Psicologia: Profezie e Dissonanza Cognitiva

 

 

 

 

 

 

 

 

Finalmente posso parlarne, dopo che sono stati scritti libri, vi hanno dedicato ore ed ore di pellicola oggi possiamo parlare della profezia Maya. No no, stai tranquillo PsiNeL non é diventato un covo di cospirazionisti newage ma punta, come al solito, a mostrarti i meccanismi mentali che soggiaciono al comportamento umano. In questo post scoprirai che fine fanno tutte le profezie che NON si sono avverate nella storia, e perché é necessario sapersi staccare da esse.

Se non hai vissuto sulla luna di certo non ti sarà sfuggito che il 21 dicembre 2012 doveva accadere qualcosa di catastrofico per molti. Mentre per altri ciò che sta accadendo é un cambio planetario della coscienza umana…in entrambi i casi si tratta di profezie che nel corso dei secoli si sono ripetute all’incirca con lo stesso copione.

Ci tengo qui a precisare che non ho intenzione di dirti se sia vero o meno, ma raccontarti un curioso evento che può fare chiarezza su come comportarsi in merito. 

Nel 1954 Marian Keech, una casalinga americana inizia ad affermare di essere in contatto con una congregazione di extraterrestri del pianeta Clarion, che osservando la terra dallo spazio si è resa conto che, quello stesso anno alla mezza notte del 21/12 la terra avrebbe subito una serie infinita di cataclismi che avrebbe cancellato la razza umana.

Ci trovi qualcosa di familiare? Si è qualcosa di molto simile ai Maya……la medium ha così iniziato a creare proseliti, fra i quali si sono segretamente inseriti alcuni ricercatori sociali dell’epoca per osservare il fenomeno dall’interno.

Allo scoccare delle 24:00 del 21/12/1954 la Keech, insieme ai suoi “cercatori” erano ormai pronti per assistere all’evento e chiaramente alla loro salvezza grazie ad una nave spaziale pronta per portarlo lontano dalla terra durante il disastro.

La maggior parte di questi “cercatori” aveva lasciatoil lavoro e la famiglia, visto che ormai il mondo era aglisgoccioli. Ma come probabilmente avrai già intuito non é successo niente…verso le tre del mattino i proseliti erano sbalorditi ed indignati per il fatto che non fosse accaduto nulla, quando ad un tratto la leader del gruppo esce dicendo:

gli alieni mi hanno detto che grazie alla nostra fede abbiamo salvato il pianeta terra dalla distruzione“…adesso dimmi la verità, tu come avresti reagito?

Bhe io con un bel vaffa…formato famiglia, e invece …invece i “cercatori” ci hanno creduto ed il loro impegno nei confronti di quella che oggi possiamo definire tranquillamente setta, hanno iniziato a divulgare il loro verbo in giro per il mondo.

Facendo un vero e proprio lavoro di evangelizzazione…in poche parole, la fede del gruppo invece di vacillare e disgregar si di fronte all’evidenza si è rafforzata. Ma come è possibile?

Il ricercatore (e non il cercatore) a capo della spedizione di spie all’interno della setta, era nientepopodimenoche Leon Festinger uno degli psicologi sociali più famosi al mondo noto per la teoria della dissonanza cognitiva.

Ed è proprio attraverso questa che i ricercatori hanno spiegato l’accaduto, in pratica, l’ammettere di aver avuto torto procura una sofferenza maggiore (la dissonanza) che non il credere di essere una sorta di popolo eletto che ha salvato il pianeta:))

La dissonanza cognitiva, facendo leva sulla coerenza rende le persone stupide. L’esempio classico di questo famoso fenomeno (di cui abbiamo già parlato in tutte le salse) è quando compri qualcosa, ti rendi conto che non hai fatto un buon acquisto e subito dopo, magari nei giorni successivi, inizi a notarne e ad esaltarne le qualità.

E’ una sorta di meccanismo di difesa, che piuttosto di farti sentire “stupido” ti porta a tenere una coerenza con la decisione presa. Immagina di andare ad un corso di formazione da quasi 2000 euro, il marketing è stato fatto ad arte e tu sei quasi convinto di uscire da quel corso volando.

Se lo spettacolo è fatto per bene, esci esaltato, pronto a conquistare il mondo. Ma lentamente inizi a renderti conto che non solo si tratta di un effetto passeggero ma che forse quella cifra era esagerata per la qualità delle informazioni ricevute (che magari potevi trovare a gratis, qui su PsiNeL ;))……e allora cosa fai?

Esatto la maggior parte della gente si comporta come i “cercatori di madame Keech” ed invece di rendersi conto di aver fatto la “cazzata” si impuntano e magari seguono ancora altri corsi, quasi convinti che ciò che non li ha fatto “volare a lungo”sia stato un loro mancato apprendimento o cose del genere. Sai devo ancora fare il master supertraining per capire certe cose” :O

Siamo partiti dai Maya, ma se segui Psinel da un po’ dovevi aspettarti che non avrei parlato di quello in modo esoterico o cospirazionista oppure per paradosso, da iper scettico.

Il messaggio di questo post è di mettere da parte l’orgoglio e la coerenza, soprattutto quando si parla della tua crescita personale, renderti conto che se qualcosa ti sembra non andare è bene approfondire…piuttosto che “avere fede”.

Solo accendendo il cervello, o come direbbe Kahneman “attivando il sistema 2 nei monti più opportuni” si è in grado di superare le trappole cognitive di cui siamo inevitabilmente vittime. E se non è possibile farlo prima, come in una sorta di vaccinazione preventiva (come stai facendo tu adesso leggendomi) tanto vale farlo dopo, acquisendo consapevolezza. 

Fammi sapere cosa ne pensi, se ti è piaciuto il post aiutami a divulgarlo con il Mi piace di facebook e/o con il +1 di google…

A presto
Genna

NB. l’idea del post l’ho presa da un articolo di psicologia contemporanea scritto dal prof.Luciano Arcuri, da cui tra le altre cose ho studiato la psicologia sociale in generale e la dissonanza cognitiva in particolare.

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
“Convegno MYLifeTV” Una splendida avventura…
Sviluppo Personale e Professionale una rubrica “sperimentale”
Conosci te stesso… in una “semplice sensazione”…
Risorse interiori: cosa sono, come attivarle e come evitare l’errore n°1 in questo campo…
10 Commenti
  • Ciao Gennaro.

    Leggo in internet che il nome della tizia che parlava con gli extraterrestri e' Dorothy Martin (Marian Keech e' lo pseudonimo adottato nel libro "When Prophecy Fails" che racconta la storia).

  • Onorata 😀

    Pao

  • Ehi Pao, siamo coetanei 🙂

  • Ciao Genna, anche io del 78 🙂
    Ti quoto totalmente, anch'io mi ritrovo spesso ad elencare ai miei amici più giovani esattamente gli stessi passaggi. Credo che quel signore li' abbia avuto a sua disposizione orde di strateghi del marketing e della comunicazione, visti i risultati che ha ottenuto in termini di persuasione.
    In ogni caso questa teoria della dissonanza credo possa applicarsi ad un bel po' di situazioni in cui viene messa in gioco totalmente la fede in qualcosa, inclusa quella politica…che spesso è un tutt'uno con quella religiosa.
    Infine rispondo da sola alla mia domanda: temo di aver fatto confusione tra dissonanza e ipocrisia… 😀
    Buon sabato!
    Pao

  • Ciao a tutti,
    ragazzi vi prego di firmarvi anche con un nik (pseudonimo) altrimenti non so a chi sto rispondendo 😉

    @ Anonimo1: Si sono argomenti interessanti…ti ringrazio li prenderò sicuramente in considerazione.

    @ Andrea: bhe non posso fare altro che ringraziarti essendo d'accordo con te 🙂

    @ Pao: evitando di parlare di politica…la gente continua a votarlo non perchè stupida ma perchè addestrata da lui negli anni. Io ho una teoria su Berlusconi, non so quanti anni hai ma io ne ho quasi 35…quando ero piccolo mi hanno cresciuto con bim bum bam…crescendo sono passato al drive in… poi striscia la notizia…e poi amici… insomma il suo marketing persuasivo, secondo me, ha seguito le tendenze delle persone che hanno circa la mia età…

    …in pratica ci ha cresciuti "intellettualmente"…forse è meglio dire ci ha addestrati 😉

    Ecco vedi non volevo parlare di politica :DDD comunque tutti incappiamo nella dissonanza cognitiva, per cui siamo tutti dei probabili "stupidi" 🙂

  • Questa teoria spiega tra l'altro perché Berlusconi abbia ancora un elettorato. Da ignorante però mi sfugge un dettaglio: chi, per fare il tuo esempio, ha pagato 2000 euro un corso, sa di aver fatto una cazzata e lo ammette con se stesso, ma poi con molta nochalance ne decanta le virtù in giro per non fare la figura del cretino…è solo un insicuro e non c'entra un accidente, o è possibile che il meccanismo scatti solo in presenza o in relazione con altri?
    Ciao!
    Pao

  • Ottimo post! 🙂
    Sì anch'io sono un essere terrestre e sto commentando questo post sulla terra :-)…
    Certo, come molti che seguono questo blog, neanch'io credo alle profezie… ma credo molto nella formazione…;)
    Infatti quella che le profezie definiscono come "fine del mondo", in realtà la interpreto come una "Rivelazione", ovvero mi chiedo: "Se la mia vita dovesse terminare in questo momento, come l'ho vissuta? L'ho vissuta secondo i miei valori sì o no? Quante e quali emozioni positive sono riuscito a vivere e trasmettere agli altri?" Naturalmente queste domande le faccio con la curiosità di un detective. Poi rendendomi conto di essere ancora vivo mi chiedo ancora: "Che emozioni ho bisogno di provare e secondo quali valori ho bisogno di impostare la mia vita da ora in avanti?"
    Cosa voglio dire con questo commento?
    Semplice: se da un lato le profezie
    spesso sono infondate e quindi non vere, dall'altra ci porta a ricordarci della nostra esistenza temporanea su questo pianeta e per questo, con queste domande possiamo lasciare un segno positivo nella nostra storia.
    Invito quindi a riascoltare o, per chi non l'avesse ancora fatto, ad ascoltare il post di Lunedì 14 gennaio 2013 sul sistema PERMA ;))
    Grazie, perché sono convinto che si integra perfettamente con questo commento,
    Andrea

  • ei Genna…sei grande come al solito.
    Mi chiedevo se ti va di approfondire questi argomenti , immagino che sei spesso alla ricerca di qualche idea, magari trovi interessante: psych-k e anche "armi silenziose per guerre tranquille" . Avram Noam Chomsky ne ha parlato molto. Ho preso spunto da un App gratuita molto bella, si chiama "manipolazione". E' molto attinte con la comunicazione la psicologia, la pnl…e vari strumenti. A presto ciao 🙂

  • Grazie a te 🙂

  • Sei fantastico genna.. grazie grazie grazie.. :-)))
    -kaizen

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK