La Crescita Personale e l’ Immaterialità della Formazione

Ciao,

ti piace guardare la tua libreria? io adoropassarci davanti, prendere un teso che nonleggo da tempo e sfogliarlo, magari allaricerca di qualche buona idea per un post.Ma da qualche tempo i miei libri sonosempre meno, non perché non legga (anzilo faccio anche troppo;)) ma perchè lamaggior parte dei testi sono archiviatinel mio ebook reader.

Ho acquistato il mio primo reader 3 annifa, una vera ciofeca (elibro una roba delgenere), poi la Bruno Editore ha premiatoil mio ebook reagalandomi il Kindle 3, cheahimè si è sciolto al sole di questa estatecaldissima…adesso ho l’ultimo kindle inversione base…sempre bellissimosperiamo che duri 😉

Un tempo guardavo i miei VHS di Bandleri DVD dei primi corsi americani di ipnosie la valanga di libri e pensavo “azz quantosono preparato” 😀 ah ah scherzo…ma nontroppo, perché vedere quante cose avevoapprofondito mi dava sicurezza nel miolavoro. Era uno spettacolo da vedere etoccare con mano…oggi le cose sono moltodiverse…

…la maggior parte dei miei libri è sul lettore(o quasi) e tutti gli audio ed i video per la miaformazione sono (anche qui quasi) tutti digitali.Questo mi ha fatto pensare ad un concetto piùche importante per la crescita personale, unacosa di cui raramente si sente parlare. Di solitoquando si tira fuori questo argomento c’è solochi si schiera con i tecnocrati e chi si schieracon i nostalgici.

Lo stesso è avvenuto migliaia di anni fa quandoè stata inventata la scrittura ed il suo primosupporto. Lo stesso Platone era contro la scritturae diceva che ci avrebbe resi tutti più stupidi,dando primato all’oralità. (Nota OT: penso cheil web possa regalarci nuovamente quel sensodi oralità). E’ inutile mettersi a fare i pro ed icontro, perché la tecnologia vince 10 a 0…e ilsuo sviluppo a dimostrarcelo.

Ok Genna, mi vuoi dire che cosa è sto concettodella crescita personale?

E’ il concetto di attaccamento, cioè della nostratendenza ad attaccarci alle cose e alle persone inprimis come magistralmente dimostrato dallateoria di Bowlby. Oh pensa che bello aprire unlibro, con la carta che ci piace, sentire quelloodore meraviglioso delle pagine fresche distampa… eppure devi ammettere che lo scopodel libro non è idolatrarlo ma leggerlo.

Così ci si può eccitare toccando le pagine diun libro, ma il suo scopo è ben altra cosa. Illibro è solo un mezzo e se segui PsiNeL ti hogià confessato il mio amore per i nuovi mezzidi comuicazione (e se stai leggendo questeparole, probabilmente sarai del mio parere;))e penso che l’immaterialità della formazione,titolo che ho dato a questo delirio del venerdìsia una doppia benedizione 🙂E’ una benedizione perché oltre ad essereecologica, ti permette di avere a disposizionetutto il materiale che desideri senza troppiproblemi. Era davvero terribile, solo unadecina di anni fa, aspettare settimane per unavideocassetta, che con molta probabilitàbisognava riversare in altri formati perchéincompatibile con il sistema europeo.

E’ una benedizione perché ci aiuta a liberarcidall’attaccamento al mezzo. Il libro è un mezzo,quello che deve interessarti è il suo contenutoed il fatto che lo metterai in pratica. Sembrapoco? l’attaccamento può diventare davveroproblematico, non so se hai mai visto quelprogramma dove ci sono alcune persone chesi “murano in casa” perché non riescono abuttare via niente.

L’immaterialità del mezzo però non è immuneall’attaccamento. Anche quella può dare il viaad altre problematiche note, come l’eccesso diinformazioni: oggi con i cloud puoi avere tuttosempre con te. Questo può portare ad un’altraproblematica, la spasmodica ricerca continuadi informazioni. Nel campo della formazionequesto è noto a tutti…non è vero? 😉

Ma di certo questi problemi sono minimi rispettoa chi voleva formarsi 15 anni fa o ai problemidi stoccaggio del materiale. Per cui se sei unfeticista del libro, come me, arrendiamoci aqueste considerazioni… non è il mezzo che fala formazione ed è sempre più necessarioprendere dimestichezza con questi mezzi.

Se non hai un ebook reader non hai idea diquanto sia comodo, quando impari ad usarlo.Hai tutte le tue sottolineature le tue noteben archiviate, puoi vederle in un secondosenza dover sfogliare tutto il libro. E puoianche vedere le sottolineature delle altrepersone, sul kindle almeno si può.

Tranquillo, questa non è una promozioneper venderti un ebook reader o un corso,ma è una promozione al nuovo modo diformarsi. Se hai letto fino a qui un po’ “ticonosco”, sei un curiosone come me 😉e se desideri crescere, devi abbracciaree sperimentare questa formazione.

Una volta alla settimana faccio quasi 300km in auto per andare nel mio studio aMantova. Sono quasi 2 ore ad andare e 2per tornare… che cosa faccio nel tragitto?posso ascoltare la radio, un po’ di musicama di solito mi piace, ascoltare corsi diformazione. Non lo faccio sempre maalmeno una volta al mese un paio ciscappano…

…alla fine dell’anno ho ascoltato in mediauna ventina di corsi audio. Ti rendi contodella fortuna che hai??? puoi scaricare ilcorso che preferisci e ascoltarlo e vederlocomodamente, ovunque, e non c’è nessunoche controlla che tu stia attento, nessunoche giudica la tua comprensione…in altreparole non c’è ansia da prestazione.

Sono convinto che questo semplice aspetto,cioè la mancanza di ansia, migliori di certoil nostro modo di apprendere. Ne ho proveconcrete non solo nel campo della crescitapersonale e della psicologia, ma anche inquello della musica. Di tanto in tanto prendola mia chitarra elettrica e imparo qualchenuovo riff o assolo o pezzo che mi piace.

E lo faccio guardando magari chi quel riff,quel solo o quel pezzo, lo ha creato e nondal mio maestro di chitarra, che lo imita ;)Ok, siamo tutti d’accordo che il rapportoumano è fondamentale per apprendere, maprova tu stesso l’efficacia della formazione”on demand”. E’ qualcosa di meravigliosoe questo post era solo un inno a questanuova…

Formazione Immateriale 🙂 fammi saperecosa ne pensi…

A prestoGenna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Psicologia: “Mentalismo e NeuroMagia”…
Il “pericolo di essere se stessi”: perché la nostra personalità si auto-conferma?
Sviluppo Personale: Tony Robbins e il suo Webinar…
Psicologia: “Vedere con nuovi occhi è sempre un bene?”
6 Commenti
  • Ciao, mi scuso per la velocità di pubblicazione dei commenti ma ho qualche problema con il blog…

    @ Stefano: hai perfettamente ragione e sto lavorando in questo senso…non sono un tecnico informatico 😉 Sto provando varie alternative, cercando il modo più adatto di far scaricare l'audio SOLO a chi è iscritto alla ANL…grazie per il feedback.

    @ Simone: Grazie 🙂

    @ Domenico: Allora dipende dal kindle che possiedi, se è il 3, quello con il lettore mp3 sperimentale…se non ricordo male esiste un modo per fargli leggere i libri, ma non ricordo come. Altrimenti puoi acquistare direttamente audio libri da amazoon… non sono molto preparato su questo 🙂

    @ Massipel: si, anche a me capita così…ma una cosa è scaricare ebook tanto per averli e un'altra è programmare di leggerli, praticarli, usarli. Non è questione di materialismo 😉 Quando erano uscite le prime consolle per giocare, ogni gioco costava una fucilata, ne compravi uno e te lo tenevi fino a quando non l'avevi finito. Poi è arrivata la pirateria su questi giochi, ed avevo una valanga di giochini ai quali raramente giocavo…

    Questo è un'esperienza simile a quella avuta con l'immaterialità della formazione all'inzio… poi nel tempo ho imparato a darmi una disciplina con le cose che scaricavo, e adesso sento davvero il beneficio del nuovo mezzo.

    Cavoli Massipel, mi hai dato spunto per un bel post…grazie 😉

    @ Anonimo: come hai visto l'assenza di commenti è colpa mia, anzi del sistema che li gestisce…grazie 🙂

  • Leggo solo ora questo articolo, e l'assenza di commenti mi fa pensare come mediamente ci siano troppi vecchi e "attaccati" in giro. Bell'articolo grazie, sono d'accordo con te

  • Ti confesso Genna che ho un timore ho la sensazione che avere tanti prodotti in pdf mi sembra come di non averli,considera che come te ho comprato un ebook reader prendendo una sola come si dice a Roma,ma talvolta mi stupisco di avere all'interno del reader prodotti che non pensavo di avere,al contrario qualora fossero in epub li trovo più facilmente perchè inferiori di numero,non sono un materialista anzi ma il libro a me dà di più,saluti

  • Ciao Genna :),
    come faccio ad ascoltare gli ebook in formato audio?
    Sai se Kindle lo supporta?
    Mi piace l'idea di “sentire” un libro mentro guido 🙂

  • Molto bello, mi piacciono queste elucubrazioni filosofiche sul ruolo della tecnologia nell'evoluzione della cultura e l'eterno ma sempre attuale scontro tra "vecchio metodo vs nuovo metodo".

    Ovviamente sono d'accordo con te, la tecnologia è solo un mezzo, quello che deve interessarci è l'acquisizione di informazioni che il mezzo consente. 🙂

    Ciao. 😉

  • Ciao Genna. Sono d'accordo con te sulla nuova tecnologia.Per questo mi chiedevo come mai il tuo blog e tutti i tuoi contenuti multimediali, sia gratis che a pagamento,non stanno seguendo questa evoluzione dettata dall'uso sempre più frequeste dei dispositivi mobili. Seguo da qualche tempo il tuo blog e ho anche comprato il tuo audio corso, ma mi è risultato scomodissimo utilizzarlo. MI piace molto ascoltare i tuoi audiocorsi e anl, ma ho trovato poco pratico il fatto di dover scaricare l'mp3, rinominarlo con titolo, autore (per organizzarli bene) e trasportarli sul lettore mp3. Hai citato il kindle (io ho l'ipad ma è lo stesso), sarebbe bello che i tuoi contenuti siano comodi da utilizzare come gli ebook.
    Ciao e compliementi.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK