Come avere la risposta pronta …nella Comunicazione (Vol. I)

*articolo aggiornato il 10/09/2018

 

Hai mai desiderato avere sempre “la risposta giusta”?

Si hai capito bene, quella “prontezza di riflessi verbale” che ti permette di replicare con risposte taglienti e argutamente a quello che ti dicono le altre persone.

Ovviamente non è sempre possibile farlo!

Ma sempre più persone mi hanno scritto in privato per sviluppare questa dote e, dopo aver letto l’ultima richiesta da parte di un lettore (la trovi fra i commenti dello scorso post) ho deciso di creare una sorta di “decalogo” (anche se non sono 10) delle cose da fare per avere, il più spesso possibile, la risposta giusta al momento giusto!

 

 

L’hai ascoltato? si tratta di tutti i passaggi che, secondo me, possono davvero aiutarti a migliorare non solo la tua”risposta pronta” ma in generale le tue abilità di relazione e comunicazione con gli altri.

Come ti raccontavo non c’è un ordine giusto perché molti di questi aspetti sono già insiti dentro te stesso in una qualche misura.

Avere a disposizione però, una mappa da utilizzare per orientarti a “cosa migliorare” facilita le cose. Per di più, continuando a leggere vedrai che per alcuni punti ti “ridirigo” con dei link agli articoli che, già singolarmente hanno l’obiettivo di farti sviluppare quella determinata attitudine/abilità.

Ma prima di iniziare è bene che tu ti ponga una semplice domanda: “perché voglio migliorare questa abilità?”.

Se la risposta che ricevi è basata sull’apparire (ad esempio apparire intelligente o furbo o preparato ecc.) oppure è basata sul potere di predominare sugli altri… è meglio che, per prima cosa, inizi a migliorare il rapporto conte stesso e poi, penserai a come comunicare meglio.

 

Ecco come strutturare la tua “risposta pronta”:

 

1) Leggere: se non sei un lettore abituale ti consiglio d’iniziare ad esserlo. Leggere di più ti permette di fare diverse cose, prima fra tutte quelle di allenarti a gestire i significati che stanno dentro e attorno alle parole.

Lo so, sembra un consiglio da “secchioni” ma ti assicuro che più leggi e più hai a disposizione una vasta gamma di “risposte” da gestire.

 

2) Schemi linguistici: esiste chi, prima di te, ha studiatoInserisci linkcome rispondere con efficacia alle altre persone… si tratta di schemi linguistici tratti sia dalla clinica, come il milton model ed il metamodllo e sia dalla negoziazione/persuasione come gli sleight of mouth.

Il mio consiglio è quello di studiarli e di allenarti scrivendo diverse obiezioni per ogni modello linguistico.

 

3) Sviluppare il flusso: tempo fa ho postato un esercizio che ti invitava ad andare in giro per casa, per qualche minuto, parlando a vanvera. Questo ti permette si sviluppare il meccanismo che naturalmente genera il linguaggio..si perché il linguaggio è una abilità semi-cosciente e quando parli non stai pensando alle parole che sgorgano da dentro di te.

Impara ad aprire questo rubinetto parlando a caso per un paio di minuti al giorno, fino a quando non ti senti a tuo agio nel dire cavolate assurde 😉

 

4) Sviluppare la fiducia: ci sono molti esercizi che ti aiutano in questo, primi fra tutti sono quelli che ti servono per modificare le tue reazioni alle persone, come ad esempio la modificazione delle sottomodalità della PNL.

Anche per questo scopo, qui sul blog, puoi trovare una caterva di esercizi. Altra via, è quella di diventare meno “timido”, è questo lo si può fare sfidando te stesso nel fare piccole azioni quotidiane che sfidino i tuoi timori.

 

5) Coltiva le relazioni sociali: per poter avere la risposta pronta è necessario che tu sia abituato a trattare con le altre persone. Coltivare le relazioni sociali ti permette non solo di applicare tutti i punti precedenti ma soprattutto di stare bene.

L’asocialità, per quanto esaltata da alcuni culti, è in realtà una delle chiavi più importanti per il benessere.

 

6) Ascolta: impara ad ascoltare davvero quello che ti dicono le altre persone, evitando di stare nella tua testa a pensare alla risposta giusta da dare.

L’ascolto attivo è la prima vera dote da possedere per essere in grado di,controbattere rapidamente.

 

Perché? perché se tu mi stai davvero seguendo nel discorso, non solo saprai dirmi cose pertinenti ma soprattutto non sarai dentro la tua testa a pensare “e adesso cosa gli dico?”. Stare attenti alle parole che ci dicono è importantissimo,perché nella nostra società dell’ego…la gente spesso ascolta solo se stessa.

Bene, gli spunti sono terminati ma è evidente quanto sia importante allenarsi in queste abilità che, se viste da vicino non sono altro che gli aspetti più importanti della comunicazione efficace.

Ed è per questo che ti consiglio caldamente di visitare tutti i link che ho inserito… in ognuno di essi trovi un vero e proprio esercizio che ti guida alla scoperta della singola abilità.

Sono un sostenitore dei piccole cose che operano grandi cambiamenti, per cui evita di “ammazzarti di studio”, prendi un’abilità alla volta e sviluppala.

Se come Maiden hai una domanda pratica come questa, postamela qui sotto fra i commenti oppure in privato e cercherò di creare “l’Audio Training” più adatto per risponderti.

A presto
Genna

 

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Psicologia e PNL di Nuova Generazione
3 esercizi per gestire i pensieri negativi… con la “PNL” o quasi..
Come “sentirsi pronti a qualsiasi cosa”…il mindset del jazzista
PNL: “persuasione con il ricalco dei sistemi rappresentazionali”
16 Commenti
  • Allenati e vedrai che potrai ottenere molte soddisfazioni…anche se la soddisfazione più grande è quando le parole di chi ci circonda non ci offendono 😉

  • Mi piacerebbe avere delle buone risposte con mia suocera poiche' riesce sempre a farmi innervosire. Lei carpisce tante inform su di me e la mia famiglia mentre lei e' omertosa. E poi vorrei liquidarla, come ci riesce bene il figlio, in maniera garbata ma rapida ed efficace! Lo posso ottenere?!?
    Saluti!

  • Mi piacerebbe avere delle buone risposte con mia suocera poiche' riesce sempre a farmi innervosire. Lei carpisce tante inform su di me e la mia famiglia mentre lei e' omertosa. E poi vorrei liquidarla, come ci riesce bene il figlio, in maniera garbata ma rapida ed efficace! Lo posso ottenere?!?
    Saluti!

  • Ciao, no la tua domanda non è affatto stupida…il punto è perché apparire più furbi? La cosa migliore da fare sarebbe prima accettare un po' di più se stessi! qui puoi farlo attraverso la meditazione mindfulness…e poi allenarsi a parlare in modo più spedito. Anche i dislessici possono diventare degli abili comunicatori, anzi la storia sembra esserne zeppa…

  • Grazie per la risposta!!

  • Non è "giusto"…si può vivere benissimo senza avere quella "risposta pronta" come la s'intende "al bar".

    Molte volte mi dicono cose come "vorrei avere la risposta pronta come il mio amico, lui si che risponde sempre per le rime" o cose del genere… Poi chiedo di descrivermi quell'amico, e spesso trovo la descrizione di persone non proprio brillanti nella vita.

    La cosa "giusta", per come la vedo io, sarebbe il saper parlare in modo fluido e tranquillo con tutti…senza curarsi del loro giudizio. Il pretesto del titolo del post "risposta pronta" deriva dalla continua richiesta dei lettori di apprendere come "usare il linguaggio per vivere meglio".

  • È giusto voler avere la risposta pronta per non farsi mettere i piedi in testa dagli altri? Grazie in anticipo!:)

  • Ciao Gennaro,
    ottimi i tuoi suggerimenti!
    Per quanto riguarda l'ascolto attivo, credi anche tu che a volte puo' essere efficace modellare Bandler prendendo "alla lettera" l'interlocutore? Almeno secondo me, se questa strategia venga utilizzata in modo divertente potrebbe attivare il "filtro per ridere" dell'interlocutore…
    Da un po' di tempo sto provando ad applicare gli esercizi che trovo sotto mano di PNL e di altre discipline, come per esempio oggi, una persona se immersa fra le sue riflessioni mi ha detto: "…E' vero, il cervello ha bisogno di problemi!" Al che', sorridendole le ho risposto: "ne hai bisogno?" e lei sempre sorridendo: "Perche', me ne vuoi dare?"
    Quindi credo che la risposta pronta puo' essere anche data sotto forma di domanda (anvche diverse da quelle accademiche che insegnano ai corsi) eppure, credimi, sempre se poste col giusto atteggiamento, sono a dir poco efficaci! 🙂
    Grazie ancora,
    Andrea

  • Ciao Anthos,
    e grazie per la tua testimonianza!

    si puoi farlo anche in modo scritto, ma il modo "parlato" è in assoluto il migliore. Se vai a visitare il post dove i mostro l'esercizio capirai il perchè 😉

  • Ciao Roberto,
    la tua amica ha ragione ed è per questo che ho creato la "Psicologia Neurolinguistica" per unire insieme le intuizioni della PNL e dello sviluppo personale alle ricerche sperimentali in campo psicologico.

    Per cui, se vuoi mostrarle "aspetti validi della PNL", questo è il luogo più adatto in assoluto 😉

  • Il flusso di coscienza si può applicare anche in modo scritto, anche se richiede una certa velocità nella mano o sulla tastiera 🙂
    Col flusso di coscienza ci facevo i temi di italiano al liceo: sentivo la mia voce durante la lettura, e stesso quando scrivevo mi immaginavo la reazione del lettore, oppure fingevo di avere un vasto pubblico che mi ascoltasse mentre leggevo.
    Anche se non si legge, la conoscenza delle virgole al posto giusto, della grammatica italiana (ci vuole!), spulciare nella blogosfera (da parte di autori che sappiano scrivere però), ci porta al compimento di metà dell'opera. Infatti non è che fossi molto appassionato di lettura al liceo, anzi studiavo una volta ogni tanto per le interrogazioni.
    Tutta questione di retorica e visualizzazione…

  • Ciao Gennaro, scusami ma una mia amica psicologa dice che la PNL non è mai stat riconosciuta ufficialmente e che è una pseudoscienza senza alcun fondamento. Possibile ? Cosa posso rispondergli.
    Grazie e ciao.
    Roberto.

  • @ Michele: Grazie 🙂 se hai qualunque domanda, a cui non trovi risposta nel blog, scrivimela… magari ci faccio la prossima ANL 😉

    @ La Sister: è vero che imparare nuove abilità può aumentare l'autostima (o meglio quella che chiamiamo auto efficacia percepita). Ma in realtà sarebbe meglio aumentare l'autostima per comunicare meglio 😉
    Fortunatamente è un circolo virtuoso, più ti senti meglio e meglio comunichi…ma anche il contrario, più comunichi meglio e meglio ti senti 😉

    Si hai ragione, non esiste una "easy way" per accrescere queste doti. Il tuo è l'atteggiamento corretto 🙂

    • Io avrei forse una domanda esistenziale che molti di voi la definiranno stupida mha….se uno tipo me fosse dislessico…sarebbe imposibile agire prontamente con risposte furbe….perche io sinceramente vorrei apparire piu scaltro di quello che sono (tanto per stare sul discorso sugli obbiettivi)…la domanda di base e?? Per i dislessici ce un modo o comunqie un metodo per avere uba risposta pronta??

  • Ciao! Davvero interessante questo audio. Credo che imparare a comunicare, e quindi anche a rispondere, permetta di fare grandi cose. Per quel che mi riguarda essere una buona comunicatrice penso incrementerebbe la mia autostima, migliorerebbe le mie relazioni, mi aiuterebbe nello studio e in un futuro lavoro. Mi lascia un po' di amaro in bocca il fatto che credo ci voglia tantissimo tempo per ottenere qualche miglioramento. Tuttavia, se sto imparando qualcosa è che la crescita personale è sempre graduale e non piove dall'alto ma è frutto di impegno costante e determinazione.

  • Ciao Gennaro,
    ti scrivo non per questa o quella pubblicazione, non per le rubriche audio o sulla PNL o altro. Ti scrivo semplicemente per farti i complimenti di questo stupendo lavoro che porti avanti, come molti mi sono appassionato alla psicologia e sto trovando in questo blog molti spunti e stimoli per accrescere questo interesse in modo divertente e ancor più interessante. Grazie ancora. continua così.
    Michele

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK