Categoria:Meditazione

La consapevolezza retrograda: perché ci accorgiamo dopo di alcune cose importanti?

Una delle cose che maggiormente mi colpirono quando iniziai a studiare psicologia all’Università furono quelle che un tempo venivano definite: le costanti percettive. Cioè il fatto che il nostro cervello sembri mettere apposto i dati percettivi nonostante questi siano incompleti.

Molte delle illusioni visive dei primi psicologi sperimentali non servivano per stupire le persone ma proprio per indurle a “toccare con mano” il fatto che la nostra percezione è una sorta di ricostruzione mentale della realtà.

Oggi ci occupiamo di questo affascinante mondo della percezione per giungere alla nostra cara consapevolezza, alla meta cognizione e al conosere meglio noi stessi… buon ascolto:

Ascolta “363- Consapevolezza Retrograda: perché ci accorgiamo solo dopo di certe cose?”
Leggi di più

Ipnosi e meditazione: una ricerca fa chiarezza su una differenza che ha più di 3000 anni di storia…

Nel 2014 un gruppo di ricercatori italiani ha condotto una ricerca molto affascinante confrontando tra loro due modalità diverse di “fare” meditazione: quella che conduce al Samadhi e quella che conduce a Sati. Detto con termini occidentali, quella di assorbimento totale (ipnosi) e quella di consapevolezza (meditazione mindfulness).

Nella puntata di oggi scoprirai perché si tratta di una distinzione importante che in un qualche modo chiude un cerchio qui su Psinel. Un tema che trattiamo da più di 10 anni e che mi ha condotto a vedere queste pratiche in un modo particolare…

Ascolta “360- Ipnosi e meditazione: una ricerca fa chiarezza su una differenza che ha più di 3000 anni…” su Spreaker.
Leggi di più

La meditazione come cura e prevenzione funziona davvero?

Se è la prima volta che leggi il mio blog e sei alla ricerca di “meditazione” per l’ansia, la depressione, il disturbo borderline o qualsiasi altra psicopatologia, sei nel posto giusto.

No non ti spiegherò come usare la meditazione per fare queste cose ma ti racconterò perché devi EVITARE di vedere la pratica contemplativa come se fosse una sorta di panacea per tutti i mali le cose non stanno così.

Ci sono numerosi studi che ne esaltano le virtù terapeutiche e in questo episodio vedremo perché la meditazione è una sorta di auto-terapia.

Ascolta “344- La meditazione come cura e prevenzione… funziona davvero?”
Leggi di più

Meditazione: la scossa del cervello che ti avvisa quando sbagli… perché accettarla?

Sbagliare non piace a nessuno, nonostante ciò siamo tutti consapevoli che per apprendere una qualsiasi abilità è necessario sbagliare. Il bambino che impara ad andare in bicicletta sa che prima o poi cadrà ma se ne infischia!

Ok, forse i bambini non sono così consapevoli ma tutti sappiamo che per apprendere qualcosa è necessario passare dagli errori. Questo processo è ben chiaro a chiunque intraprenda un percorso di meditazione di consapevolezza.

E’ molto meno chiaro a chi svolge altri tipi di meditazione o a chi crede ancora che “sbagliare sia sbagliato”… buon ascolto:

Ascolta “341- I circuiti cerebrali dell’errore nella meditazione… una recentissima ricerca!”
Leggi di più

Come liberare il tuo “spazio interiore” per diventar “più grande e capace”!

Prima di iniziare porta per qualche istante attenzione al tuo respiro, riesci a sentirlo? Nota le sensazioni dell’aria mentre entra e mentre esce… sembra facile vero?

Respiriamo tutto il giorno senza rendercene conto, non appena vi portiamo sopra la nostra attenzione questa sensazione diventa consapevole e con essa accade qualcosa di straordinario.

Puoi iniziare a fare spazio nel flusso incessante dei tuoi pensieri… vediamo come funziona questo meccanismo. Buon ascolto:

Ascolta “326- Come liberare il tuo spazio interiore… per diventar “più grande e capace”!” su Spreaker.

Partiamo dal respiro

Una delle pratiche di meditazione più note in assoluto è quella legata all’osservazione del respiro, in questi anni l’abbiamo vista in diverse “salse”: da quella formale a quella informale.…

Leggi di più
1 2 3 26

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK