea, i rudimenti difilosofia e di psicologia….”Haley…

Leggi di più

Ipnosi e terapia: il paradosso, l’ assurdo…e lo zen ;-)

Ciao,in uno dei suoi bellissimi lavori, Jay Haley, noto terapeuta del MRI di Palo Alto, nonché il pioniere nello studi delle manovre strategiche di Milton Erickson ragiona sulla efficacia delle manovre direttive o indirettive in terapia. Facendo un bel salto a piè pari di tutta la teoria, la differenza fra terapie direttive e non direttive sta nelmodo di “interferire con il processo di cambiamento”.Secondo le indirettive (es. psicoanalisi) interferire dandosuggerimenti è una manipolazione … Secondo le direttive”aspettare che il cliente cambi da solo” non è ne etico nescientifico. Poi per ognuna c’è la “critica chiave”, per leprime c’ è il primo assioma della comunicazione: èimpossibile non comunicare… mentre per le secondac’è il fatto che la “razionalità” non è così influente peril cambiamento.…

Leggi di più

Psicoterapia Breve: “piatto ricco…mi ci ficco” ;-)

Ciao,

ben 10 anni fa stavo seguendo un corso di Giorgio Nardonee durante la pausa, completamente affascinato da quelloche aveva raccontato mi avvicino furtivo e gli chiedo:”mi scusi che cosa ne pensa della PNL?”…e lui risponde:”c’è stato un grande piatto ed ognuno ci hamangiato a modo suo”.

A dieci anni di distanza da quella affermazione, solo oraposso dire di aver compreso in profondità quella risposta.Premetto che lui, Nardone, è un personaggio che non mifa impazzire…ma la sua efficacia come terapeuta èindiscussa. Per cui, anche se non è Mr. Simpatia c’èmolto da imparare da lui…

Metto le mani avanti: questo post non sarà esaustivoperché per esserlo avrei bisogno di scrivere un libro se nonuna collana intera di libri.…

Leggi di più

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK