Apprendimento: Si impara meglio su “carta” o su “schermo”? dal libro al tablet…

Ciao,

ti sei mai chiesto se leggere su carta o leggerequeste parole sullo schermo abbiano dueimpatti diversi sul tuo apprendimento? Moltiinsegnanti e maestri sono convinti che studiarele cose sullo schermo, sul tuo kindle o sul tuoiPad, non abbia lo stesso effetto della “cara evecchia carta”. Un interessante esperimento cidimostra che forsen è  così che stanno lecose…

…se segui PsiNeL (questo blog) sai che sono unfautore del mezzo digitale, considerandolo cometale “un mezzo”, “un supporto”, per facilitare lanostra vita. Così già nel 2007 oltre ad aver apertoquesto blog ho scritto un ebook…ok non ti da lastessa soddisfazione di vedere il tuo libro allaFeltrinelli ma gli effetti sono stati più che positivi,visti i centinaia di feedback positivi ricevuti inquesti anni.

Qualunque sia la tua opinione in merito, il primo edaffascinante dato, cioè che non esiste una sostanzialedifferenza fra apprendimento su carta o sullo schermo.E in caso tu fossi un nostalgico della carta devi sapereche non sei in cattiva compagnia, infatti lo stessoSocrate era convinto che scrivere fosse qualcosache avrebbe intaccato la memoria umana rendendocistupidi. Ed infatti il suo allievo Platone, pur scrivendo,si scaglia contro la scrittura.

Socrate era vittima dell’attaccamento alle sue idee esul suo “tempo storico”, in cui emergeva sempre piùla necessità di creare della documentazione scritta.È un po’ la stessa cosa che accade oggi con gliebook e la convinzione che si studi meglio usandola carta. In alcuni settori, come quello della scritturaquesta convinzione sembra essere vera, ma nonper la lettura e lo studio…

Sara Margolin, psicologa e ricercatrice della StateUniversity of New York ha guidato uno studio sullalettura e la comprensione del testo. Per farlo leied i suoi collAboratori, hanno reclutato 90 studentidi 19 anni, ai quali è stato chiesto di leggere untesto e di rispondere a 5 domande sulla suacomprensione. I soggetti erano divisi in tregruppi…

…il primo gruppo leggeva su un foglio, il secondo suun lettore Kindle ed il terzo sullo schermo di uncomputer. I risultati nella comprensione del testosono stati pressoché identici nei tre gruppi. Eh giàquindi, leggere un giornale specialistico oppuretrovarti qui su PsiNeL, ti assicura la stessaidentica “percentuale di apprendimento” ciòche cambia è solo “il mezzo” 😉

Purtroppo però, come ogni altro mezzo potente,se male usato può fare danni. Ad esempio nonfarei mai studiare mio figlio sull’ipad perché cisono troppe occasioni per distrarsi da facebookai videogiochi…per non parlare delle notificheche saltano fuori magari nel momento dimassima concentrazione.

Allo stesso tempo però, con un computer in retea disposizione, mio figlio sarebbe in grado di farericerca, guardare video correlati alle materie dastudiare, condividere con i compagni appunti edritte sugli esami, insomma fare tutto ciò che sipuò fare di collaborativo in rete…praticamentetutto… dallo studiare alla progettazione di unaeroplano:)

Chiaramente la diatriba è tutt’altro che chiusa. Èdel tutto vero che mentre i nostri padri erano ingrado di fare calcoli anche complessi a mente,oggi la metà di noi non saprebbe fare 426-312senza una calcolatrice…però in fin dei continessuno di noi oggi sarebbe in grado diandare a piedi da Padova a Mantova mausiamo la macchina o il treno…

…o meglio, tutti noi saremmo in grado di farequella piccola operazione, magari aiutandocicon carta e matita e allo stesso modo saremoforse anche in grado di fare 150km a piedi…ma impiegheremmo tempo ed energia chepossiamo utilizzare per fare altro..andare sufacebook a farci gli affari degli altri, chiaramentescherzo 😉

Quest’anno è stata ancora una volta una figatapazzesca poter arrivare in spiaggia con il miobel lettore di ebook e leggere. Per chi lavoracon la conoscenza (come me) questi mezzisono ormai al pari di una auto che ti porta ingiro. Con il mio lettore posso prendere deisuper appunti, condividerli, rivederli tuttiinsieme..ecc…ecc.

Non potevo concludere un post del genere senzamostrarti qualcosa di davvero bello ed utile…ti avviso, non prendo una lira da questo, mami piace fare promozione a Manolo, l’autoredel video:

Manolo, collega blogger, ci spiega per filo e persegno come funziona il Kindle e come usarlo…

Da blogger non posso fare a meno di esultarequando trovo ricerche scientifiche come questa.E tu che cosa ne pensi? Credi che sia ancorameglio il vecchio libro? Tu studi in modo”digitale”? Facci sapere che cosa ne pensilasciando un commento qui sotto e se vuoiaiutarmi a far crescere PsiNeL clicca sumi piace:)

A prestoGenna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
PNL: “DHE vs. Silva Mind …e… Rilassamento Dinamico” ;-)
Psicologia dello Sport: “ad ogni atleta il proprio talismano” ;-)
Prosperità e Sviluppo Personale…
PNL: “Gabriel Guerrero, la PNL è Psicologia?
3 Commenti
  • Ciao Gerardo,
    si per scrivere gli obiettivi è molto meglio la carta… l'effetto non è poi così "inconscio" è il semplice legame fra mente e corpo… in altre parole scrivere su carta è un pò come scrivere su noi stessi, mentre scrivere al computer non è ancora diventato così intimo per noi…ma sono convinto che i nativi digitali (e magari tu sei uno di questi) hanno effetti molto simili.

  • Ciao Genna,
    io più che altro ho sempre avuto il dubbio opposto: scrivere su carta e su digitale hanno effetti diversi sul nostro inconscio?
    Ad esempio nel definire degli obiettivi farebbe più impatto la "cara e vecchia carta"?
    Io da un pò uso una app col mio iphone che mi permette di prendere appunti praticamente su tutto e li ho sempre a portata di mano…di sicuro il digitale ha dalla sua l'estrema praticità! Tu che ne pensi?
    Gerardo

  • Mmh! Io, quando studiavo, ricordavo la posizione degli argomenti nella pagina o all'interno del libro. Non so se il kindle (che non ho) mi aiuterebbe in questo senso, presentando sempre la stessa … faccia. Probabilmente i miei figli, nativi digitali, non si porranno neppure il problema!

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK