Comunicazione Assertiva: Smettila di farti mettere sotto (Esercizio Anti-Downer)

              il tuo capo, il tuo partner o qualche tuo amico ha la tendenza a “metterti sotto”? Noi psicologi chiamiamo questo tipo di persone “downer”, perché hanno la costante tendenza a  mettere sotto di se gli altri. C’è chi lo fa per sentirsi più bravo, ma c’è anche chi lo fa per altre motivazioni più sottili e pericolose. Nella ANL di oggi scopriremo come far fronte a queste persone, sviluppando le nostre doti di  comunicazione assertiva.   http://www.psicologianeurolinguistica.com/downer.mp3 Sei riuscito a sentirlo? Si tratta di semplici consigli, dei quali, quando si afferra la loro logica, si può davvero imparare a gestire questo genere di persone. Ma prima è utile commentare l’ultima frase della ANL, e cioè il proverbio arabo: se mi offendi la  prima volta la responsabilità è tua, ma se lo fai  una seconda volta ed io mi offendo la responsabilità  è mia, perché ti ho permesso di offendermi. Come ti ho detto nell’audio, qui non si tratta di imparare a sopportare i downer, ma di farli smettere. Questo è difficile? sicuramente si, cambiare i comportamenti degli altri è una delle cose più difficili al mondo. Ed è per questo che hai bisogno di consigli 😉 Ecco i miei consigli Anti-downer. 1) Fai il loro gioco: mettiti volontariamenteone down, o per essere più evangelici, porgi l altra guancia. Ma fai in modo che, via via che ti sbilanci nel metterti sotto, tu possa di tanto in tanto fargli notare, utilizzando un t ono ironico questo tipo di atteggiamenti, un buon modo per farlo è quello di ripetere le parole che hanno appena detto, ogni volta che cercano di tirarti giù. Es:” hai visto che ben lavoro che hai fatto? Ma io mi  chiedo dove andremo a finire se continui a fare così?” …risposta: “chissà dove si finirebbe se continuassi a  fare così“. Sembra un modo di accettare,  ma non lo è affatto, a volte può apparire molto irritante, per cui vacci piano con il sarcasmo. 2) Fai orecchio da mercante: fingi di non ascoltare. Un modo ottimo è quello di andarsene mentre l altro ti sta attaccando. Lo so, sembra la strategia del coniglio che scappa, ma non voglio che tu fugga, ma che con calma tu ti allontani da quella situazione, proprio come ti allontaneresti nel vedere qualcosa che non ti piace e di cui non vuoi fare parte. 3) No “Non Verbale”: la terza strategia è simile alla seconda ma invece di andartene, qui resti li davanti, guardi in un punto nel vuoto e muovi la testa in senso negativo. Comunicando con il tuo non verbale il tuo disappunto …non devi dire niente…solo fare di no con la testa, guardare da un altra parte…e restare li …e ricordarti di farlo ogni volta che ti sembra che l altro cerchi di metterti sotto. 4) Meta comunica: fai commenti su come la persona usa il suo paraverbale, ad esempio: “non ti sembra che con questo tuo modo di fare possa farmi sentire sbagliato o inferiore?”, facendolo tutte le volte che ti sembra sia così, magari ripetendo le stesse identiche parole ogni volta. Ricorda, più è invisibile la tua osservazione e meglio funziona (sii indiretto, utilizzando vari attenuatori, es: “mi chiedo se…” “forse il tuo tono”. 5) Sii diretto: diglielo in faccia, ad esempio “smettila di farmi sentire inferiore” e anche qui faglielo notare ogni volta che lo fa…e ripetigli le stesse parle dirette. Usa questa strategia solo se sai che la persona sarà in grado di tollerarla. Ricorda che “dire le cose in faccia” e si importante, ma anche tanto delicato. Puoi utilizzare tutte queste strategie e magari notare quelle che metti naturalmente in atto, e vedere quali effetti danno. Puoi usarle tutte assieme oppure scegliere quella che si adatta di più al tuo modo di essere. Se è un tuo caro amico, cerca di essere discreto ma deciso, ed impara come sopportarlo magari utilizzando la sua inclinazione. I downer fanno questo per un qualche motivo, che a me francamente non interessa (o meglio si a me interessa ma magari a te no;)) ciò che è importante è scoprire le chiavi per mettere la parola “fine” a questo genere di atteggiamenti nei nostri confronti. A presto Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Comunicazione on-line: Un Artigiano dell’informazione…
“Perchè migliorare la tua Voce”
Comunicazione Terapeutica: “Tecniche verbali e ristrutturazioni…abili giocolieri del linguaggio”
10 modi per migliorare le tue conversazioni
9 Commenti
  • Alex - Alias Alive
    Rispondi

    Ciao Genna
    Quando mi trovo davanti a persone maleducate (gruppi di ragazzi che stuzzicano ecc.) diventa difficile mantenere la calma, soprattutto se questi si avvicinano e iniziano a fare contatto fisico fastidioso di proposito magari anche spingendoti un pò.
    Ho spesso il timore che situazioni del genere si presentino perchè non saprei come agire ne verbalmente ne in generale, sai.. non vorrei trovarmi a reagire in modo sbagliato in situazioni del genere perchè sarebbe facile essere presi da troppe emozioni negative e magari fare qualche danno.
    Hai qualche consiglio da darmi? come potrei agire in queste situazioni verbalmente o semplicemente per non reagire e andarmene mantenendo la calma? Grazie Genna 🙂

    • Ciao Alex
      la prima cosa da fare è cercare di mantenere la calma, anche se è solo apparente. Resta presente cercando di non dare peso alle spinte che ricevi, a meno che non siano dirette. Ti ricordo che un attacco fisico, come un pugno sul viso è essenzialmente un reato, se qualcuno arriva a quello puoi andare dalle forze dell’ordine.

      Non so quanti anni hai Alex, so che se fossi adolescente dire che li denunci non ti aiuterà a sentirti meglio. Ma se hai più di 20 anni e temi che succeda qualcosa fisicamente, fidati, al limite minaccia di denuncia ed eventualmente denuncia. Dopo che ti hanno risarcito decine di migliaia di euro gli passa la voglia.

      Essenzialmente il tuo comportamento deve essere:
      – Tranquillo e menefreghista
      – Se ti insultano, fingi che non ti tocchi, immagina che si tratti dell’insulto di un cretino
      – Non rispondere mai direttamente, al limite dagli ragione es:
      “Sei un cretino”… risposta “si forse di tanto in tanto faccio cretinate”
      Rispondi solo se necessario e lasciati scivolare da dosso ciò che dicono, le tue risposte di rabbia
      frustrazione ecc. sono il loro carburante. Non darglielo!

  • Ciao Viviana,

    si sto cercando di ovviare a questo problema… mi spiego. Se t'iscrivi (permettimi il tu e fai altrettanto) alla ANL ricevi tutte le settimane una mail con dentro il file in mp3 ed anche in versione zip…

    purtroppo però se uno s'iscrive oggi non può andare a ripescare le vecchie ANL per cui sto creando una pagina da cui saranno tutte scaricabile. Tieni conto che sono più di 150:) per cui non è un processo velocissimo.

    La pagina sarà visibile solo agli iscritti …come sempre gratis 😉

  • Buongiorno,vorrei salvare questa ANL ma non so come fare poichè la mia iscrizione è più recente del suo post. e' possibile salvarlo su file mp3? Se si come?
    La ringrazio in anticipo. Complimenti per il Suo interessante lavoro!

  • Grazie! Non me ne ero accorta!

  • Grazie a tutti..
    @ Elena: puoi ascoltarle se ti iscrivi alla anl.
    Riceverai il file In formato mp3 ascoltabile
    anche da iPad

    Ho già risposto all'aninonimo sia con la risposta di Elena e sia con una in privato
    e adesso vi ri ingrazio tutti…Paolo compreso ch non ho ancora nominanto e vi auguro una super estate:)))

  • Ciao! Un dettaglio tecnico ..da iPad (mezzo con il quale vado abitualmente in internet)non riesco a sentire le tue ANL! e mi dispiace un sacco… Non c'è un altro modo per sentirle?… Non mi compare proprio nemmeno l'icona….

  • ciao Genna,argomento molto interessante e spiegato come sempre perfettamente.buone ferie meritate!!!!ps: e' possibile salvare i tuoi post su file mp3.se si come si fa?

  • Grazie della ANL Genna, molto interessante come lo sono tutte del resto. Passa un buon periodo di riposo e stacca un pò gli occhi dal monitor… (consiglio da amico più "anziano"). So che non ci riuscirai ma provaci 🙂 Un abbraccio pieno di riconoscenza – Paolo C. – (Paul)

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK