Giuseppe Vercelli: il Metodo SFERA

Ciao,
è ufficiale sarò uno dei blogger del forum delle eccellenze 🙂
un evento galattico a cui parteciperanno 1000 persone con
l’intervento di 6 super esperti di eccellenza e il grande Francesco
Tesei. Fra questi c’è un collega, Giuseppe Vercelli, psicologo,
psicoterapeuta, docente di psicologia dello sport ed esperto di
ipnosi. Al forum parlerà di psicologiadell’ alta prestazione.
Ricordo ancora quando circa 7 anni fa acquistai il suo “ghiande
dello stesso ramo” un libro di “ipnosi” in cui vi erano numerose
metafore alcune delle quali prese dal lavoro di Milton Erickson.
Insomma, per il forum anche quest’anno hanno dato il massimo
e sono andati a pescare un vero esperto del settore…
Vercelli ha preparato diversi atleti attraverso il metodo SFERA, un
acronimo che racchiude gli elementi necessari per ottenere una
alta prestazione. Guardalo in azione…

Hai visto il video? Ok, allora hai visto il metodo SFERA all’
opera, per comprendere velocemente cosa significa questo
acronimo ti basta pensare che sia stato sostituito il termine
“zona di eccellenza” con “sfera di eccellenza”…ma a differenza
della “zona” il metodo SFERA contiene in se già le indicazioni
per entrare nella tua “zona”. Si tratta parlando “piennellistimente”
del modellamento dell’eccellenza che per Vercelli passa
attraverso:
1) Sincronia: si tratta della capacita di essere nel presente,
portare la propria attenzione alla sincronia di ciò che ci accade
nel tempo di adesso. Una sorta di stato di flusso, di azione
sincronizzata con se stessi e il mondo circostante. Primo passo
essenziale del metodo. Coordinazione fra gioco interiore ed
esteriore direbbero gli americani, secondo Vercelli lo strumento
principe per farlo è il controllo dello stato attraverso il self talk,
cioè il dialogo interiore…o come lo chiama lui, il linguaggio
ipnotico.
2) Forza: si tratta di lavorare sui punti di forza degli atleti,
portando in quelli e lasciando le “aree di miglioramento” al
prossimo allenamento. Il rievocare i punti di forza permette di
aumentare lautoefficacia, cioè della consapevolezza di essere
in grado di fare qualcosa. È la abilità e la convinzione di essere
in grado di compiere qualcosa di specifico…diventando un
apparato che si “auto organizza” la mente è in grado di
capitalizzare i punti di forza” e far si che questi ci motivino a
crearne e svilupparne di nuovi.
Gli strumenti principali della Forzasono: il rinforzo dell’
autoefficacia attraverso il richiamo di risorse, la modifica delle
convinzioni limitanti e il saper pianificare gli obiettivi.
3) Energia: imparare a dosare l’energia è uno dei fattori chiave
del successo. Vercelli parla di energia nello sport, ma è chiaro
che questo concetto è valido in tutti i campi, ad esempio egli cita
l’importanza di chiudere tutti i compiti in sospeso, perché rubano
energia, come descritto nel famoso effetto Zeigarnik.
Come si vede nel video è molto importante che gli atleti scoprano
come conservare e far esplodere l‘energia al punto giusto.
Strumento principale è la capacità di controllo sulla forza di

volontà (conscio) e sullamotivazione (inconscio).

4) Ritmo: tutta la vita è ritmo, quando le persone vanno d’accordo
e comunicano stanno usando “lo stesso ritmo”. In natura quando
una cosa funziona bene, sta andando a “ritmo con le altre”. Il
giusto ritmo è un fattore chiave del successo nella vita, essere
troppo o troppo poco attivi sono due nemici dell’eccellenza, ed è
per questo che è importante scoprire come dosare l’energia che
abbiamo precedentemente analizzato e “creato”.
Uno degli strumenti principi è quello di innalzare i “picchi e di
affossare le valli”. Cioè quando bisogna dare il massimo spingere
questo picco il più alto possibile, mentre quando si è nelle fasi di
rilassamento e riposo, essere completamente disattivati.
Un metodo per entrare nel giusto ritmo è quello di far “girare
nella propria mente una canzone preferita“. Spesso un
semplice espediente del genere è in grado di dare molto ritmo
alle nostre azioni e ai nostri movimenti. Nel metodo SFERA il
ritmo è la massima espressione del movimento in sè.
5) Attivazione: è la capacità di attivarsi e motivarsi nel modo
e nel momento giusto. Attivarsi significa prendere la volizione
frontalmente, è quella capacità che ci permette di fare “il passo
in più”, la differenza che fa la differenza quando ci serve quella
“forza” che nasce dalla capacità di “decidere” di voler essere
attivi…o proattivi. Gli atleti hanno dei rituali che gli permettono
di attivarsi, delle ancore composte da rituali fisici e mentali che
se modellati possono permettere un’attivazione “a comdando”
utile durante la gara. Concentrandosi sulla parte inconscia ed
automatica del gesto piuttosto che sulle risorse coscienti
dell’atleta.
SFERA ecco il nome del metodo di Giuseppe Vercelli che potrai
vedere in azione al Forum delle Eccellenze fra pochi giorni. Come
ti dicevo io sarò presente come “blogger ufficiale” per cui se sei
da quelle parti mi piacerebbe conoscerti 😉 e se non hai ancora
deciso se partecipare o meno ti ricordo che passando attraverso
questo blog avrai due Bonus: 50 euro di sconto sulla quota di
partecipazione e una serie di Audio Training creati da me, una
sorta di “secondo corso in regalo” 😉 Clicca qui per averli…
Ho preso il metodo SFERA dall’ eBook omaggio che regala il
Forum delle Eccellenze a chi è incuriosito dai relatori di
questo anno. Fra i quali ci sarà il grande Paul McKenna che
non vedo l’ora di incontrare. Ogni giorno scriverò qualcosa
come “insider”, raccontandoti che cosa sta accadendo, quasi
in tempo reale” all’interno del Forum. Mostrandoti i punti
salienti dell’incontro. Per cui, se non sei riuscito ad iscriverti
t’invito a seguire il mio blog durante il 16, 17 e 18 marzo (la
prossima settimana) e iscriverti al mio canale di Twitter,
attraverso il quale manderò messaggi istantanei sull’evento.
Sono davvero emozionato all’idea di partecipare a questo
evento meraviglioso… spero di conoscerti dal vivo 😉
A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Psicologia delle relazioni: “Patti chiari e amicizia lunga”
Psicologia: pavoneggiarsi è indice di insicurezza?
“Il BIvio” – Ipnosi Regressiva a Marco Columbro – Fisica Quantistica
A scuola di Ipnosi Vol.5: Causa ed Effetto ed Equivalenza Complessa
4 Commenti
  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Grande Manuel,
    hai visto che ti ho citato ultimamente? 😉

    certo non mancherò di riportare il possibile e l'impossibile 😉
    Grazie

  • Ipnosi Strategica
    Rispondi

    Grande Paul Mc Genna!!
    Aspettiamo i tuoi contributi!!!
    Manuel

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Grazie Roland 🙂

  • Ciao Genna,
    complimenti per il ruolo di blogger ufficiale dell'evento.

    Ovviamente seguirò il tuo blog per conoscere -sintetizzati- i punti salienti dell'evento.

    E così finalmente incontrerai il tuo sosia maggiore Paul Mckenna…
    sarà un'incontro pieno di messaggi importanti, per te e per la tua costante crescita.

    Ti stimo
    Roland

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK