Scoprire chi mente: “Meglio non mentire ad un bugiardo”

Ciao,

sono ormai anni che ti parlo di “menzogne” presodalla scia meditatica degli studi di Ekman. Così inquesti anni ho pubblicato molti post al riguardoche hanno avuto un discreto successo. Questosia per la fortunata serie “Lie to me” e sia perchési tratta di un argomento che fa gola a molti. Inquesto post ti mostrerò un articolo scientificoche afferma una cosa piuttosto imbarazzantesu “bugiardi e sbugiardati”…

sono le persone più brave a mentire quelle piùbrave a scovare i bugiardi. Sorpreso? Mica troppo,visto che sembra paese che chi non ama mentiresia anche poco predisposto a notare le bugienegli altri. Così come c hi  non da peso alla modasarà difficilmente in grado di valutare il modo divestirsi degli altri, allo stesso modo “i sinceri”non sono così bravi a notare i “bugiardi”.

Questa osservazione intuitiva è stata confermatain uno studio condotto da Gordon Wright, psicologobritannico che con i suoi colleghi  hanno reclutatouna cinquantina di volontari, che non si conoscevanofra loro e li hanno suddivisi in piccoli gruppi da 5/6.Ognuno a turno doveva difendere una tesi che nellarealtà non abbracciava, come ad esempio affermaredi essere favorevoli all’aborto quando non losi era.

Le reale opinioni dei partecipanti erano conosciutesolo dai ricercatori. Ognuno a turno esprimeva lapropria tesi e gli altri partecipanti dovevano poivalutare se stessero mentendo o dicendo la verità.Nessuno dei partecipanti sapeva che tutte le tesisostenute fossero delle menzogne. In breve, chiera più bravo a sostenere le proprie “finte tesi”era anche più bravo a sgamare gli altri.

Secondo i ricercatori questo studio dimostrebbein modo assoluto che chi è bravo a mentire èanche più bravo a scovare le menzogne dellealtre persone. Come se avesse sviluppato unasorta di radar sociale, una specie di auto –cognizione s che si generalizza anche nellaosservazione del prossimo e diventa sociale.(E come sappiamo da tempo ci sono i neuronispecchio a sostegno di questa ipotesi).

Scrive Gordon Wright: “questo studio è stato ilprimo a stabilire un legame evidente tra la capacità di mentire e quella di individuare le menzogne“.Quindi come afferma il titolo stesso dell’articolo…”è meglio non mentire ad un bravo mentitore“.Pezzo che trovi tradotto sulla rivista PsicologiaContemporanea di Mag-Giu 2013.

Quindi, seguendo il classico pensiero circolare checaratterizza la psicologia potremmo anche dire:che se uno si allena a scovare le bugie diventaanche più bravo nel raccontarle? Sicuramente si;)Se sai che evitando certi elementi o inserendonedi altri puoi aumentare aumentare la tua credibilitàallora è facile intuire che il ragionamento diWright funzioni anche al contrario.

Come dico spesso ai miei corsisti imparare come”sgamare le bugie” è un grande potere che portacon se grandi responsabilità (in stile Marvel;)) eche se davvero vuoi apprendere come osservareed interpretare i segnali della menzogna deviessere pronto a fare i conti con questo tipo diresponsabilità. Essere pronto a notare anchecose che non vorresti notare.

Se lo fai per lavoro, come me, diventa più facileperché sai che quelle competenze sono diretteverso uno scopo. Ma se invece lo fai per purapassione personale (cosa sacrosanta) devi stareun po’ più attento. È facile iniziare a vedere ilmondo come zeppo di bugiardi e da questistudi è evidente che anche le tue bugiediventano “più potenti”…

…ma mentire è sempre un lavoraccio, per cui seti piacciono questi argomenti tieni sempre a mentequeste generiche osservazioni, ti preserverannodalla paranoia (cioè dall’iniziare a credere chetutti ti stiano mentendo, perché in effetti è un pocosì) e renderanno il tuo “addestramento” piùpiacevole.

Infine ricorda che se vuoi davvero apprenderecome valutare la credibilità di una persona devistudiare. Non basta leggere un libro o fare uncorsetto, è necessario prendere queste cose inmodo serio. Con la formazione e la praticacontinua, apprenderai come usare al meglioquesti strumenti ormai alla portata di tutti.

Lasciami un commento e fammi sapere cosa nepensi…tu sei bravo/a a scovare le bugie?;)E se ti è piaciuto il post clicca su mi piace edaiutami a divulgare PsiNeL …sentiti libero diconsigliare questo post a chi credi possaesserne interessato.

A prestoGenna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Sviluppo Personale: come prendere decisioni importanti…
Comunicazione Efficace: “Anti-comunicazione il potere della solitudine”
Emozioni: “piangere per comunicare”
“Il Momento della Verità” e Acuità Sensoriale 2° Parte…
2 Commenti
  • questo articolo mi fa riflettere…cio'e' diventare bravo a scoprire le bugie mi interessa molto,anche per una futura pratica professionale, ma …se devo diventare un abile bugiardo come lo e' una persona che frequento….la cosa non mi aletta piu' ,anzi..!! anche perche' questa persona sa mescolare abilmente la verita' con la menzogna e quelle poche volte che me ne sono accorto (perche' conoscevo la persona di cui stava parlando) e' stata una cosa molto sgradevole. Capisco che il suggerimento nell'articolo non e' "diventa come jim carrey in bugiardo-bugiardo"….ma studia l'argomento ed esercita l'abilita'…ma se uno vuole diventare molto abile…allora deve praticare molto (10.000 ore di bugie?)…anche perche' se mi devo esercitare, lo faccio con chi conosco e se lo faccio abitualmente diventa ,appunto, un abitudine malsana….genna: soluzione? p.s: sentiti libero di dirmi come la pensi 😉 hahaha

  • La mia esperienza personale conferma: non sono capace di mentire e di sgamare chi mente… Mi sa che devo studiare…!
    Grazie e ciao.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK