Il Valore della Storia per la crescita personale

Ciao,

il delirio di questo venerdì è dedicato ad un tema di assoluto interesse per chi è appassionato di scienza e che quindi sposa la mission di PsiNeL. Quanto è importante secondo te… la storia? c’è chi dice importantissima perché ci insegna ad evitare gli errori del passato e chi dice che non è così importante. Se vuoi vincere un Nobel in fisica non devi conoscere la storia di Newton e aver letto i suoi scritti.

Questa riflessione mi è nata guardando un video che purtroppo non c’è più… per cui potrai solo leggere le mie considerazioni. Come forse saprai alcuni canali di Youtube nascono e muoiono…purtroppo anche quelli molto interessanti.

Sei riuscito a vederlo? forse ti stai chiedendo che cavolo c’entra il parlare di filosofia nella crescita personale e con la vision di questo blog.

Che è quella di prendere le cose utili scoperte nella ricerca in psicologia, per applicarle alle nostre vite…e speranzosamente…migliorarle 🙂

Per cui”il metodo scientifico” è importante per PsiNeL. Ma allo stesso tempo riconosco anche l’utilità della storia, e non solo per evitare gli errori ma anche perché sono un sostenitore del sapere totale e completo.

E’ qualcosa che s’impara alle superiori (in parte): se vuoi conoscere l’opera di un autore/artista è necessario conoscere la sua storia, il suo contesto storico e la sua vita. Se èorfano, figlio unico, adottato, ecc. Sono tutti dati importanti per comprendere l’opera.

Lo stesso per me (e non solo per me) accade con tutte le altre forme del sapere…metodo scientifico compreso…per cui “la scienza”. La mia visione (per definire la “vision PsiNeL”)è quella di un universo interconnesso in ogni sua parte.

Una visione olistica della conoscenza e della scienza… chiamala come vuoi, enanglement, inter-dipendenza, ecc. Si tratta di qualcosa che si può comprendere in modo intuitivo, ed è la scienza stessa a confermarcelo giorno dopo giorno.“Ok Genna è molto interessante, ma cosa c’entra con la mia crescita personale. L’ho capito chedevo studiare la storia…ma cosa intendi?”…

Intendo che lo studio della storia, in generale, sia un ottimo esercizio per comprendere le psicologie del periodo. E anzi uno dei pochi modi per farlo.Lo stesso vale per le modalità argomentative, cioè vedere ad esempio come Galileo si è difeso dalla Chiesa o come si siano vinti i dibattiti filosoficie scientifici di un certo periodo. Molti grandi autori di crescita personale dicono, e confermole loro intuizioni: “leggi i libri dei grandi e le loro biografie“…anche questa è storia 😉

Se invece sei una di quelle persone ambiziose che si aggirano sul web, ed hai deciso anche tu di fondare una tua “metodologia di sviluppo e crescita personale“, allora non puoi fare a meno di conoscere la storia della psicologia. Perché altrimenti si cade nel grossolano errore di andare a “reinventare la ruota”. Un po’ come ha fatto Hubbard nel suo Dianetics (ah non lo sapevi? si tratta di un libro di crescita e non di un testo religioso…ci tengo a precisare che ODIO le sette, Scientology compresa;)).

Altro aspetto fondamentale, in caso tu voglia fare lo “sviluppatore di metodologie” è quello di andare a cercare i metodi con i quali sono state sviluppate quelle moderne. L’altro giorno un mio caro amico ricercatore in filosofia, mi raccontava che l’unica richiesta di articoli scientifici di oltre 10 anni fa, viene fatta solo quando ci sono problemi di metodo. Si va a ripescare “come hanno fatto all’origine”.

Non solo, qualche tempo fa ti avevo anche dimostrato che raccontare la storia di Newtonad un gruppo di aspiranti fisici, li motiva a studiare la fisica. So che sembra una roba da poco, ma non è così…soprattutto se pensi chela maggior parte dei nostri giovani s’iscrive a facoltà umanistiche e non scientifiche (come ho fatto anche io…e detto fra noi lo rifarei;)).

Infine è necessario tenere a mente che siamo“tutti psicologi”. Mentre guardi i tuoi amici ticrei delle tue teorie psicologiche, anche sepensi di non saperlo. Per cui, studiare comealtri hanno fatto la stessa cosa, magari in unmodo più sistematico non può altro che farebene al pensiero. Che è costretto a fare deiconfronti fra le proprie intuizioni e quellealtrui.

Lo stesso studio delle “psicologia storiche” può essere di grande aiuto oggi. Magari andando alla ricerca di quella psicologia ingenua o meno che hanno avuto grandi popoli, come gli Egizi o i Maya. Dato che NON sappiamo tutto quello che c’è da sapere su queste civiltà probabilmente non sappiamo che tipo di “psicologia avessero”. Magari possiamo scoprire che avevano già da tempo scoperto diverse cose…

se ad esempio si sfogliano i libri orientali dedicati alla meditazione, si possono trovare cose come “lo swish” e le posizioni percettive della PNL. Insomma, considerando il fatto che”non c’è nulla di nuovo sotto il sole”, sarebbe bene esaminare con attenzione la storia. Anche se è apparentemente al di fuori della discussione scientifica attuale.

Concludendo: oggi non puoi studiare nulla al di fuori di suo contesto storico. Così come la vera conoscenza è fatta dalla somma di tutti i saperi, anche la psicologia non fa eccezione. E credo che lo studio della storia, possa essere utile, soprattutto se visto come la storia di come pensava chi ci ha preceduto.

E tu cosa ne pensi? secondo te è utile oppure inutile studiare la storia?

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
La febbre dei bambini causata dallo stress della coppia
Crescita personale: quello che ogni “esperto” in questo campo dovrebbe sapere :)
“Come conoscere ed utilizzare le tue risorse interiori imparando a tracciare confini”
Psicologia delle Decisioni: “prendere le decisioni inconsciamente è meglio?”
2 Commenti
  • Ciao Emanuela,
    chiamami pure Genna…oltrettutto ho seguito il podcast di Italo dal primo episodio.

    Il fatto che la storia sia manipolata dovrebbe spingerci doppiamente ad approfondirla…per comprendere almeno in cosa è stata manipolata ed evitare che accada nel futuro.

    Si la storia è stata scritta, probabilmente dai vincitori editoriali del periodo…ma ripeto…non è un buon motivo per NON avvantaggiarsi di quelle cose che invece sono genuine.

    Come farebbe Italo ad insegnare il suo Buddhismo se non ci fosse una storia reale sotto? anche quella è storia.

  • emanuela amabile maria dal santo de munari
    Rispondi

    Gent.mo Dr. Gennaro, mi hanno sempre detto che la Storia è stata scritta dai vincitori e non anche dai vinti e che la povera gente faceva la fame sia fra i vinti che fra i vincitori. Non so se hai ascoltato gli episodi (16 finora)di Tempo di Cambiare di Italo Cillo che hanno evidenziato come la storia scritta sia stata manipolata enormemente. Anche la storia più recente è stata manipolata….. Basta che guardi il video di YouTube 11 settembre 2001 Inganno Globale…. Mi fermo qui, ci sarebbero valanghe di pagine da scrivere…. Grazie emanuela amabile maria dal santo de munari

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK