Sesso Curativo? attenti ai ciarlatani della psiche…e alla “fisica quantistica” :)

Ciao,

qualche giorno fa alla trasmissione “le iene”hanno fatto vedere una psichiatra che curava le pazienti in modo “molto poco ortodosso“.In pratica le consigliava di fare sesso con una sorta di guru indiani, oltre ad usare come metodo diagnostico il pendolino ed altre cose del genere. Un servizio che mi ha lasciato a bocca aperta ma non troppo…

 

Da qui puoi accedere al video delle Iene che ci mostra la professionalità di questo dottore.Una cosa più che agghiacciante che ci da modo di parlare di un argomento scottante nel nostro “bel paese”: il fatto che siamo dei creduloni. Lo so che qui le cose sono diverse questo è un vero e proprio plagio mentale da setta, ma la basse di tutto sta proprio nella “creduloneria” delle persone.

Non hai idea di quante persone, prima di venire nel mio studio, si siano affidate a maghi ed affini,quindi non come “ultima spiaggia” ma come un consulto professionale ancora prima di decidere se affrontare un percorso psicoterapico. Così questa psichiatra sembra incarnare le due anime di questa deriva intellettuale.

Qualche tempo fa, sempre guardando la maledetta TV, mi sono imbattuto in una puntata del testimone di Pif, dedicata proprio alla crescita personale. Madopo aver intervistato Roberto Re gli altri tizi chiamati in causa erano quasi tutti esperti di una qualche spiritualità e quando c’erano da mettere sul piatto “i perché ed i come” tutti si rifacevano alla “fisica quantistica”

…così la meccanica quantistica sembra giustificare”scientificamente” ciò che gli antichi sapevano da sempre. Cosa più che affascinante di cui ci siamo occupati più volte in passato. Tuttavia bisogna fare una piccola distinzione, fra cosa si possa definire “scienza e cosa no”. In poche parole, la scienza si muove attraverso il dubbio e la critica…

…Il metodo scientifico si comporta come la selezione naturale, dove le teorie vengono scartate ogni volta che cadono davanti alle prove sperimentali. E gli scienziati devono essere sempre pronti a questo genere di processo che non funziona per conferme ma per disconferme. Non si tratta di un pensiero negativo (come afferma Bandler) ma di un metodologico che in questo momento ti permette anche di leggere questo post.

Così se è vero che la meccanica quantistica possa in un qualche modo giustificare teorie antiche mi chiedo perché, questi signori, non abbiano fattolo stesso ragionamento con la fisica newtoniana.In altre parole, se prima c’era solo il materialismo di Newton perché non hanno abbandonato le loro ipotesi così come si sono accodati alla quantistica? So che sembra una domanda del cavolo ma non  lo è affatto…

cercare le prove che confermino le nostre idee non è un processo scientifico, anche se non è del tutto inutile. Infatti manteniamo “sul trono” le idee che riusciamo a confermare, ma ci sono potenti fattori psicologici che rendono questo modo di ragionare pericoloso. Il primo è la famosa dissonanza cognitiva, per la quale se una cosa non ci piace, tendiamo a d aggiustarla per evitare di subire questo effetto di incoerenza psicologica.

Il secondo fenomeno è noto come “sistema di attivazione reticolare” che filtra le informazioni a cui prepariamo la nostra attenzione. Così a tutti sarà capitato di apprezzare qualcosa come un paio di scarpe nuove o un’auto ed iniziare a vederla con maggiore frequenza. Questo accade perché in un qualche modo abbiamo attivato questo sistema che va alla ricerca di ciò che abbiamo immesso come dati.

Per cui se attivo il sistema dicendogli “trova tutte le cose che confermino X” gli sto contemporaneamente dicendo “evita di prestare attenzione a tutte quelle cose che sconfermando X” ed ecco che per magia troverò solo cose che mi diano ragione. Quindi per semplificare chi procede nella propria ricerca in modo scientifico…

ha costantemente davanti a se “un dubbio”, il dubbio scientifico sulla questione. Guarda le cose in modo critico non perché è “un disfattista” come molti tendono a credere. Ma perché si tratta della migliore forma mentis per il progresso scientifico,mentre, cercare prove a favore senza guardare quelle a sfavore fa quasi sempre cadere in errore…ecco la falsificabilitá popperiana tanto cara a PsiNeL.

Ora sappiamo che la corruzione ed il marcio esistono anche e troppo spesso nel mondo scientifico, ci basta pensare alla case farmaceutiche ecc. Ma nonostante ciò, per dare un vero valore alle cose che orbitano sotto il reame di quella che viene chiamata “crescita personale” bisogna avere quel dubbio costruttivo piuttosto che prendere la prima teoria ed utilizzarla per avvalorare leproprie tesi, per quanto possa avere anche un valore di ricerca.

Questo non significa che solo le cose avvolta rate dalla ricerca scientifica siano efficaci o “vere” ma mette semplicemente in luce un tipo di ragionamento al quale non siamo abituati, perché sembra a dir poco contro producente. Così anche io sono più che affascinato dalle ricerche sulla meccanica quantistica e tutti i suoi collegamenti esoterici. Ma questo non significa così avvalorare ogni cosa, ogni tipo di cura o trattamento…

…il campo del trattamento psicologico è così giovane in un mondo fatto di marketing che è più che necessario fare questi discorsi se si vogliono affrontare “seriamente” argomenti che vanno al di la della nostra comprensione. Con questo tipo di atteggiamento si può anche parlare di Dio senza bestemmiare mi verrebbe da dire…pur essendo agnostico;)

Genna cosa c’entra questo delirio con la Toffa delle Iene?Un sacco…rileggi il post e vedrai:)) a parte gli scherzi è ignobile che ci siano persone che praticano in quel modo la professione di psicoterapeuti. Anche se come ti dice all’inizio nei miei 10 anni di professione ne ho già viste di cotte e di crude su questi temi…

…da utente di queste forme di crescita personale voglio concludere dandoti un semplice consiglio:se vuoi andare da un mago non c’è alcun tipo di problema, basta che questo si classifichi come tale. Mentre se vai da uno psicoterapeuta devi assicurarti (per quanto possibile) che stia operando come tale e che non stia facendo dei “cocktail letali”.

Lo stesso vale in qualsiasi professione, se vai da un elettrauto difficilmente saprà metterti in fase il motore dell’auto, magari è in grado ma non è il suo campo di competenza. Così se vai da un fabbro per farti sistemare un cancello di certo non gli chiederai di imbiancarti casa…magari è bravissimo a farlo, ma non è il suo mestiere. Per andare sul sicuro, porta sempre con te il dubbio “popperiano”:

Questa persona è in grado di mettere in discussione quanto mi sta dicendo? è in grado di comprendere che sta utilizzando una mappa e non la realtà?” Se la risposta a queste due semplici domande risulta negativa, è meglio guardarsi bene dal considerare qualsiasi intervento come dettato da “studi seri”.Vedi NON si tratta di essere “degli scienziati”ma di portare sempre con se in tasca “un pizzico di grano salis” 🙂

Un plauso personale va a Roberto Re che come sai ammiro (anche se non è il mio modello preferito di formazione)… ma la meritata stima va per come ha gestito l’intervista più che maliziosa e per il fatto di NON aver menzionato la fisica quantistica. Anche il tizio dello “sia manager” ha fatto alcune osservazioni interessantissime e mi è parso molto preparato. Mentre per gli altri “formatori”…no comment  😉

A presto
Genna

Ps. “Perché Genna te la prendi con la fisica quantistica? “In realtà è un campo ultra affascinante e serio che ha dato (e continua a dare) spunti meravigliosi MA con oltre 2000 anni di cultura abbiamo argomenti ben “meglio formulati” che possono rispondere alle stesse identiche domande. Anche quando si parla di “spiritualità”, non abbiamo bisogno di ricorrere per forza alla “fisica quantistica” o meglio alla meccanica quantistica.

Pps. E’ davvero odioso vedere che le major della comunicazione ci impediscono di “embeddare” i video nei nostri blog. Come se questo gli togliesse “visite”… credo proprio che in realtà funzioni al contrario 😉 Ok, la motivazione vera passa dalla pubblicità, però non credo ci facciano i milioni…

Clicca…se (e su) Mi piace 🙂

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Come Scegliere Un Corso di Crescita Personale?
Psicologia: l’influenza dei gruppi può modificare la percezione?
Scienza del sonno: manipolare il sonno profondo con 1 click… tra tecnologia e stati di coscienza
Come sviluppare l’intuizione
8 Commenti
  • P.s.: Sarebbe interessante vedere quanto aiuti la matematica, e in generale il pensiero scientifico, a creare delle solide "gambe" (usando la classica immagine del tavolino) per le credenze di chi lo adotta.
    In particolare (confesso di essere reduce da una recente lettura di Kahneman :)) penso alla statistica: con questo potente strumento, soprattutto ai giorni nostri, in cui ognuno di noi si deve confrontare con grandi numeri di persone, possiamo analizzare alcune situazioni in cui incorriamo in modo più distaccato ed evitare pericolose generalizzazioni, distorte da un punto di vista """umanistico""", che tende a saltare troppo presto alle conclusioni. Questo tipo di conoscenza si potrebbe forse sviluppare anche in modo empirico, sulla nostra pelle, e di sicuro in parte succede, ma i numeri, per chi ci "crede" xD sono una scorciatoia per accelerare questo processo, che altrimenti risulterebbe spesso lento e alle volte impraticabile in tempi umani.
    Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi dalla tua esperienza di terapeuta, dell'utilità di "credere" nei numeri e nel metodo scientifico, grazie

  • Grazie Giacomo:)

  • Sempre complimenti per il blog, ma "p.s.s." al posto di "p.p.s." non si può proprio vedere xD Sò che è un'inezia ma rischia di rovinare questo bel post (a proposito, mi chiedo quanti di quelli che si "appoggiano" alla fisica quantistica abbiano idea di cos'è un corso di matematica di base necessario anche solo a sfiorare simili temi 😉 ) Ancora complimenti e grazie per il tuo lavoro, Gennaro

  • Ahah…grazie Zio 🙂

  • Ciao Gennaro,
    nooooo hanno svelato uno dei Segreti Seduttivi 😀
    A parte questo d'ora in poi a chi parla di Fisica Quantistica diamo un SEMPLICISSIMO sistema di 3 equazioncine da risolvere, giusto per sapere con chi stiamo parlando 😀
    Continua con i tuoi bei post che trovo sempre molto interessanti.

  • Prego, spero di aver aiutato a far luce sull'argomento. 🙂

    Queste scienze mi piacciono e ho letto diversi libri in proposito, ma ancora adesso faccio fatica a capire i concetti che vanno oltre l'elementare. Ho cercato di dare credibilità a una scienza seria (due pioneri sono Hawkings e Einstain, per dire) che troppo spesso viene citata dai truffatori per abbindolare la gente.

  • Ciao Stefano:)
    e grazie per l'attenta precisazione che sono certo piacerà a tutti gli "utenti agnostici" come noi 😉
    Chiaramente, anche se non sono così preparato, sono completamente d'accordo con te 😉

  • Ci sono un sacco di spunti interessanti in questo articolo, complimenti. E ho trovato un "collega" agnostico. 😉

    Vengo da due libri sulla meccanica quantistica, e leggere certe affermazioni mi fa inorridire. Quindi Genna, se me lo consenti, vorrei fare un po' di informazione sulla fisica quantistica.

    Anzitutto, è una scienza che studia la fisica su scale microscopiche, ossia particelle subatomiche: quark, gluoni, fotoni, fermioni, bosoni; ossia i mattoni costituenti delle particelle subatomiche (protoni, neutroni.

    A questi livelli, la "materia" (se materia ancora si può definire) comincia ad assumere delle proprietà strane: particelle che a volte hanno massa altre no, elementi che si creano dal nulla, corpi che esistono in due posizioni distinte allo stesso momento, fotoni che a volte si comportano come particelle e altre come onde. Sono concetti complessi e molto più noiosi di quello che certi "esperti" vogliono far credere. E ancora più importante, non sono un jolly per spiegare quello che la scienza tradizionale non spiega (anche perché la fisica quantistica è a tutti gli effetti scienza tradizionale).

    Un esempio pratico: il LHC di Ginevra, che è andato di moda qualche anno fa. Il suo scopo era trovare il bosone di Higgs, che fa parte della fisica quantistica, rinominato erroneamente dai giornalisti la "particella di Dio." Il bosone di Higgs è la particella fisica responsabile del meccanismo di Higgs, ossia quella forza elementare che permette agli oggetti di acquisire massa. E da qui potrei andare avanti a parlare tutto il giorno. Nulla di magico in tutto ciò.

    Io perdo automaticamente la fiducia di chiunque mi venga a dire che la sua teoria è dimostrata dalla fisica quantistica, perché significa che non ha nemmeno fatto lo sforzo di capire cos'è la fisica quantistica.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK