Apprendimento Efficace: L’Importanza delle Pause durante l’apprendimento

Ciao,

ti ricordi quello che leggi? molte persone midicono “doc, non riesco a memorizzare e/o acapire quello che leggo”. Che cosa succede senon si pensa di non ricordare qualcosa? ci sisforza di più oppure si abbandona. Secondola ricerca entrambe queste strade sono errateper apprendere efficacemente. La seconda loè chiaramente ma la prima?

Un recente studio ha dimostrato che fare dellepause durante la lettura, piccole pause da 10minuti ne aumenta il ricordo dopo 7 giorni. Hotrovato la ricerca sul bellissimo psyblog di cuiti parlo spesso. L’autore inizia il suo post dicendo che stranamente, ricorda molto bene ilibri letti durante i viaggi in treno. Pensavafosse una questione di ritmo ecc…ma forse èperché si è costretti a fare pause ripetute.

Questo non è l’unico studio che evidenzia comedelle piccole pause, possano aumentare in modosignificativo la performace. Infatti ormai è notoche fare, piccoli sonnellini, fare la siesta, farepause programmate ecc. sono tutti stratagemmiutilissimi per l’apprendimento e per evitareeccessivo stress, dovuto al famoso overloadingd’informazioni.

Le difficoltà ad apprendere dipendono da duefattori: il primo è la motivazione che nasce dalpiacere di fare una cosa o meno. Ma può nascereanche da altre questioni, come la competizione ola necessità di fare “il miglio in più”. Di solitochi si trova in questa situazioni difficilmentesarà portato a fare della pause. Chi non riesce,non solo “si stressa” ma rischia anche diapprendere molto meno.

Spesso è per questo che alcune aziende vannomale. Lo so che è difficile vederlo, ma moltofrequentemente chi lavora in proprio, e puòdecidere su cosa concentrarsi, può deciderecome dividere il proprio tempo, fa moltepiù cose e la fa meglio di più persone chesono costrette a farlo, e sono costrette asottostare ai tempi decisi da altre persone.

Questa estate ho letto “State of perfection“di Joseph Riggio, davvero molto bello. Eduno dei mantra che Riggio continua a ripetereè, parafrasando…”imparare ad apprendere èla cosa più importante che tu possa fare”. Seci pensi è proprio così, se scopri come faread apprendere meglio tutto migliora…perchè?Perchè tutta la vita non è altro che una serieinterminabile di apprendimenti.

C’è chi pensa che “non ci sia più nulla da imparare” o che si arrivi ad un certo punto dellavita dove non s’impara più. E invece ti assicuroche impari cose nuove tutti i giorni e a tutte le età,con le dovute differenze fra un bambino di seianni ed un anziano di 70. Ma ti assicuro che hoconosciuto ottantenni intenti ad apprendereil tedesco o a navigare in rete. Ecci perchéè importante imparare ad imparare.

Ed ecco un segreto di pulcinella, per chi èallenato a studiare. Fare delle soste ripetuteè un buon modo per rafforzare il ricordo efacilitare la memorizzazione successiva. Ma laconferma della ricerca rafforza questo concettoe ci permette di generalizzarlo, insegnandomagari agli studenti, a trovare i loro tempidi apprendimento e il loro modo di “farepausa”.A prestoGenna

Ps. fra una settimana “Fai la Domanda Giusta“non sarà più disponibile al prezzo di lancio.

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
psicologia sessuologia: chi tradisce è meno intelligente?
Psicologia: “Derek Ogilvie afferma di avere un contatto telepatico con i bambini, sarà vero?”
Svelare le menzogne: “la Reid Technique – una tecnica di interrogatorio – “
Come condurre un interrogatorio…alle streghe;-)

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK