Crescita Professionale: Siamo tutti venditori?

Ciao,

visto il successo dei post dedicati alla crescita professionaleho deciso di condividere con te un’ altra abilità che ho trovatoessere fondamentale nel mondo del professionismo. E’ una di quelle abilità che sono sotto il naso di tutti ma che molti ritengono “brutta”, “sporca”, ed è quella di sapersi vendere. In un modo o nell’altro tutti “vendiamo qualcosa” anche se saperlo può non farci piacere…perché? facciamo una prova: prenditi qualche istante per immaginare un venditore, cosa vedi? probabilmente avrai immaginato un uomo vestito per bene che “rompe le scatole alla gente”. Uno che bussa alle porte e con, poco scrupolo, cerca di rifilarti il suo prodotto… è andata così?La maggior parte delle persone vede in questo modo ivenditori. Questo “stereotipo” ci arriva dritto dalla nostracultura e sono davvero molti i motivi, il primo è di certo ilnostro legame “italiano con la chiesa”… ma soprattutto leragioni storiche e culturali. Se ci pensi fino a pochi anni fachi aveva un negozio non doveva “vendere”, perché conmolta probabilità se vendevi “scarpe” eri l’unico ad averle.Puoi c’è stato il boom della concorrenza e allora tutti sisono lanciati alla ricerca di modalità per “vendere di più”.Chiaramente le ragioni sono ancora più antiche edarticolate, ma questo non è un articolo sulla vendita ;)Così, quello che ho capito nella mia piccola esperienza dilibero professionista è che esistono solo poche strade perovviare alla “vendita“… “o sei un venditore naturale chenon ha alcuna difficoltà nel farlo oppure devi imparare afarlo. Se proprio non vuoi, allora devi associarti a qualcunoche lo faccia per te o, in questo mondo sarà davvero moltodifficile che tu abbia delle soddisfazioni professinali chesiano proporzionali alle tue aspettative”. Oggi, e aggiungereipurtroppo, anche se sei il gelataio più bravo del mondose non sai promuovere la tua gelateria resterà desertae questo, anche se fare il gelato ti dà enormi soddisfazionipersonali, porterà… presto o tardi…alla chiusura del tuoesercizio.Se sei un professionista, il mio semplice consiglio è:dedica un po’ di tempo a sviluppare le tue abilità nellavendita… oppure associati a persone che lo facciano perte. E’ davvero un peccato non poter mangiare un gelatoeccezionale solo perché nessuno scoprirà che sei il migliorgelataio del mondo 😉 Ovviamente non sto neanche adirti quale è, secondo me, il mezzo più potente che oggiabbiamo tutti a disposizione per affinare questo tipo diabilità… la formazione personale…e non sto neanche adirti quale è il mezzo di comunicazione per poterlo farein modo davvero efficace… internet 😉Vendere non significa tirare sole a caso! oggi sappiamotutti che basta un piccolo articolo su di un blog davverosconosciuto per far precipitare il nome della nostra attività. Pensa che tempo fa un collega mi chiedeva ditogliere il suo nome dal mio blog, nel tempo ho scopertoche il suo nome era citato in un commento davvero molto negativo. Ho provato a cancellare il commento che,era davvero denigratorio, ma se cerchi il suo nome sugoogle il primo risultato è ancora il mio blog. E anchese ho cancellato quel commento, le prime parole delrisultato di ricerca bastano per rovinargli l’immagine.Questo non deve essere usato come deterrente controtutti, ma contro “chi non fa bene il proprio lavoro e inquesto modo rovina tutta una categoria di lavoratori”.Più andiamo avanti con le tecnologie e più il famosopassaparola diventa la chiave di volta per un’auto eticache si sta creando. Se prima si diceva che un clientesoddisfatto ne porta 7 mentre uno insoddisfatto netoglie 30…oggi, con internet possiamo tranquillamenteaggiungere uno zero a queste statistiche. Ma torniamo un’attimo alle “dritte” che puoi applicareda subito alla tua professione. La prima è una batostaed è “la strada migliore è imparare a vendersi” e se,hai già trovato chi lo fa per te assicurati di cercare dicapire come fa a farlo! Questo è importante perchése tu sai come vendere, qualsiasi cosa accada al tuo”socio” tu saprai sempre cosa fare. Oltre al fatto che èuna abilità relazionale decisiva per il benessere dellatua azienda/professione. Un modo per ovviare alrapporto diretto è sicuramente quello di internet,ma è sempre importante sapersi presentare dal vivo.Personalmente mi definisco un autore-ricercatoreagente di cambiamento, per cui anche io ho qualcheremora nella parola “vendere”. Ma ti assicuro che daquando mi sono rimboccato le maniche per aumentarele mie abilità di “venditore” o meglio capacità di presentazione di me stessso, la mia vita è cambiata.E’ stato facile? No! “ora sei un super venditore” …assolutamente no! ma il semplice fatto di prenderedel tempo per studiare il mio “self-marketing” haradicalmente cambiato la mia vita. Se sei un professionista ed hai avuto i miei stessiproblemi con la vendita, allora ti sfido ad usare il10% del tuo tempo mensile a studiare tecniche dimarketing e di vendita di te stesso. Quando avraiaffinato le tue abilità di relazione con i tuoi clientisono certo che ripenserai a questo post ed allora…forse…ti verrà l’irrefrenabile voglia di tornaresu questo articolo e di condividere con tutti noii tuoi risultati sorprendenti 😉A prestoGenna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Psicologia ambientale: le dimensioni…della stanza…contano davvero? :)
Psicologia: “effetto placebo e condizionamento”
Insonnia: 5 approcci terapeutici senza farmaci.
Post sul Blog di Giacomo Bruno
1 Commento
  • Beh certo è fondamentale sapersi promuovere da soli ed internet è davvero un buonissimo mezzo per fare pubblicità in modo semplice e anche gratuito.
    Però ci sono cose su cui forse vale la pena spendere dei soldi, come ad esempio il biglietto da visita. Farselo da soli o farlo fare ad uno inesperto può essere un rischio perchè quello poi ti rappresenta. Secondo me conviene rivolgersi anche a delle agenzie pubblicitarie.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK