Metodo e PNL: Intervista a Giuseppe Vercelli

Sono appena tornato da Roma dal Forum delle Eccellenze il più grande evento dedicato alla formazione in Italia. Ho avuto modo di conoscere un sacco di persone e di costruire delle nuove partnership… ma la cosa più bella è stato poter essere a contatto con i relatori.

 

Così sono riuscito a “rubare per te” delle piccole interviste… La prima che ti propongo e al Prof. Giuseppe Vercelli di cui abbiamo parlato più volte a proposito del modello SFERA. In questi 3 minuti di intervista Vercelli ci racconta che cosa ne pensa della PNL e come farla funzionare al meglio…e non solo…

 

 

Sei riuscito ad ascoltarlo? Perdona la qualità audio ma eravamo nella hall dell’albergo, e con 1000 partecipanti al corso, non è stato facile trovare “il silenzio”. Come prima cosa voglio da subito dirti che mi è piaciuto tantissimo, molto oltre le mie aspettative…

 

…e fra i relatori Vercelli è stato il mio preferito. Se hai letto lo scorso post sul suo metodo SFERA avrai di certo intuito che questo modo di “vedere la prestazione” può essere applicato in ogni area della nostra vita, e non solo nello sport.

 

Tutti possediamo quella “zona di eccellenza” che ci permette di dare il massimo nelle situazioni della vita, anche le più banali. Ecco la trascrizione completa della intervista:

 


 

Genna: ciao a tutti gli amici di Psinel finalmente sono riuscito a fermare il prof. Giuseppe Vercelli del quale abbiamo parlato tante tante volte…sono contento di essere riuscito a fermarlo purtroppo non abbiamo molto tempo per cui stringo velocissimo e parto subito con la prima domanda

 

Vercelli: beh penso che il punto di forza della PNL sia un po’ la sua origine, quindi come è stata studiata e come sono state identificate le varie tecniche io la utilizzo sotto forma di tecniche…

 

…però all’interno di un modello…penso che la PNL possa essere molto molto forte efficace e potente quando è utilizzata allo interno di un modello di riferimento…questo è il mio pensiero…

 

quindi questo mi fa veni un po’ in mente quella formula dell’alta prestazione che ha detto ieri, con il modello alla base diciamo a denominatore…

 

V: eh si questo è quello che io penso di ciò che metto in atto nel mio lavoro quindi quando si parla di alta prestazione ci sono le risorse tecniche, quindi …l’hardware della situazione…poi c’è il software che rappresentano le nostre capacita e la nostra personalità e poi c’è il metodo e il modello che rappresenta il progetto che io metto in atto quando voglio fare un intervento…

 

…nel nostro campo in ambito psicologico psicoterapeutico di ottimizzazione della prestazione o nel coaching, credo che le tecniche di PNL siano in assoluto le più efficaci …ripeto a patto che siano inserite all’interno di un progetto, altrimenti potrebbero addirittura essere controproducenti.

 

G: benissimo intanto la ringrazio, quale metodologia psicologica e affascina maggiormente …so che l’argomento è un po’ vago…

 

V: cosa intende per metodologia psicologica?

 

G: so che lei ha il suo punto di riferimento che è il costruttivismo pero c’è qualcosa che ultimamente sta attirando la sua attenzione ultimamente qualcosa che la incuriosisce particolarmente, lo studio di un autore in particolare o qualcosa che diciamo lei tiene li nel cassetto…non qualcosa che ha già fatto come l’ipnosi e quant’altro.

 

V: beh si se come metodologia intendiamo approccio psicologico sicuramente la mia origine è costruttivista e io sviluppo sempre i miei studi in questo ambito anche facendo riferimento alle neuroscienze che da tempo certificano il costruttivismo che prima era solamente teorico. Poi io sono anche un ipnotista quindi in questa ottica mi muovo molto nel mio aggregamento professionale.

 

Se devo dire quale è un approccio che mi sta a cuore e su cui sto lavorando da tempo un po’ dietro alle quinte …e quindi non bisogna dirlo tanto forte…

 

no no chiaramente sto scherzando m’interessa molto la psicologia transpersonale…quindi l’approccio transpersonale perché in questo modo studiamo le dimensioni le facoltà superiori della nostra mente senza sconfinare nello spirituale. E quindi rimanendo in ambito psicologico abbiamo accesso a queste nostre intuizioni, la creatività, l’insight…

G:ok perfetto, benissimo è molto interessante io approfondirei lo dico ai lettori …soprattutto ma li stanno per chiuderci fuori (alcune parti dell’ evento erano a porte chiuse con massimo rispetto della
puntualità) …al volo un ultima domanda se ha due o tre consigli da dare a chi fa il nostro mestiere…il suo mestiere.
V: ma uno in particolare mi sento di consigliare questo, quando si vuole entrare in questo ambito è assolutamente opportuno per specializzarsi, quindi scegliere una strada magari super super
specializzata e poi da li costruire attorno a questa iper specializzazione tutto il resto. Mi riferisco in modo particolare ai giovani psicologi nostri colleghi.
 

G: va bene ringraziamo il prof. Vercelli un saluto a tutti gli amici

—————————————————————————–

 

Tre minuti d’intervista in cui Giuseppe Vercelli ci dice un sacco di cose interessanti, soprattutto se nella vita desideri fare lo psicologo, il coach o il consulente nell’ambito dell’alta performance.

 

“Avere un progetto” è la caratteristica di chi ottiene davvero risultati, utilizzare qualsiasi tecnologia senza avere chiaro in testa che cosa ci si vuole fare è uno degli errori principali di chi si
avvicina a queste discipline.

 

E’ bello anche ascoltare come viene utilizzata la PNL ad alti livelli, infatti Vercelli ha preparato e prepara atleti olimpionici, oltre ad essere un “vero” professore. Oggi basta fare un paio di corsi per poter sfoggiare i nomi più affascinanti, trainer, master trainer, ecc…quando pochi possono dire “sono un professore” oppure “ho preparato questo.

 

Vercelli è uno di quelli che può dirlo, e approfondendo sempre più il suo metodo (SFERA) ti renderai conto che non si tratta del solito nome “per vendere” ma di un vero e proprio modellamento dell’eccellenza dell’alta prestazione

 

Voglio ancora ringraziare Giuseppe Vercelli per la sua grande disponibilità, e ringraziare tutto lo staff di performance strategies che mi ha fatto passare 3 bellissimi giorni. Se sei interessato a conoscere “il pensiero dei grandi” resta collegato perchè nei prossimi giorni posterò le interviste
che ho fatto agli altri partecipanti.

 

Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
PNL: “persuasione con il ricalco dei sistemi rappresentazionali”
Richard Bandler: “come superare brillantemente gli esami”
Out of Body Experience (OBE) ed il Rapport della PNL
PNL: “calibrazione per comunicare meglio” ;-)
2 Commenti
  • Ciao Niko,
    per prima cosa ti ringrazio :))
    e come seconda cosa ammetto di non essere molto preparato in questo campo. Ho seguito il seminario, ho letto un libro ed ora ne sto leggendo un altro…ma non sono "esperto".

    Mi hai letto nel pensiero (non nel senso piennellistico ;)) voglio proprio utilizzare alcuni esercizi che prenderò dai libri di Vercelli.

    Grazie
    Genna

  • Ciao Genna!
    Innanzitutto complimenti! Sei davvero una grande persona, si vede benissimo che sei competente e che il tuo interesse è quello di migliorare la qualità della nostra vita attraverso le tue conoscenze, quello che fai è una cosa davvero nobile! Sopprattuto i questi campi pieni di venditori di fumo che ti propongono la soluzione magica a tutti i tuoi problemi! Sono davvero commosso 🙂

    Sono interessatissimo al metdo SFERA, la mia domanda è: nella pratica come si fa ad utilizzare questo metodo? ci puoi fare un ANL che ci dia gli strumenti pratici per attuarlo?

    Grazie mille
    Mi raccomando continua così!

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK