Crescita personale: Critica a Brian Tracy

Ciao,

sai chi è Brian Tracy? qualche tempo fa avevo studiato molto del suo materiale per la mia crescita professionale e devo dirti che molte cose mi sono state davvero d’aiuto. Ultimamente ho acquistato il video di un suo seminario in Italia, come sempre molto carino perché zeppo di informazioni… anche se sempre le stesse da qualche anno. Se ami questo personaggio devi essere pronto ad insultarmi, ma solo dopo aver letto il post…

La mia critica a Brian Tracy non arriva per le sue doti di autore e formatore ma da un attacco gratuito e lasciami passare il termine, ignorante agli psicologi. Lo so non sei abituato a sentirmi difendere la mia categoria a spada tratta, ma ascolta che cosa ha detto esattamente dopo circa un’ora di conferenza tenuta qui a Milano nel 2012:

Abbiamo iniziato molto tempo fa con Sigmund Freud. Tutti gli psicologi e gli psichiatri del mondo lavorano in una sola maniera, aiutano le persone a gestire le cose che non vogliono. Cose che sono successe nel passato, e a chi dare la colpa per quei problemi“… quest’uomo non ha assolutamente idea di cosa faccia uno psicologo oggi. Ma la cosa peggiore è che quest’uomo è ultra influente.

Per cui la gente che va ai suoi corsi, e ti assicuro che sono a migliaia in tutto il mondo, possono arrivare a credere che lo psicologo faccia ancora le stesse cose che facevano i suoi antenati. E po’ come dire che i dentisti sono tutti matti perché usano delle enormi pinze per strapparti i denti e di solito, ti fanno bere del vino fino a quando non perdi i sensi. Si è una descrizione fedele, del “tira denti del 1800” ma non di un moderno professionista.

Lo stesso vale per gli psicologi, oggi, in base al tipo di approccio, puoi anche non nominare mai il passato per avere accesso ad un cambiamento. E’ chiaro,tutto sommato, che se ti rechi da uno psicologo è perché qualcosa di “sbagliato nel passato è accaduto”e che sarebbe bene, dopo aver ridato il potere di decidere al paziente (almeno secondo il mio punto di vista) esaminare alcuni aspetti del passato. Masi può effettuare un trattamento psicologico anchesenza MAI parlare del passato.

“Ma Genna te la prendi per così poco?” magari stai pensando 🙂 Si, perché Brian Tracy è considerato uno dei massimi leader nel campo della crescita personale,e se conosci la mission di PsiNeL, saprai che da tempo lotto proprio contro chi parla senza cognizione dicausa di come migliorare la nostra vita. Pochi attimidopo aver pronunciato quella frase Tracy inizia adire che l’ottimismo è il motore del business.

E cita una ricerca, di cui abbiamo parlato anche noi,che appunto mostra che abbiamo successo nel business perché siamo felici e non siamo felici perché abbiamo successo nel business. Ora, a quel punto il caro Brianinizia a dire quali sono queste caratteristiche di chiè “ottimista”, senza rendersi conto di parlare dellericerche di Martin Seligman, un super esponentedella mia categoria.

Non ti sembra anche a te che si stia “spuntando nelpiatto in cui mangia?“. Mi vieni a dire che tutti glipsicologi (e sottolineo il quantificatore universale)guardano al passato e non fanno nulla di buono e,dopo pochi istanti mi citi le ricerche di uno psicologo?allora inizio a sospettare che anche dietro un grandepersonaggio come Brian Tracy ci sia poca sostanzao per lo meno, poca conoscenza della psicologiain generale.

Ma non è finita qui, infatti nel frattempo esce con una frase che francamente avevo già sentito in altri suoi2 corsi, per cui è recidivo (secondo il mio punto di vista) che recita più o meno così: “volete una laureain psicologia di 4 anni in pochi istanti?” (ti avviso chein Italia dura 5 + 1 anno di tirocinio ed un Esame diStato)… e continua: “avete due fuochi davanti a voi,uno rappresenta le emozioni e le esperienze negativedella vita, il vostro passato…l’altro invece rappresentale emozioni positive e le aspettative verso il futuro”…

…”per avere successo e vivere felici ti basta metteredella legna solo nel fuoco delle emozioni positive.Ecco la vostra laurea in psicologia“. Ora, se mi segui da un po’ di tempo sai che questo di cui racconta è un bel modello che funziona con le persone che in linea di massima “funzionano bene”. Ma non pertutte! infatti se vai da un depresso e gli dici “guarda tutto quello che devi fare è alimentare il fuoco della positività”…ti sputa in un occhio e fa bene 😉 Ok, ma dobbiamo pensare che Brian Tracy non abbia davanti dei depressi. Questo purtroppo però, con la quantità di gente che vede ogni anno, è purtroppo molto probabile. La cosa interessante è che continuaa citare esercizi e concetti che sono stati scopertida psicologi, come l’esercizio dello ZBB di cuiabbiamo parlato tempo fa in una ANL. Ed è curioso che continui a parlare di “ricerca”…in “decenni di ricerca si è scoperto che…”….

Ma di quali ricerche parla? Esatto della ricerca in psicologia 🙂 Ok d’accordo ci sono studi che non appartengono direttamente alla psicologia ma ne ricalcano i concetti. Cioè indagano concetti di tipo psicologico, e ti assicuro che se vai a leggere l’articolo scientifico menzionerà tutti “gli psicologi”che hanno contribuito a quelle scoperte. Magari non t’importa nulla perché Brian Tracy ti piace…

…bhe anche a me piace, per lo meno non mi ero mai accorto che fosse così arrabbiato con gli psicologi.Non si tratta di sparlare per 10 minuti di una sola categoria (anzi di 2 visto che parla anche degli psichiatri) ma di veicolare un messaggio sbagliato e obsoleto. Ad un certo punto, durante il video,racconta che una corsista durante la pausa gli ha detto che lei non era in grado di “gettare legna sul fuoco” dato il suo terribile passato.

E lui le ha risposto “lascialo andare, lascialo andare”e lei pare gli abbia detto “fantastico, nessuno mi ha mai detto di farlo”. Ti sembra una roba credibile?si forse era un corso del 73 oppure la signora aveva incontrato un “pessimo psicologo”. Si perché come in ogni altra professione ci sono quelli capaci e quelli meno … quelli che si formano e si aggiornano e quelli che invece non evolvono… proprio come il tuo meccanico 🙂

Se hai un meccanico di fiducia sai a cosa mi riferisco. Ci sono officine che sembrano dell’ante guerra ed alcune che sembrano sale operatorie ultra tecnologiche. La tecnologia di certo facilita il lavoro al meccanico ma l’elemento più importante è la sua esperienza, anche in un lavoro così squisitamente tecnico. Mentre nella consulenza la chiave, come probabilmente sai, non è la tecnica ma la relazione (ma questa è una lunga lunga storia e te la risparmio ;))

Concludendo: una critica a Brian Tracy? Assolutamente si, perché credo che il suo puntare il dito non si addica a chi come lui utilizza la ricerca in psicologica come materiale formativo durante i suoi corsi. Oltre al fattoche confonde psicologi con psiconalisti e solo questala dice lunga su quanto conosce le basi di molti aspettidella sua materia. Caro Brian mi hai proprio deluso.

Genna

Ps. Ho usato Milton Erickson nell’immagine su in alto perché non era solo uno psichiatra ma anche uno psicologo, da sempre convinto che vi fosse qualcosa di più oltre le competenze strettamente mediche. Avrei potuto mettere Freud, ma Erickson mi è moltopiù simpatico 😉

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Crescita Personale: Sfruttiamo davvero il nostro potenziale?
Come risvegliare il tuo potere decisionale
“Gossip…Tony Robbins o Tony Bobbins?” :-D
Vuoi Conoscere Tutti I Segreti Del Miglioramento Personale?
20 Commenti
  • Vabbeh… Genna e Josè che "litigano" 🙂 ?! Non posso resistere…

    E' evidente che gli psicologi, (io mi salvo perchè sono Dottore in psicologia ma non ho fatto l'iscrizione all'albo) non capiscono nulla (soprattutto quelli con gli occhiali che suonano la chitarra) ma ancora di più gli avvocati internet marketer "illuminati" dalle vibrazioni cosmiche così alte da stordirsi da soli!!

    Gli unici che si salvano??
    Lo ha detto Brian: gli Ottimisti 🙂

    Ho detto tutto….

    Un abbraccio a tutti e due e continuate così… a parlar bene dell'Ottimismo 🙂

    Sebastiano Todero
    presidente e fondatore del CLUB degli Ottimisti nonchè amico fraterno di Genna e Josè!!

  • Ti capisco Gennaro, ci sono create tante di quelle favolette intorno a questo argomento che hai ragione e comprendo la tua immediata presa di posizione.

    Si realmente ti interessano le mie idee e le mie esperienze e che magari aiutino a fare chiarezza e quindi possano aiutare qualcuno, sono felice di farlo.

    Premetto che sono una persona a cui non piace fare polemica ne discussioni gratuite, se non per arrivare a un risultato utile a tutti. Poi rispetto molto le convinzioni altrui, il loro libero arbitrio e non mi piace cercare d'imporre i miei pensieri e le mie idee. Ogni uno dice la sua ed è libero di tenersela se non condivide.

    Quando ero più giovane mi piaceva discorrere, discutere su argomenti che per me erano validi e mi appassionavano ed ero molto bravo ad usare la logica, a tal punto che sono riuscito a risolvere un problema di fisica, materia che non avevo mai studiato: ero alle elemantari in un college come "interno" dove dormivo, mangiavo e vivevo e nelle ore di studio per fare i compiti mi sedevo sempre accanto ad un amico che faceva l'ultimo anno delle secondarie, ed una volta, finito i miei compiti di qui ero velocissimo a farli, le ho domandato che cosa faceva e mi ha mostrato il suo compito di fisica, al che mi sono messo a studiarlo e con la logica sono arrivato al risultato! Il procedimento era diverso, ma il risultato lo stesso.
    Quindi con la mia logica ho discusso con persone autorevoli di argomenti come la filosofia, la religione, ecc, e sempre sono arrivato ad avere ragione. Poi anche quando lo facevo con gente meno autorevole e che alla fine non avevano più argomenti da confutare e cominciavano a dire falsità, seguendo la loro logica falsa, le "smontavo" lo stesso!
    Questo per dirti che conosco bene questi giochetti ed è da tempo che non mi va più di farli. Per questo intervengo poco nei diversi blog che mi capita di incontrare e seguire.

    Questo argomento mi appassiona e cosi di impetto ho scritto.

    Poi volevo lasciare stare e non scrivere più pensando anche che comunque è il tuo blog e devi mantenere la tua "autorità", per il marketing, se non magari puoi perdere seguaci e "clienti" e puoi anche non pubblicare quello che ti dico.

    Alla fine, come mi piace l'argomento, ho deciso di farlo e vedere a che punto sei disposto ad arrivare.

    Vedendo che mi hai pubblicato e risposto: prima d'impetto e poi con la ragione (ed il cuore, secondo la mia percezione) ho potuto costatare che sei una persona seria e che vuoi d'avvero essere utile alle persone che ti seguono e mi fa piacere il tuo invito a condividere le mie esperienze, cosa che farò con gioia.
    Per questo ci vorrà del tempo, hai visto già quanto ho "parlato" adesso. Quindi si sei d'accordo lo farò a più "riprese".

    Intanto una cosa da dire è che io credo molto nelle possibilità, e credo che il fatto di avere guarito la "tipa" in 15 minuti sia possibile perché si trattava di una fobia, permettimi i termini: "semplice", "piccola". (mi sembra di ricordare che non riusciva ad attraversare i ponti a piedi). Quindi come si deve fare sempre, o si dovrebbe fare, non si può generalizzare, dipende sempre da diverse fattori, variabili, dal dottore, dal paziente, dalla sua storia personale e dalla
    "malattia".

    Per adesso mi fermo qui.

    Ti ringrazio ancora per l'invito e a presto.

    Eduardo

  • @ scusa Eduardo,
    ma la mia immediata presa di posizione è dettata proprio dalle favolette che vengono raccontate in quei libri. È possibile curare una fobia in 15 minuti? Forse ma è un'illusione pensare che lo si possa fare con tutti e nello stesso modo, magari con una tecnica.

    Ripeto, ti ho "attaccato" solo per difendere le mie idee su questi argomenti ed evitare fraintendimenti…non hai bisogno di leggere tutti i post, ma sono proprio quel tipo di idee che portano Tracy ad attaccare i miei colleghi:)

    Mi piace il dibattito pulito come il tuo, per cui mi piacerebbe vedere come, attraverso la lettura di questo blog o attraverso le tue esperienze personali…si possa fare maggiore chiarezza. Ti ho invitato a leggere il blog per questo motivo…e le opinioni di chi come te magari non conosce approfonditamente l'argomento sono per me preziosissime;))

    @ Manuel: ahahah hai visto Josè…ahahahaha vederci commentare sulla stessa pagina mi porta indietro di qualche anno. Un abbraccione a tutti e due:))

  • Ciao Eduardo,
    io non attaccato te ma il tuo accostamento quando dici che io dovrei sapere che la PNL cura le personeninn15 minuti…

    …questo significa che tu non leggi il mio blog, perché io non la penso affatto in quel modo. Rileggiti con calma la mia risposta e vedrai che non ti ho attaccato ma ho semplicemente chiarito la mia posizione che tu…hai letto nel mio pensiero, come direbbe un piennellista ;))

  • Ipnosi Strategica
    Rispondi

    Ciao Genna!
    non conosco il lavoro di Brian Tracy(sorry Josè:-)..
    @Simone: sono pienamente d'accodo con te.
    In generale credo che sisa utile che si crei un'alleanza tra i diversi professionisti(psicologi, psicoterapeuti, psichiatri, coach, counsellor) e far cessare quelle divisioni che non solo non aiutano ma possono creare confusione in chi cerca un aiuto.

    Ciao!
    Manuel

  • Si vede che te la prendi troppo per la tua professione. Si leggi bene ho detto: "scherzo, so che ci sono dei bravi psicologi e della gente che ne ha bisogno" e tu subito "sei partito in quarta", ti sei sentito attaccato.

    Cosa che a mio parere non ho fatto.

    Io sono un po' appassionato, interessato al argomento (non me ne occupo, non sono ne psicologo ne psichiatra ne psicoanalista) Quindi parlo solo per quello che ho letto, e se tu mi dici (che studi e sei nel campo) che Bandler e Grinder che ha quanto ho capito sono i padri della PNL sono dei racconta favole, può darsi che hai le prove e abbi ragione. e fai bene a dirlo.
    In uno dei libri che hanno scritto ho letto questo fatto di una donna che soffriva di una fobia da trenta anni e loro glie l'hanno tolta in 15 minuti e dopo (mi sembra, non ricordo bene) 5 anni, non le era ancora tornata. Non so si sia un fatto vero o una favoletta da loro raccontata.

    Chiaramente io capisco che in giro ci sono tanti che avendo studiato un po' di PNL si spacciano per guru e logicamente non riescono a guarire veramente e definitivamente le persone e fanno tanti show da palcoscenico.

    Una cosa che mi piace molto di Bandler e Grinder è che quando erano ancora insieme, e facevano dei seminari, iniziavano dicendo: "tutto quello che vi diremo sono soltanto bugie, la cosa importante però è che FUNZIONANO"!

    Non si atteggiano a dire che la loro è LA VERITA', non li interessa, li interessa è che la cosa funzione, che raggiungono risultati! ed io sono d'accordissimo con loro, a me non mi interessa tanto chi è che dice la "verità", mi interessa che la cosa mi funzione, mi faccia raggiungere il risultato che voglio.

    Come ti dico sono solo interessato, un po' appassionato e ho letto qualche tuo post, ma adesso non ho tempo di leggere tutti i tuoi post, per cercare di capire meglio quello che vuoi dire (il tuo pensiero) ma se tu dici che la tua mission è di fare chiarezza nelle affermazioni assurde in questo campo, fai bene.

    Ciao

    Eduardo

  • Grazie Maxcon:)

  • Grazie Gennaro. Soprattutto per aver condiviso la tua visione sulla PNL.
    Ormai sta diventando una moda tanto abusata da essere considerata una panacea istantanea per problemi che andrebbero presi con le molle. Ho partecipato anch'io ad alcuni corsi dove chi stava sul palco esercitava quell'effetto suggestivo su determinati soggetti, che parevano sentirsi "rinvigoriti", per poi vedere quegli stessi soggetti, vittime di traumi davvero importanti e debilitanti, sprofondare nella disperazione solo 24 ore più tardi.
    Già il fatto stesso di accomunare psicologi, psicoterapeuti e psichiatri che, ricordiamo, seguono percorsi formativi ben diversi l'uno dall'altro, la dice lunga sulla correttezza di alcuni "Guru" (E no, non esercito nessuna delle 3 professioni).

  • @ Fabio: lieto di esserti utile:)

    @ Piernicola: grazie mille (sincronicità stavo ascoltando un tuo audio;))

  • Bellissimo articolo, sul quale concordo al 100%.

    Buona continuazione Genna!

  • Ripescherò qualche post Psineletico per la mia, spero, futura, esperienza in questo campo! 🙂

  • Ciao a tutti,

    @ Simone: bhe che dirti…sono pienamente d'accordo 😉

    @ Eduardo: purtroppo la tua visione della PNL non è la mia, leggiti qualche post al riguardo. La PNL non cura nessuno in 15 minuti, ma ha solo un effetto suggestivo da palco in quel frangente di tempo. Si tratta di un gioco di prestigio ne più ne meno di quelli utilizzati da Giucas Casella. Chiaramente questo non significa che non funzioni con i tempi adeguati, ma la favoletta che si possa fare a meno degli psicologi è una cavolata gigante…e te lo potrà testimoniare chiunque abbia provato a trattare fobie e/o ansia con un coach di PNL…scommetto che se ci è riuscito di certo non ci ha messo 15 minuti.

    Colgo la palla al balzo per invitarti a leggere gli altri post sulla PNL…io lo dico per diretta esperienza ed anche perchè, PsiNeL, ha questo nella sua mission…fare chiarezza nelle affermazioni assurde in questo campo.

    Grazie mille per i vostri preziosi feedback
    Genna

  • Ciao, secondo la mia esperienza e quello che so in materia, Miton Erikson ha rivoluzionato la psicologia che si conosceva fino al suo tempo, "superando" Freud e portando la psicologia a milioni di anni luce in avanti (secondo il mio umile parere, senza voler offendere nessuno, facendo diventare Freud obsoleto). Poi con l'avvento della PNL, lo sai anche tu, si curano fobie di persone che andavano dallo psicologo da trenta anni, solamente nel giro di 15 minuti!, come hanno dimostrato Grinder e Bandler e loro non sono PSICOLOGI (a quanto so).
    Quindi Caro Genna, adesso non c'è molto bisogno di andare da un psicologo, basta andare da un bravo guru della PNL per farti "curare" e in modo permanente.
    Per tanto no si ha più bisogno degli psicologi! ahahahahah! Scherzo.
    So che ci sono dei bravi psicologi e che c'è della gente che ne ha bisogno.

    Ma generalizzando si è visto molta gente (e negli USA c'è ne tanta) che ci va dai psicologi per "tutta la vita" senza "guarire", senza ottenere buoni risultati duraturi. Per questo la tua categoria ha questa "fama" e la gente comincia a fidarsi sempre meno. (a mio parere, Eh!)
    Quindi penso che Brian sia rimasto a questi tempi e ne parla di conseguenza, ma sono d'accordo conte che non essendo informato (ma anche se lo fosse) non dovrebbe parlare cosi e "denigrare" nessuna categoria. Secondo me è "una caduta di stile". Forze è come dice Jose, ha cercato di "tirare acqua al suo molino"

    Ps. è la prima volta che scrivo sul tuo blog e voglio farti i complimenti! dici cose utili, giuste e valide. (secondo me)
    Ciao!
    Eduardo

  • Ormai mi sento un po' a casa su questo blog, mi permetti un commento cattivo, Genna'? 😀

    "L'ottimismo è il motore del business."

    Premetto che non conosco Brian Tracy, ma questa frase è la solita frase trita e ritrita tipica dello stereotipo americano peggiore.

    So cosa significa stare male, sono uscito da pochi mesi da un periodo di depressione e sono ancora in psicoterapia (cognitiva-comportamentale ;)) e la storia dei due falò è proprio una cazzata!
    Quando uno ha una visione distorta della realtà, non basta dire "sono forte, sono bravo, sono bello" per avere successo nella vita, finchè rimangono intatte le convinzioni negative e limitanti.

  • Hai ragiona Miche,
    nessuno è perfetto…

  • Beh, nessuno è perfetto. Neanche io. Neanche tu Genna. Penso che abbia bisogno di un'auto-valutazione.

  • Ciao Antonio,
    completamente d'accordo con l'americano "tontolone" 😉 speriamo che anche altre persone come me e te, quindi appassionate della materia se ne rendano conto.

    Grazie 🙂

  • Grande Josè,
    lo che c'eri ho visto le tue foto su Fb 😉 se hai il video ti invito a riguardare le parti che ho sottolineato. Perchè anche io ci sono rimasto di m…. non mi aspettavo un attacco così violento. Quello che ho scritto è stato ripreso parola per parola…

    …questo non toglie nulla al personaggio, ma serve solo a fare chiarezza…scopo principale di psinel 😉

    Ahhh ora è tutto chiaro, deve essere stato traumatizzato da uno dei due personaggi che hai nominato…forse da entrambi 😀

    Bhe che dire, più autorevole di chi come te era al corso…grande Josè ti mando un super mega abbraccio.

    Vediamo se Manuel intercetterà la tua profonda offesa al mondo della psicologia (ahahahah :))

  • Ciao Genna,
    sono stato un allievo di Tracy e di tanti altri guru, penso che questi abbiano un sacco di ottime informazioni. Ci sono persone che lavorano bene e Brian su alcune tematiche lavora molto bene.
    La mia percezione però è che spesso questi americani di cultura media, sono abituati ad aver a che fare con utenti di cultura bassissima (non voglio fare lo snob ma tutti sanno che gli americani hanno una cultura molto bassa, anche se hanno un grande pragmatismo e un ottima cultura del fare)e questo li mette nella posizione di poter dire qualsiasi cosa senza alcuna responsabilità.
    Se poi aggiungiamo che in America la psicologia e la psichiatria non hanno sempre lavorato benissimo,anzi ancora oggi vengono commessi tanti errori e per questo non godono di buona fama, mi pare ovvio che Brian abbia cercato di cavalcare un malcontento generale che in america funziona, ma in Italia non è così per fortuna.
    Quindi tutto sommato non credo che le sue parole possano intaccare più di tanto i numerosi professionisti seri italiani che lavorano per dare un reale contributo ai loro pazienti aiutandoli con rigore scientifico e dedizione.

    In ogni caso hai fatto bene a scrivere questo post, perché le persone devono rendersi conto della verità, o della possibilità di sfumature diverse da quelle enunciate dall'oratore.
    Personalmente sogno un giorno in cui gli europei possano imparare da grandi trainer europei, equilibrati, con una cultura approfondita sia teorica che pratica. La vecchia europa ha bisogno di maggior pragmatismo, ma di un pragmatismo etico, culturalmente approfondito e che dia un reale contributo a chi se ne serve.
    Ovviamente penso che ci siano trainer preparatissimi in America, ma questo modo di semplificare le cose, di volgarizzare alcune ricerche semplificandole e rendendole qualcosa che sembra alla portata di tutti crea un sacco di danni.

    Io mi occupo di formazione e di coaching, ho studiato con una docente dell'Università di Firenze che gira il mondo nei congressi sul coaching e couseling (come speaker… lei è famosa in tutto il mondo per le sue ricerche, tranne in Italia…), ho un'esperienza importante come coach, con oltre 100 persone servite (per lo più business coaching), e come formatore, con oltre 1500 persone formate, devo dire che troppo spesso mi confronto con persone che hanno informazioni sbagliate e sulle quali è stato fatto un lavoro a dir poco dilettantesco… tutto questo dipende, alle volte, da lauree in psicologia prese in 5 minuti. Io non sono uno psicologo, sono un farmacista, ed ho approfondito delle tematiche per la mia professione di coach e formatore, malgrado ciò sto sempre molto attento a non andare oltre ciò che posso, e lo faccio per un senso di etica e di integrità e penso che tutti dovrebbero tendere a fare lo stesso, ma questa è una mia convinzione…

    Concludo complimentandomi con te per aver dedicato del tempo e la tua faccia a fare una critica circostanziata e seria all'oratore.
    Un saluto,
    Antonio

  • Ciao Genna!
    Vabbè, da questo articolo ho capito che TUTTI gli psicologi sono permalosi!!!
    😀
    Scherzi a parte, mentre leggevo, ho provato a darmi delle spiegazioni.
    Premetto che ero in sala durante quel corso, e non mi ero accorto di questo accanimento.
    La laurea in psicologia l'ha detta con il sorriso sulle labbra…

    Comunque ho concluso che abbia detto delle cose perchè:
    gli psicologi nella mente delle persone comuni hanno una certa credibilità => se lui ti fa diventare uno psicologo in 5 minuti, significa che lui è molto più bravo di qualsiasi psicologo.

    Sia chiaro, credo che non ci abbia neanche ragionato su… magari gli stanno antipatici gli psicologi senza motivo… credo che questo sia comunque il suo ragionamento inconsapevole.
    😉

    PS
    Mi pare che ad un certo punto abbia anche detto che il Dott Romagnoli e il Dott Mauri non valgono una cippa… ma non sono sicuro di aver sentito bene…
    😛

    1abbraccio forte! 🙂
    Josè

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK