Crescita personale: “come si fa ad essere fighi”? :)

Come si fa ad essere fighi? è la classica domanda che sembra posta da un adolescente e invece non hai idea di quanta gente, magari chiamandola con altri nomi, desidera la stessa cosa. Ma se uno ti chiedesse: “come faccio ad essere figo?” come gli risponderesti? fermati un attimo e pensaci… ok ti do un aiutino, pensa alla PNL e al metamodello esatto…ascolta l’audio e scoprilo da te…

 

 

Vuoi migliorare la tua comunicazione? Dai  un’occhiata al mio Corso Multimediale.

Sei riuscito ad ascoltarlo? spero che ora sia chiaro che il titolo “essere fighi” era una provocazione, rivolta a chi davvero pensa che esista un mondo in “bianco e nero”, “vincenti o perdenti”. Se ci pensi bene questo modo di pensare è tipico di alcune persone, ma ancor di più degli adolescenti. Un mondo diviso dai giudizi di valore che la gente crea, e propaga come memi.

Quindi, come hai ascoltato “figo” significa tutto o nulla, in base alle convinzioni e credenze che le persone hanno. La prima domanda che farei ad un adolescente sarebbe: “figo per chi? rispetto a chi?”, e molto probabilmente scoprirei che si tratta di una persona. Persone da cui si desidererebbe essere considerati come “tipi intelligenti, scaltri, furbi, di successo ecc…ecc.”.

Quindi è necessario continuare a mostrare i propri risultati, come durante la cena di Natale con i parenti. Tutti che vantano i loro successi, e non c’è niente di male, ma il punto è… quanto fa bene a noi, alle persone che ci sono intorno ecc.? in realtà non moltissimo 🙂 perché ci mette in una condizione di gara continua, uno stress che se supera una certa soglia può fare davvero male.  E’ la sindrome del primo della classe 🙂

Con questo non voglio dire che la competizione o la tensione a fare meglio sia male, anzi. Il discorso è sempre lo stesso in natura…equilibrio! come sicuramente saprai una certa quantità di stress è utile (il famoso eustress) per attivarti a fare le cose… a questo punto potresti chiederti:   “allora le persone che riescono a sopportare di più lo stress sono quelle più fighe?

… in un certo senso la risposta è positiva, almeno per la nostra società, per gli occhi degli altri…ma i primi occhi che devono vedere che puoi superare le sfide che si presentano nella vita, sono i tuoi”. Altro aspetto curioso della “figaggine” è una sorta di paradosso, tipico della abilità psicologiche.

Se ora ti stai chiedendo come “essere figo davvero” devi sapere che la prima cosa che “non dovrebbe fare un figo” è proprio chiedersi se lui è tale. Per cui, se hai questa domanda in testa, smettila di  chiederti “come si diventa più fighi”.

Questo non è solo un bel giochino mentale ma è, in parte come funziona la nostra mente. Quando tutto va bene allora non ci si accorge delle cose che possediamo delle cose che abbiamo appreso. Magari lavori nello stesso campo da anni ma non ti sei mai fermato a fare un “bilancio delle tue competenze”, perché forse le cose vanno bene.

La “macchina si muove in modo del tutto automatico” fino a quando non succede un intoppo ed ecco un secondo paradosso delle abilità di tipo psicologico e non solo, che nei corsi di crescita personale raramente ti dicono: che una volta appresa un’abilità che ti permette di creare i valori e le convinzioni  e la tua identità (come nei livelli logici di Dilts)…

…se vuoi essere un buon “venditore, ingegnere, psicologo, enologo, fruttivendolo ecc”. Devi continuare a praticare e a formarti…ma questa è un’altra storia 🙂 Per cui, tornando alle abilità che dovresti avere per smetterla di avere il bisogno di essere figo e contemporaneamente diventare un vero figo 🙂

Ecco le 4 abilità che ho selezionato per te:

1) Conosci te stesso: era la frase scritta all’entrata del tempio dell’Oracolo di Delfi. Questo passaggio è alla base di ogni cambiamento personale, soprattutto quando si cerca di lavorare su se stessi da soli. Questa conoscenza nella crescita personale assume due forme: quella razionale, dove impari a conoscere te stesso, le tue convinzioni ed i tuoi valori, base della tua autostima ….e ad un livello emozionale e inconscio.

Attraverso la osservazione non giudicante dei propri pensieri, in altre parole con la mindfulness. Conoscersi non è qualcosa di definitivo, ma è un processo che dura tutta la vita, perché tu sei un processo, sei qualcosa in divenire. Scrivere i tuoi punti di forza e debolezza, le tue  convinzioni, i tuoi valori, è sicuramente un buon esercizio, ma evita di aspettarsi di fare un quadro definitivo di come sei fatto, avrai sempre è solo una foto del momento presente e non di cosa diventerai.

Ecco a questo punto, una volta saputo cosa è davvero “la figaggine” e come ci si deve comportare per conoscerci, tutte le altre abilità sono un optional… si ma a volte un optional decisivo.

2) Assertività: la capacità di far valere i tuoi diritti senza calpestare quelli degli altri. E’ un tema a cui ho dedicato diverse ANL e diversi post, perché molte persone hanno questo tipo di problema, che solitamente nasce da alcune persone specifiche. A volte si teme il suocero, il capo, il datore di lavoro… in questo caso la tua assertività ha solo bisogno di un po’ di coraggio per buttarsi sulle cose, mentre se hai paura di tutti ti consiglio di rivolgerti ad un professionista.

3) Comunicazione efficace: essere assertivi presuppone saper comunicare efficacemente, infatti puoi pretendere ciò che ti spetta solo se riesci a comunicare in modo tale da riuscire a farlo. Infatti essere assertivi, cioè ottenere un atteggiamento mentale che ti permetta di “avere il coraggio” di parlare…non basta!

E’ necessario che tu sappia cosa dire, come dirlo e quando dirlo 😉 Per cui una buona cosa è fare qualche corso di comunicazione efficace, anche online!

4) Responsabilità: non si è mai visto un “vero figo” che non sia in grado di assumersi la responsabilità delle proprie azioni. Responsabilità significa avere la capacità di rispondere alle situazioni che ci si presentano di fronte…e non pensare che se ci sono i terremoti è colpa dei nostri pensieri negativi, come alcuni credono 😉

Assumerti le tue responsabilità è il primo vero passo per “afferrare la tua vita” e dargli una direzione, senza questa assunzione le altre metodologie servono a poco. Come avrai intuito da questa breve carrellata non esiste un’abilità specifica di chi è figo, ma ce ne sono tante che ci servono per “vivere meglio” e non tanto per apparire “fighi”.

Tuttavia è logico che essere fighi ha un sacco di sinonimo nella vita di tutti i giorni, come il carisma, il potere personale ecc. Il primo punto lo abbiamo commentato per esteso nell’audio, forse il più importante ma sono tutti validi, in special modo quello che appare datato e stra visto sulla “responsabilità”.

Ma prova a immaginare la seguente scena, sei ad un corso con una trentina di persone. Ad un tratto l’aula prende fuoco… un tizio si alza e con fare sicuro inizia a dare delle direttive: “allora state tutti calmi, le uscite di sicurezza sono sulla vostra sinistra… non spingete ed usciremo tutti entro pochi minuti” quanto resteresti sorpreso di sapere che quella persona è uno della squadra di pulizie?

Vedi in quel contesto non importava il ruolo aziendale, ma chi riusciva, assumendosi velocemente la respons- abilitas della situazione, ha prendere il controllo della situazione. E’ per questo che aggiungerei un abilità non presente ma utilissima…la capacità di prendere decisioni. 

Lo so anche questo concetto è datato ma voglio rinfrescartelo perché è una caratteristica molto importante di chi “viene visto come figo”. Ed il semplice esercizio robbinsiano che ti propongo è ancora molto utile. Se pensi di non essere molto bravo a decidere, allenati iniziando a vedere tutte le decisioni che prendi in una sola giornata, e spesso in una sola ora.

Immagina il tuo gruppo di amici, di adesso o di quando eri giovane. Cosa facevate? solitamente ci sono quelli che prendono le decisioni prima e che guidano le decisioni dell’intero gruppo. Quando ci si guarda in faccia dopo cena e si dice “dove andiamo?”… il primo che da una risposta sicura e coerente, che cioè rispecchia il fatto di aver preso una decisione, è quello che la gente tenderà a seguire. 

Ok, per oggi ho “parlato” anche troppo, per cui ti passo la palla e ti chiedo. Quali sono secondo te le abilità di chi viene percepito come figo? restando nella mia cornice interpretativa? lascia un commento qui sotto e se ti è piaciuto il post clicca su mi piace… mi aiuterai a divulgare questi meravigliosi concetti 🙂

Genna

Ps. ho dimenticato di rafforzare una cosa molto forte che detta nell’audio. Sono davvero più che convinto della importanza di inserire la psicologia come materia obbligatoria nelle scuole superiori. So che il mio confronto con la religione ha fatto raggelare il sangue a molti… ma io la vedo così… c’è sempre tempo nella vita trovare la propria via spirituale, mentre non c’è il tempo (per molti) di studiare come funziona la loro mente 🙂

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Crescita Personale: Perché “esiste” lo sviluppo personale? ecco un pezzo di storia…
Benvenuto/a in Psinel o Psicologia neurolinguistica
Il “potere” del self-help o auto-aiuto
Intelligenza e uso del cellulare sono legati?
16 Commenti
  • Grazie Davide,
    rispedisci rispedisci che non le trovo…

  • Ciao Genna, ennesimo articolo interessante, fruibilissimo e mai banale… 🙂
    Ti ho scritto in posta il 18 ed il 24 febbraio ma non ho (ancora) avuto risposta: che sia finita nello spam?! Fammi sapere.

    P.s. Il 24 ho rispedito la stessa mail del 18…

  • Grazie mille Miche 11 e Simone:)

  • Genna for president!
    92 minuti di applausi per la psicologia al posto della religione a scuola!

  • BELLISSIMO POOOOOOOOOOOOOSSST 😀

  • http://www.youtube.com/watch?v=xDr7fi1gFco questo per il discorso psicologia/religione! 🙂

  • Ciao Emanuele,
    no no non mi sembra affatto OT;)
    Grazie per il feedback

  • Secondo me le qualità che hai indicato sono le più importanti.

    Generalizzando parlerei di sicurezza in se stessi. Quindi saper prendere decisioni senza esitazioni e saper comunicare con sicurezza.
    Un criterio della sicurezza potrebbe essere sviluppare competenza in quanto se "ne so", sono sicuro di quel che decido o dico.

    Sulla psicologia nelle scuole pur essendo d'accordo con Andrea sul discorso dell'imposizione credo anche io che sarebbe utile farla studiare (anche intesa come lavoro su di se).
    Intendo come lavoro su di se riconducendo il discorso al punto 1(Conosci te stesso).

    Poi se vogliamo, lavorare su di se va un pò in contrasto con la religione in quanto un percorso interiore di conoscenza punta alla libertà da schemi che anche la religione ha contribuito ad installarci (con la dipendenza da una entità soprannaturale e dai suoi portavoci terreni).
    Forse l'ultimo passaggio potrebbe sembrare un pò OT ma sto leggendo un libro che si occupa anche di libertà dalle religioni e credo sia fondamentale per sviluppare sicurezza in noi stessi.

    Ciao,
    Emanuele.

  • Ciao Andrea,
    ahahah si sarebbe molto divertente 🙂 ma chiaramente non intendo bannare la cultura, Freud e Jung non c'entrano nulla con la religione e sarebbe bene fossero insegnati nella nuova "materia obbligatoria" 🙂

    La PNL è un modo nuovo di vedere alcuni aspetti della psicologia, ma è solo una parte di questa…anche se con il suo "tutto quello che funziona è PNL", riescono ad includervi molte cose, si tratta sempre di psicologia 🙂

  • Bel post Genna!
    Mi trovi perfettamente d'accordo sul fatto di sostituire la religione con la psicologia, e di questa, più specificamente, alla sperimentazione di nuovi modi di come usare il cervello per cambiare… come sfruttare al meglio le nostre modalità e submodalità e così via…
    Secondo me hanno una paura micidiale nell'insegnare queste cose perché non hanno neanche la minima idea di come funzionino… o hanno paura di essere messi KO dagli studenti… Come sarebbe se un prof fosse sottoposto a un continuo metamodello da un metamostro? ;)) Come se ne esce un prof da queste situazioni? Con la scusa di non avere tempo e che il programma deve essere terminato entro una certa data…
    Come dico sempre, intanto tantissima applicazione pratica poi, se davvero t'interessa saperne di più su Freud, Jung ecc., puoi andare su Wikipedia e lì trovi davvero il mondo… e manco a dirlo, i prof hanno una paura micidiale anche diWikipedia, soprattutto se hanno un delirio d'importanza (che fra i bisogni di Robbins esiste solo questo?) vogliono sentirsi importanti senza rendere importanti anche gli studenti (non mi sembra paritario). Anzi per usare il nostro linguaggio, è un atteggiamento vincere/perdere.
    Quando diventerò un PNL practitioner mi piacerebbe collaborare con te così da cambiare l'istruzione…
    E a proposito dell'istruzione… se io invece che portarti a studiare la PNL o il Milton Model facendoti provare un gran senso di piacere nell'applicarli te l'imponessi come "obbligatori" li studieresti mai? Allo stesso modo l'istruzione deve essere venduta come i corsi di formazione e le camminate sulle braci a 800°C.
    Se infatti ti vendessi una camminata sulle braci come un'esperienza ai limiti della sopportazione non saliresti mai sui carboni ardenti, giusto? Allo stesso modo comepotresti avvicinarti allo studio setelovendessi come un continuo "sgobbare"?
    Andrea il ribelle 😀

    • Ma credi che la grammatica possa aiutare ad essere fighi?
      Ad esempio se conoscessi la
      Differenza tra “a” e “ha”…

      • La conoscenza è importante, se non si conosce la differenza fra un articolo ed il verbo essere non si conosce moltissimo. Tuttavia non bisognerebbe giudicare una persona se questa di tanto in tanto li confonde soprattutto (e paradossalmente) se scrive molto.

  • Grazie tri Mamma 🙂

  • l'audio è ok ! 🙂

  • Ciao Luca,
    azz…hai ragione :/ corro subito a riuplodarlo…se puoi ti andrebbe di confermarmi fra un qualche minuto se è tutto ok? 🙂 grazie

  • e'proprio un bel post quello di oggi, complimenti! 🙂 …….ma….sbaglio o il file audio e' incompleto? non dura neanche un minuto.
    …!!! Comunque resta ugualmente un bel post 🙂

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK