“6 Precauzioni per smascherare le Bugie”

Vuoi diventare una macchina della verità? poco tempo fa, in una ANL, ti ho mostrato un esercizio molto potente per smascherare le bugie e la raccolta di articoli che ho scritto possono darti molti consigli utili in questo senso. Nella ANL di oggi vedremo le precauzioni necessarie per chi, come me, è affascinato da questa branca della psicologia comportamentale.

Non l’ho fatto a caso, perché il 20 settembre, dalle 10 alle 11 del mattino su Class Tv MsNbs parlerò in diretta tv proprio di questo argomento… per cui serve a me per ripassare e a te per scoprire qualcosa di nuovo e importante se,per un “buon motivo” hai deciso di studiare questo argomento complesso e affascinante.

Sei riuscito ad ascoltarlo? queste 6 precauzioni puoi trovarle nel libro “I volti della menzogna” di Paul Ekman. Ti devo confessare che ad un tratto lo scienziato afferma che le sue micro-espressioni non sono soggette all’errore Barkow (quello del credere alla bugia o nel non crederci, tranquillo tra poco lo rivedremo ;)) ma credo che questa sia più una sua opinione che non dato scientifico, visto che le micro-espressioni sono “la sua creatura” 😉

Come ti ho raccontato più volte, apprendere come scoprire le bugie non è una passeggiata e non è cosa per tutti…perché? perché avere in mano una “conoscenza intrusiva”(nella vita degli altri) presuppone grandi responsabilità. E’ inutile che te lo venga a dire, ma lì fuori è zeppo di persone che vogliono imparare queste cose per i motivi più stupidi.

E, il perché s’imparano queste cose è di fondamentale importanza, chieditelo prima di avventurarti in questo mondo. Fortunatamente un po’ ci ha pensato lo stesso Ekman dandoci una serie di precauzioni, che come nel suo stile, sono decisamente minuziose: 

Prima precauzione da prendere è quella di rendere più esplicito il processo d’interpretazione degli indizi comportamentali. Questo significa che, se davvero vuoi apprendere come smascherare le bugie è necessario che tu t’informi… gli articoli che trovi nella mia rubricapossono assumere tranquillamente questo compito.

Seconda precauzione comprendere la natura degli errori che possono essere di due tipologie l’uno l’opposto dell’altro… il primo è “non credere alla verità”… questo capita quando pensi di aver trovato un indizio comportamentale inesistente, magari la persona si tocca il naso ma lo fa perché gli prude il naso. Il secondo è il suo esatto contrario “credere alla bugia”, cioè abboccare alle fregnacce che ti stanno raccontando, per dirla alla romana 😉

La ricerca ha provato che anche i dati della macchina della verità sono sottoposti allo stesso genere di errore. Purtroppo non esiste un modo per eliminare questi due errori, sta solo a te decidere su “cosa scommettere”…chiedendoti “è meglio farsi ingannare in questa situazione oppure rischiare e accusare ingiustamente? Ovviamente la risposta varia in base alle situazioni in cui ti trovi a voler applicare lo “smascheramento della menzogna”.

Terza precauzione: le differenze individuali sono quelle che la fanno da padrone per ridurre al minimo questi due errori di valutazione. Molte persone per loro abitudine, sigrattano il naso, hanno la voce tremolante, deglutisce moltoecc..ecc. Esiste un solo modo per verificare se la strada èquella giusta . In realtà te ne ho già parlato nel in una ANL passata. In pratica sta nel osservare le variazioni nel Inserisci linkcomportamento, stabilendo una “linea di base”…come nella calibrazione. Per questo è difficile individuare le bugiead un “primo incontro” perché non si ha una conoscenzapregressa della persona.

Quarta precauzione che è collegata alla precedente è che “l’assenza di indizi non è prova di sincerità”…ci sono un sacco di bravissimi bugiardi lì fuori…e in realtà dopo iprimi anni di vita lo siamo un po’ tutti.

Quinta precauzione: trova i possibili preconcetti che potresti avere nei confronti di quella persona. .. tienilo a mente non solo per le razze. le affinità , le parentele, e in tutti i casi in cui è possibile che tu abbia un’immagine poco chiara della persona con cui stai parlando.

Sesta precauzione: evitare di dare conclusioni definitive!non potrai mai sapere se la persona che ti parla sta mentendo al 100%… ed è giusto evitare di tuffarsi in “verità percepite”.Questo è anche un po’ il problema di tutti i neofiti amanti della psicologia, che dopo aver letto un libro pensano che sipossa leggere nel pensiero e di avere la verità in tasca.

Se hai ascoltato l’audio sai anche il “segreto per svelare le bugie” in modo strategico e, soprattutto senza dover diventare dei super osservatori attraverso la miriade digesti comportamentali che esistono, e con tutti gli errori di valutazione che possono accadere. Fortunatamente, se seguirai questi consigli tenendoli a mente (quando sei alla ricerca della verità) limiterai notevolmente gli errori a cui, siamo inevitabilmente sottoposti quando cerchiamo di osservare e dare un significato ai nostri comportamenti.

A prestoGenna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Svelare le bugie: “stili cognitivi e questionari verbali…la nuova macchina della verità”…
Svelare le bugie per evitare le truffe!
Comunicazione Non Verbale: “esistono gesti universali?”
Svelare le bugie: “le 3 emozioni di chi mente”
6 Commenti

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK