Mentalismo e psicologia: “Non è tutto oro ciò che luccica…il lato oscuro del mentalismo”

Ciao,

da quando nel 2008 trovai per caso il DVD diDerren Brown ti ho parlato tantissime volte dimentalismo. Una branca dell’illusionismo chesi affida ad un mix di tecniche psicologiche edillusionistiche per simulare poteri paranormali.Come la lettura del pensiero e cose del genere,insomma un’opera artistica di intrattenimentofondata sull’inganno…

un inganno benevolo perché chi si presta aigiochi di un mentalista si dichiara concorde nelloessere ingannato. Tuttavia scrivo questo post nonper esaltare ancora una volta i concetti che sipossono sceneggiare con il mentalismo ma perparlare del suo “lato oscuro”…che è appuntol’inganno stesso per chi si occupa di crescitapersonale.

Lascia che mi spieghi meglio: il mentalismo con isuoi protagonisti internazionali e non, ha dato unaenorme mano alla diffusione di metodologie comela PNL e in alcuni casi della sua sorella maggiorel’Ipnosi ed ha sdoganato molti concetti legati allapsicologia sociale e sperimentale. Insomma aben vedere ha fatto bene alla psicologia ma nonsempre…

…il pericolo sta dietro la parola “inganno”, infatti chifa il mentalista cerca di far credere che la maggiorparte dei suoi effetti siano genuinamente psicologicio meglio basati su abilità psicologiche segrete chesolo gli esperti della mente conoscono. Abilità chesi acquisiscono solo dopo un training in PNL o cose del genere…ebbene è arrivato il guasta festea dirti che non è così che stanno le cose…

…il mentalismo utilizza di certo la psicologia comequesta è presente in ogni spettacolo di “magia daintrattenimento” per rendere il trucco grandioso. Lastessa buona psicologia che si utilizza in ogniambito artistico e lavorativo. Infatti ogni trucco diillusionismo va sempre fatto con una forte attenzionealla psicologia. Dopo tutto è nella mente dellospettatore che avviene la vera magia.

Facciamo un esempio più concreto: immagina laclassica scena del mentalista che cerca di beccareuna parola che un soggetto estratto sta pensando.Per farlo farà credere al pubblico di star leggendoun qualche comportamento non verbale, di avereun contatto mentale speciale che gli permette dileggere la parola. Ecco mi dispiace deluderti mail vero effetto psicologico è tutto qui…

…cioè nel farti credere che sta utilizzando tecnichepsicologiche quando in realtà conosce già la parolaper qualche altro motivo che di solito è un trucco.”Quindi Genna ci stai dicendo che non esistonodelle abilità psicologiche con cui si potrebbe fareun gioco di mentalismo?” Certo che esistono emolti le usano per condire lo show…

…qui su PsiNeL abbiamo fatto qualche esempiocon il gioco dei tre bigliettini* che si basava sullaosservazione dei movimenti oculari. Però comenoterai tu stesso giocandoci non funziona tuttele volte perché ogni essere umano ha dei suoisegnali specifici che in uno spettaccolo dal vivosono difficilmente decifrabili e sul palco ilmentalista NON può sbagliare…

…Con questo non voglio dire che i mentalisti nonutilizzino tecniche psicologiche ma che questenon sono quasi mai indirizzate come loro cercanodi far credere al pubblico. Posso assicurarti chese conoscessi tutti i marchingegni che stannodietro ad uno spettacolo di mentalismo neresteresti molto deluso da un punto di vistasquisitamente psicologico…

…ti ripeto non perché non ci sia psicologia, in realtàc’è ne è molta ma si tratta delle stesse tecniche cheutilizza un abile prestigiatore per distrarti e fartelasotto al naso. Ma mentre è chiaro che l’illusionistanon può far sparire un coniglio e che quindi, anchese ci ha ingannato nessuno penserebbe che inrealtà potrebbe davvero possedere dei poteri disparizione nel mentalismo questo non accade…

…se ti leggo una parola nel pensiero la maggiorparte della gente penserà che sono stato in gradodi leggere dei segnali che nessun altro conosceoppure che ho sviluppato una sensibilità segretache solo i mentalisti hanno. Ecco tutte questeidee sul mentalismo non fanno proprio benealla psicologia e alla crescita personale e lacolpa è anche un po’ mia 🙂

Infatti ti ho parlato per anni di mentalismo su unblog che tratta argomenti di psicologia pratica. Equindi sono complice nell’aver sdoganato questeidee (anche se ho sempre sottolineato a volte inmodo troppo poco esplicito questa differenza).Come sempre il male non deriva da un tipo dipratica ma dalle persone che la utilizzano

…infatti ci sono mentalisti che puntano tutto sullaidea che loro hanno poteri psicologici particolari edaltri no. Uno fra i più onesti nell’inganno è ancorauna volta l’amico Derren Brown che si è spostatosempre di più verso  la psicologia mettendo inscena diversi esperimenti di psicologia socialeper condire i suoi spettacoli.

Molto degli esperimenti messi in scena da Derrensono genuini, perché presi tutti dalla psicologiasperimentale. Ma questo non significa che sianoproprio questi il perno dello show, infatti se da unlato ci mostra questi esperimenti dall’altro lui ècostantemente autorizzato ad ingannarci…da chiè autorizzato? Da noi stessi, da chi va a vederei suoi show che non sono veri esperimenti dipsicologia:)

Alcuni mentalisti fanno una distinzione fra duepoli opposti: il mentalismo, basato si trucchi chesimulano abilità psicologiche ed il mentalismoreale, dove si utilizzano davvero solo abilitàpsicologiche. Ecco Derren Brown è uno deipochi ad essere più orientato verso il secondopolo, ma nessuno lo è completamente.

Quindi se da un lato il mentalismo rende ungrande favore alla psicologia mettendo in scenadiverse sue intuizioni e mostrano come la realtàpossa essere facilmente manipolabile. Dall’altrolato il mentalismo crea delle illusioni in chi siavvicina al campo della crescita personale edella psicologia. Siamo nuovamente di fronteallo stesso dubbio legato alla stage hypnosiso alla ipnosi da palcoscenico.

Alcuni esperti di ipnosi ritengono che senza questaforma di intrattenimento la ipnosi non si sarebbemai diffusa, mentre altri pensano che invece senzala stage hypnosis le idee sulla ipnosi come praticaseria non sarebbe stata così tanto messa indiscussione. Il dibattito è identico ma per ogginon mi ci voglio soffermare…

per oggi il mio consiglio è: se sei appassionatodi psicologia e ti piace il mentalismo osservalodal punto di vista dello spettacolo non tanto delleabilità psicologiche coinvolte. Chiediti, in chemodo ha dovuto ingannarmi per far accaderequesto effetto? ma ti avviso questo ti rovineràtutto lo spettacolo, per cui sta a te decidere…pillola blu o pillola rossa?

…ho scritto questo post in modo da poterci mandaretutte quelle persone che ogni anno mi chiedono qualeè la differenza fra “mentalismo e PNL” oppure chedesiderano apprendere il mentalismo per svilupparele proprie abilità psicologiche. Ora sai cosa ne penso:)se hai domande scrivile qui sotto fra i commenti saròlieto di risponderti e se ti è piaciuto il post cliccasu mi piace.

A prestoGenna

* Non riesco più a trovare la ANL dove ti parlavodel gioco dei tre bigliettini. Ok te la riassumo:a) Crea 3 bigliettini, sul primo scrivi “un quadro”,sul secondo “una canzone”, sul terzo “sensazionedolorosa o molto piacevole. b) Adesso fai estrarreuno dei 3 bigliettini a qualcuno senza che te lomostri. Chiedigli di pensare intensamente aquel bigliettino……se si tratta di un quadro chiedi di immaginareil quadro, se si tratta della canzone di ascoltarementalmente la canzone e così via. In teoria sei suoi occhi schizzano in alto è molto facile chesi tratti del quadro. Se schizzano “lateralmente”si tratta della canzone, se vanno verso il basso(alla tua sinistra) si tratta di una sensazione.Provalo e fammi sapere…tenendo a mente chenon si tratta di pattern identici per tutte lepersone, anche se con la maggior parte possono funzionare 😉

Clicca su Mi piace…

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
psicologia clinica: parlare dei traumi fa bene?
L’Errore…Bruce Lipton
PNL: “Richard Bandler e l’ Ipnosi conversazionale”
Inconscio macchina? una potente metafora per comprendersi
7 Commenti
  • Certamente,la grande trovata di Derren Brown e' stata proprio la psicologia,che ha dato credibilità alle sue performance e lo ha reso famoso in tutto il mondo 🙂

  • Derren Brown

  • Intendi tu o Derren Brown?

  • Si é vero essendo stato uno dei primi è contemporaneamente sia l'autore ma anche il suo stesso detrattore. Infatti, almeno per ora, non pare vada in giro a fare corsi di formazione o convention per grandi industriali;)

  • Ciao Genna!Finalmente hai proposto un articolo che mettesse in luce il vero significato del mentalismo.Dico finalmente per il semplice fatto che,essendo in un blog di psicologia,molta gente avrebbe potuto spendere soldi inutili in corsi di vario genere per cercare di replicare i miracoli di Derren Borwn.Da appassionato da mentalismo posso dire che non bisogna confondere la presentazione di un effetto con l'effettiva tecnica usata.Comunque davvero complimenti per l'articolo,soltanto che in realtà e' stato proprio Derren Brown a dare un po' il via a questo apparente "mentalismo psicologico",quindi di sicuro non e' il piu' "onesto".Cio' non significa che non sia comunque un grande,ma solo che non e'(giustamente) onesto sui metodi utilizzati 🙂

  • Grazie mille Zio :)))

  • Bravo Gennaro,
    anch'io avevo fatto un micropost simile qualche mese fa…
    è importante "difendere" la propria "professione" e professionalità.
    Per usare una metafora infantile: se arrivasse uno che dice di fare serramenti in legno e invece sono di PVC (ma identici) penso che i falegnami della zona si incazzerebbero.
    Ecco il mentalismo e la PNL e ipnosi sono discipline DIVERSE, ed è importante che chi è appassionato di queste discipline lo sappia con chiarezza.
    Continua a fare il tuo ottimo lavoro!
    Un abbraccio,
    zio Hack

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK