Autocontrollo: Come Sviluppare la tua Forza di Volontà

 Ti piacerebbe aumentare il tuo auto-controllo? due settimane fa ti ho parlato del potere della procrastinazione e di come allenarti. Da poco abbiamo individuato i meccanismi che sono alla base dell’ auto-controllo, ed alcuni ricercatori hanno già trovato alcune modalità per svilupparlo attraverso semplici esercizi.

 

 

 

Sei riuscito ad ascoltarlo? questo fantomatico esercizio scientifico, non fa altro che confermare le teorie che gli psicologi hanno intuito da anni. E cioè, che anche l’auto-controllo è uno stato di coscienza, e come tale puoi allenarti a provarlo e sperimentarlo con maggiore intensità. Proprio come puoi allenare la tua concentrazione  attraverso la meditazione. L’idea di questo semplice esercizio mi è sorta guardando questo video del TED, in cui Jordan Siberman ci mostra come ha migliorato l’auto- controllo dei suoi soggetti attraverso un bio- feedback:

  Semplice vero? l’autore non sa esattamente cosa stia capitando nel processo di pensiero dei soggetti, ma può vederne i risultati attraverso uno schermo che funge da feedback per i soggetti stessi. Ed è proprio su questo che ho basato il mio esercizio, sul feedback, cioè sulla tua capacità di capire ed interpretare i segnali che arrivano dal tuo corpo… segnali che indicano auto-controllo.

Ecco la struttura dell’esercizio:

1) Oggetto del desiderio: trova un evento o un oggetto al quale fai fatica a resistere. Potrebbe essere un cibo, un lusso o qualsiasi altra cosa a cui fatichi a “dire di no”.

2) Vivilo: immagina di avere questo “oggetto del desiderio” proprio davanti ai tuoi occhi. Guardalo, ascoltalo e percepiscilo con tutti i tuoi sensi, sentiti, come se lo avessi realmente davanti a te.

3) Scatto del meccanismo: continua a guardarlo e senti quando percepisci il meccanismo dell’azione che ti spinge ad ottenerlo. Vivilo sino a quando senti che qualcosa ti spinge irresistibilmente verso quell’oggetto e nota la sensazione che fa scattare il tutto. Nota in quale punto del tuo corpo la senti.

4) Ripeti ed espandi: ripeti l’esercizio trovando un ennesimo “oggetto del desiderio” e mentre lo immagini davanti a te, nota se le sensazioni che attivano la voglia di averlo, sono simili a quelle che hai provato prima. Nota se si trovano nello stesso punto, se hanno un’eguale intensità, ecc. Fallo con altri “oggetti” cercando le costanti, cioè sensazioni simili.

5) Allenati: ogni volta che senti quella sensazione in modo naturale, e noti che ti sta realmente dando un feedback sul tuo auto-controllo, congratulati silenziosamente con te stesso 😉 e se vuoi, puoi scrivere tutto nel tuo quaderno della crescita personale…non lo hai? vai a comprarlo ;))

Come avrai notato questo semplice esercizio sfrutta due principi noti in psicologia: che l’apprendimento è stato-dipendente e che il cervello non distingue ciò che è vividamente immaginato da ciò che è realmente vissuto.

Ti invito a sperimentarlo e a farmi sapere come è andata, lasciando un commento qui sotto.

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Trovare l’equilibrio interiore è una leggenda?
Come diventare meno “impressionabile”
Resilienza e Mindfulness: “Sopravvivere nel nuovo Millennio”
Richard Bandler: “come cancellare le brutte memorie”…
13 Commenti
  • Ciao,
    certo che può essere utile, soprattutto se queste
    visioni influiscono negativamente sulla tua vita
    sociale e soprattutto sentimentale. Ci farò un
    pensierino…grazie per lo spunto 😉

  • Ciao Genna,
    questo esercizio può essere utile anche per uscire dalla pessima abitudine di vedere porno? o ne consigli altri? Sicuramente conosci gli effetti negativi che ne derivano a livello neuropsicologico, sociale ecc.
    ps mi farebbe tantissimo piacere se un giorno dedicassi un podcast a questo spinosissimo argomento.
    Grazie in anticipo per la risposta e continua così 😉

  • @ Bud,
    devo darti ragione, anche se l'esercizio è davvero valido…

    @ Giovanni:
    grazie a te… per promuovere il tuo lavoro ti consiglio un nome più corto ed un link al tuo sito 😉 così sembra più violento ed irritante…non per me, altrimenti non ti pubblicavo 😉

  • L'esercizio mi piace un pò meno degli altri, perchè secondo me rinforza degli schemi inibitori, che possono portare a dinamiche poco funzionali. Preferisco, invece, allenare la forza di volontà amplificando l'intensità della spinta volitiva, del "senso del volere".
    Se si impara a volere sempre più fortemente e profondamente, allora gli ostacoli vengono spazzati via.

  • grazie gennaro per i tuoi preziosi suggerimenti

  • Sono un superappassionato di PNL e mente in generale. E' da parecchi anni che provo a smettere di bere il caffè inutilmente. Mi impegnerò con questo esercizio!!

  • Anonimo: credo di si ma non con lo stesso processo.

  • Ciao Naomi,
    trovi il mio indirizzo nella barra qui a destra…genna78[AT]gmail.com

  • Questo esercizio è grandioso! Il fatto che si possa sviluppare la propria forza di volontà è un grandissimo passo avanti. Mi chiedo se sia possibile utilizzare lo stesso esercizio per ottenere l'effetto opposto , cioè fare in modo da non riuscire a resistere a qualcosa.

  • Ciao gennaro! ho letto "guardarsi negli occhi fa innamorare"…vorrei chiederti una cosa riguardo una situazione che sto vivendo, senza farti perdere troppo tempo ovviamente, come faccio a scriverti in privato? grazie mille. Naomi

  • provvederò a consigliarlo anche alla mia ragazza per aiutarla ad aumentare l'autocontrollo per smettere di fumare 🙂 spero solo che mi dia retta 🙂

  • Grazie 🙂

  • Complimenti! Esercizio davvero interessante!

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK