Seduzione: Derren Brown e le Tecniche di Seduzione

Ciao,

hai dato un’occhiata al canale di Derren Brown dove spiega le “leggi della seduzione”?

Dopo il post sull’ effetto alone ecco un altro bel video dove Derren ci mostra la differenza fra chi usa tecniche di seduzione esistenti, chi resta il più naturale possibile e chi invece fa il duro.

Si tratta di un video dove tre maschietti devono conquistare altrettante femminucce

Sei riuscito a vederlo? Ancora una volta questo non può considerarsi uno studio serio per molti motivi: il campione è troppo piccolo e non sappiamo come é quanto siano stati formati i due attori che devono fare rispettivamente, il seduttore (quello che forse ti interessa di più) ed il cattivone.Tuttavia può darci alcune indicazioni sul mondo della seduzione.

Guardando i risultati si può dire che il ragazzo”spontaneo” abbia ricevuto maggiori voti dalle ragazze, al secondo posto il “seduttore” e come ultimo classificato il “duro polipone”:) mentre guardavo il filmato ci avrei scommesso che avrebbe vinto lo “spontaneo”…non perché abbia notato qualche errore di comunicazione negli altri due, ma per un altro motivo:

Le ragazze sapevano benissimo di essere riprese dalle telecamere e di partecipare ad uno show di Derren Brown, dove nulla sembra ciò che è. Per cui credo si siano lasciare guidare da quella che in psicologia chiamiamo “desiderabilità sociale“cioè il desiderio di apparire migliori di come si è realmente.

Questo errore è talmente importante che nella ricerca psicosociale non esistono studi chenon ne tengano conto e che non cerchino in un qualche modo di eliminarlo o attenuarlo in vari modi. Cosa che non sembra essere stata fatta nello show del mentalista più famoso d”Europa.

Gli studi veri poi sono anonimi, quindi una può scegliere chi vuole senza il timore di essere giudicata dalle altre. Come saprai dall’esperimiento di Asch, quello che le altre partecipanti dicono influenza di molto il giudizio di quelle che valuteranno dopo.In pratica si tende al consenso, anche qui spesso per “desiderabilità sociale”.

Quindi alla luce di queste considerazioni metodologiche, possiamo ancora dire che studiare la seduzione sia qualcosa di utile? 

Assolutamente si se ne sentì il bisogno, se pensi di dover aggiungere abilità a quella sfera della tua vita… o se come me, sei un curioso della psicologia umana.

Vedi, dopo Richard Wiseman e me, tanti altri studiosi si stanno occupando di trasformare i contenuti dell crescita personale in vero e proprio materiale didattico, validato da studi reali. Lo stesso sta accadendo per la seduzione,come saprai in Italia ti consiglio il mio amico Marco alias Reborn se vuoi un formazionemultimediale valida e non americana.

Sedurre una persona non significa applicare le tecniche in modo pappagallesco, come faceva il tizio con la cresta che si sdraiava ma era evidente il disagio nel mantenere quel tipo di posizione ma significa saper costruire una relazione vera e propria. Perché che tu lo voglia o meno è quello che accade…

….gli studi di Wiseman su “come se”, di cui molto probabilmente ci occuperemo nei prossimi giorni,indicano che se passi un po’ di tempo con una persona, la guardi negli occhi, le tocchi le manie fingi di avere una relazione con lei, alla fine della giornata ti sentirai un po’ innamorato.E’ lo stesso principio del ponte dell’amoreti ricordi?

Il tizio “spontaneo” era avanti anni luce rispetto a chi va in cerca di materiale sulla seduzione. Nel senso che qualcuno è già soddisfatto della propria comunicazione con l’altro sesso ha molte più probabilità di fare centro. Tuttavia sono certo che studiare la seduzione (ti ripeto quella di un certo genere) possa essere utile per tutti

…anche per chi è già in grado di ottenere questo tipo di risultati. Perché si tratta sempre della mia passione, di psicologia. Così se compri un buon libro sulla seduzione scopri subito che si tratta di un libro che ti mostra “come pensa il tuo futuro partner e come fare per averlo”sono libri e corsi che ti danno una “mappa psicologica”.

Purtroppo però noi siamo attratti dalla comodità e ci piace pensare che esista “la tecnica assoluta“quella con cui è possibile conquistare ogni donna e uomo senza alcuna fatica. E quindi ci tuffiamo in corsi astrusi su come rimorchiare la prima che passa con un trucco di magia 😉 oppure ad usare”aperture preconfezionate”.

Le aperture sono “frasi, giochi o rotture di schema” per iniziare a parlare con qualcuno che ci interessa.Una classica tecnica del mondo della seduzione, descrizioni passo dopo passo su cosa fare. Tanto dettagliate da dare sicurezza…ma anche tanta rigidità e finzione. Proprio come il seduttore del video, che è evidentemente un attore.

Quindi studiare la psicologia delle relazioni è per me una cosa interessantissima ma lo sono anche tutte le applicazioni pratiche, quando non scadono nella manipolazione fine a se stessa. Se sei un seduttore (un PUA o ADR) ti faccio una domanda:

“Pensa all’ultima apertura che hai fatto, prendine una dove hai usato una frase preconfezionata. Ora rivivi per qualche istante quel momento.

Adesso pensa invece ad una apertura spontanea, hai visto una ragazza e per qualche motivo avete iniziato a chiacchierare…rivivi anche questo momento…ora, quale dei due ti ha dato sensazioni migliori?scrivimelo fra i commenti.

Provalo anche tu, senti la differenza fra quando hai usato qualche “tecniche coscienti” per rimorchiare oppure quando le cose sono andate spontaneamente, e nota che differenza riesci a percepire. E fammi sapere cosa senti sia stato meglio per te.

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Tecniche di Seduzione per Donne e Uomini: 6 consigli per sedurre in “modo scientifico”
Relazioni finite: “6 passi per superare la fine di un amore e riparare i cuori infranti”
Psicologia della Coppia: intervista al dott. Davide Algeri sulle relazioni e non solo…
Relazioni di Coppia: Perché ciò che ami nel partner diventa ciò che odi?
2 Commenti
  • Grande Andrea,
    grazie per la testimonianza 🙂

  • Caro Genna,
    bene, ti confesso che l'ultima volta in cui ho avuto una conversazione piacevole con una ragazza è stato praticamente poco tempo fa. Mentre le altre volte cercavo di seguire alla lettera i patterns di seduzione che conoscevo, stavolta, se li ho usati, è successo in modo assolutamente naturale. Prima dovevo pensarci e cercavo con voglia famelica la prima occasione in cui esercitarmi col pattern del momento. Seguendo PsiNel, invece, ho capito finalmente che la cosa importante non è usarli per trovare rapport: prima è importante sentirsi in rapport (ricordi il "First go"?), da quando ho seguito questo tuo suggerimento, questo atteggiamento è diventato per me assolutamente naturale.
    Detto fra noi, certo quella volta avevo naturalmente una voglia matta di passare al pattern di chiusura (concludere) però ho influenzato il mio dialogo interno dicendomi: "Godiamoci il presente"… e così ho fatto. A pensarci ora, ricordo di aver fatto istintivamente la meditazione Mindfullness! Mi è venuta in mente la metafora del pescatore: Se il pescatore con la fame che questo lavoro comporta agitasse l'amo perché secondo lui i pesci non abboccheranno mai, le possibilità che peschi qualcosa scenderebbero vertiginosamente, perché questi animaletti si agiterebbero.;))
    Grazie,
    Andrea
    P.s.: tra l'altro ero anche insieme ad un mio amico, quindi a maggior ragione non potevo mostrarmi troppo affamato 😉

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK