Truffe psicologiche: “dalle tecniche di memoria alla Pnl”

Ciao,

sai chi è Gianni Golfera? è “l’uomo memoria” degli ultimi 10 anni. Golfera è apparso dal nulla, in un marasma di insegnanti di mnemotecniche affermando di essere il migliore al mondo. Forse ti sarà sfuggito che l’altra sera Golfera è stato smascherato da “Striscia la notizia” mentre utilizzava un trucchetto barbino per “convincere” i suoi corsisti delle sue strabilianti capacità. Io ed un mio caro amico siamo andati a vedercelo dal vivo tempo fa è indovina cosa ci siamo detti? “Bhe… conosco gente molto più brava”.

Ok, adesso è facile sparare “sulla croce rossa” ed accanirsi su Golfera…ma che dire? ha fatto davvero una figura del ca.In quel video si può vedere nettamente che il nostro mnemnomic sta utilizzando un trucco, tanto da non voler ripetere l’esercizio di fronte alle telecamere. Chiunque sappia utilizzare le mnemotecniche sarebbe, per lo meno,in grado di imparare a memoria le prime 20 carte in pochi minuti, ma lui non l’ha fatto. Perché?

Secondo me le spiegazioni sono due:

1° Golfera si è seduto sugli allori ed ha smesso di esercitarsi – chiunque conosca queste tecniche sa che se non le si pratica si perde molto in fretta la capacità di utilizzarle velocemente.

2° era troppo emozionato per essere stato pescato con le “mani nel sacco” – e qui si potrebbe scrivere un libro, perché Golfera non è solo nominato come “l’uomo con più memoria al mondo” ma anche come “esperto di PNL“. Per cui direi che il fatto di essere “emozionato” non dovrebbe sussistere. Un vero esperto del settore dovrebbe poter ripetere quello stesso “convincer” anche difronte al diavolo 😉

Da quando esiste l’opportunità di misteriose facoltà da poter sviluppare esistono quelli che gli inglesi chiamano:”convincer“, che servono proprio a “convincere” le persone. In modo particolare questo termine è entrato in uso fra gli ipnotisti inglesi che utilizzano delle manovre suggestive basate sui segnali ideomotori (e su altro) per poter convincere il soggetto che “sta avvenendo qualcosa chiamato ipnosi”. E’ una sorta di “yes set” (o campo affermativo) in cui, credo di non riuscire più ad aprire gli occhi, credo di non riuscire a piegare il braccio…allora…credo di poter “entrare in ipnosi”.

Dal punto di vista della prestazione lo “yes set” non ha nulla di “truffaldino”. Ma quando invece esso viene usato per giustificare e spiegare la teoria di base allora diventa truffaldino. Un esempio è quello dei segnali ideomotori utilizzati da un notissimo ipnotista italiano che facendo oscillare le persone avanti e indietro chi ha costruito dietro una teoria strampalata che ruba contenuti a desta e a manca per giustificarsi (e se hai letto questo commentatissimo articolo sai di chi sto parlando 😉

E’ un vero dispiacere e sai perché? perché queste tecniche funzionano e possono realmente migliorare la tua memoria. Ma a causa di persone “poco serie”(mi dispiace dare questo appellativo ma è quello che milioni di italiani hanno visto) si rischia di fare di”tutta l’erba un fascio” e di bloccare lo sviluppo di certe metodologie che potrebbero aumentare la qualità della nostra vita.

Una cosa simile la fanno tutti i guru dello sviluppo personale quando sono sul palco. Affidandosi alla loroposizione operano cambiamenti al dir poco eccezionali nelle persone in pochi istanti. Così su di un palco sivedono svanire fobie ed attacchi di panico in pochi secondi. Ma qui il trucchi c’entrano poco ed entra inballo una questione di “ci credo per cui funziona”,proprio come i guaritori spirituali che forse avraivisto in America…

…a questo punto vedo già i “paladini della PNL o dello sviluppo personale che si schierano e dicono: “ok, ma quello del pubblico e della posizione up è solo un modo per sbloccare le convinzioni e dimostrare che tutto è possibile, anche guarire gli attacchi di panico in pochi secondi”. …e non tisembra una bella risposta al mio ragionamento?

No non la è, ed ora te lo dimostro 😉 Per prima cosa nessuno va a controllare se quelle persone chesono salite sul palco di un “Bandler o di un Robbins“poi siano state libere dai disturbi nei giorni a venire.Il fatto di accarezzare un serpente davanti a migliaia di persone non fa testo. Intanto chi ha paura dei serpenti raramente si troverà di fronte alle bestie enormi che si portano per le dimostrazioni, per cui è una “fobia” diversa da chi “teme i cani” che può incontrare ad ogni angolo della strada…

…secondo, la tecnica funziona davvero (ad esempio quella di Bandler) ma in pochi secondi crea solo una sorta di effetto placebo che viene amplificato sia dal “carisma del docente” e sia dal pubblico che guarda. “Ok Genna, ma non è un male che si mostri in pubblico che in pochi secondi si risolvono annosi problemi?”. E invece può essere un grosso male.Perché poi arrivano nel mio, come in quello di altri colleghi, clienti che pretendono prestazioni simili.

“Ma quindi Genna ci stai dicendo che la cura rapida di alcuni disturbi è solo una chimera?” No assolutamente ma dipende che cosa s’intende per “rapida”. Infatti non è raro risolvere una fobia in una barra 3/4 incontri.E la stessa cosa può valere per gli attacchi di panico.Ma è una cosa che non capita spesso e non dipende solo dalla metodologia applicata dal terapeuta/psicologo/PNlista. Dipende dal rapporto con il cliente, dal tipo di “patologia” e, infine, dalla tecnica utilizzata.

Concludendo: quella che ha fatto Golfera è stata proprio una brutta figura e chi, come me, si occupa di queste materie viene incluso fra queste persone. Golfera ha annunciato di fare una conferenza stampa apposita per controbattere l’intervento di”Striscia la Notizia”…vedremo come se la caverà!

A presto
Genna

Ps. Per tutti gli appassionati sia di PNL e sia di mnemotecniche ci tengo a sottolineare che entrambe queste discipline sono utili ed efficaci. Sempre se si evitano trucchi barbini da truffatori e si tiene costantemente il cervello acceso!

_

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Sviluppo Personale On-line: Robero Re e Roy Martina
Fluidità cognitiva: Déjà Vu, inconscio e formazione…
Come imparare le lingue inconsciamente
Il potere della lettura
24 Commenti
  • Ciao Paolo,

    all'inizio non capivo se ce l'avevi con me o con Golfera, poi ho capito…con me…quindi ti rispondo anche da parte degli anonimi (se ti utilizzassi blogger sapresti che ciò che tu dici sui commenti anonimi è impossibile o almeno rintracciabile…sono tutte persone vere, anche se non le conosco, per cui potrebbero essere dei miei "amici camuffati" ;))

    in quale punto dico che "non bisogna impegnarsi" per imparare le mnemotecniche?

    Io non insegno nessuna mnemotecnica per lavoro perchè penso che esistano metodi migliori. Le uniche che ho insegnato sono presenti sul blog a gratis e molti lettori me ne ringraziano…visto che qui possono apprendere cose che altrove pagherebbero oro…anche se NON valgono oro…basterebbe comprare un libricino per apprenderle.

    Detto questo credo che la tua critica non abbia alcun senso…

    "ciarlatano" è uno che si spaccia per qualcosa che non è…personalmente non mi sembra di aver millantato nulla, chiunque conosca le menotecniche sa che con neanche un mese di pratica può fare quello stesso identico numero. Non si tratta di abilità impossibili da apprendere, ti ripeto basterebbe un mesetto allenandosi un'oretta scarsa al giorno per memorizzare un mazzo di carte o anche di più…

    la mia esperienza è questa, lo condivisa senza peli sulla lingua, se non mi credi vieni a trovarmi e ti mostrerò come apprendere un mazzo di carte in un mese… ma per me si tratta di un "trucco" e non di apprendimento.

    Quando dico "devono essere insegnate da persone serie" non intendo persone laureate (anche se sarebbe il caso visto che si parla di studio) ma di persone che per lo meno non utilizzino dei trucchetti come quello smascherato da striscia la notizia…niente di più e niente di meno. Perchè?

    Perchè altrimenti queste persone sparano fango su tutti, ne beccano uno e pensano che tutti facciano così. Invece esistono persone che studiano ed insegnano queste cose molto bene, persone che non hanno neanche un decimo della popolarità di Golfera.

    Ti ripeto, non capisco la tua metafora del bordello…non è assolutamente isomorfica a ciò che ho scritto.

    Tu hai giudicato dall'inizio alla fine del tuo commento anche se a me non pare di aver scritto nulla di ciò che tu dici. Vorrei che fossi più specifico in modo da chiarirci…

    ..se invece non vuoi chiarirti perchè pensi di aver "letto fra le righe"…allora sappi che qui su PsiNeL i miei lettori sanno bene cosa significa giudicare senza riferimenti …significa proiettare…

    aspetto una tua risposta
    Genna

  • Non è un articolo contro le mnemotecniche, stai dicendo che funzionano ma che devono essere insegnate da persone serie. Sei un ciarlatano in pratica, chiunque abbia un buon senso sa che l' unico modo per ottenere buoni risultati è impegnarsi, non esiste il miracolo che ti insegna a memorizzarti 250 numeri in 20 secondi. Poi io ho visto su youtube un video di uno mnemonista visibilmente pompato e gasato, che rideva con un aria di superiorità, e poi a memorizzare i numeri ci ha messo più di me. Quando li ha detti tutti (che poi magari se li era anche imparati da prima di fare il video) ha sorriso come a dire ''eh eh sono superiore io, vedete che risultati?''. Sei un pò come un uomo che entra in un bordello e urla ''premetto che io non pago nulla'' COMODO, comodo dire ''non funziona ma se fatta bene la mnemotecnica può essere utile'' COMODO, e intanto ti pigli i soldi. Poi so bene che tutti quei commenti di anonimi in cui dici ''sono d' accordo con te'' ce li hai messi tu.

  • http://www.youtube.com/watch?v=C6kobOzKqMQ

    http://www.youtube.com/watch?v=2d2mChWAVlM

    Guardateli tutti e 2…ero basito anche io ma questa conferenza spiega molte cose…

    Simone S.

  • Senti: da un lato, Gianni Golfera ha fatto una grande figura di merda, e su questo ci siamo. Visto come tremava nel video? Il bello è che ho comprato pure il suo libro, spero di non doverlo buttare :/

    Ma d' altro canto mettici pure che striscia la notizia è una trasmissione squallida, come del resto la televisione tutta. Ci si potrebbe scrivere un libro, ma cè chi gia l' ha fatto. Su "mindfucking" di Stefano Re (ma per caso è parente di Roberto?) si parla in maniera non troppo estensiva ma sufficiente, dei cosiddetti "programmi contenitore", meglio noti come "TV spazzatura". Certo, non raggiunge proprio quei livelli (quelli di enrico papi e quella demente di victoria, per intenderci) ma ci si avvicina abbastanza: il format è di quel tipo. Sono cose come queste che ci stanno portando sempre più vicino a un futuro da "fahreneit 411", il romanzo…!

    Per quanto riguarda infine la validità delle tecniche mnemoniche in generale, ritengo che non abbia alcuna attinenza con questi fatti. Se no, come gia qualcuno ha osservato nei commenti, si butta il bambino con l' acqua sporca. Oggi come oggi, con l' informatizzazione e tutto il resto cè un grandissimo bisogno di tecniche mnemoniche, per stare al passo.

  • X lucio
    magari si mette la benda proprio per fugare eventuali sospetti che le carte possano essere segnate, come a dire "anche se fossero segnate non potrei vederle"

  • Salve a tutti!

    Volevo dire la mia, anche se un pò in ritardo…
    Premetto che ho studiato mnemotecnica da autodidatta e ho collaborato con un'associazione che insegna tali tecniche, in seguito però ho deciso di allontanarmi per non mercificare ulteriormente una serie di strumenti che da 2000 anni (e forse più) sono a disposizione di uomini di buona volontà e non è giusto attribuirsene il metodo…

    In ogni caso so che è veramente facile memorizzare un mazzo di carte, con un minimo di allenamento specifico (io ci riesco in 56 sec. con un mazzo da scopa), ma le cose cambiano quando si tratta di farlo più volte in tempi ravvicinati a causa dell'entropia.

    per risolvere questo problema di confusione si utilizzano diverse strutture virtuali, chiamate loci, suddivise in gruppi in modo da non creare ambiguità, per es. utilizzo un percorso casa-univ per un mazzo di carte e un altro percorso, diverso per itinerario, per un'altra serie di oggetti/parole…

    ovviamente i loci sono tanto + efficienti quanto + sono utilizzati, ma non posso riutilizzarli troppo frequentemente…al limite del quotidiano.

    ora, senza entrare troppo nel dettaglio, bisogna riconoscere che c'è bisogno di codificare le carte per collocarle nei loci, la codifica ovviamente resta la stessa anche se uso gruppi di loci sempre diversi, quindi si ha cmq un trend di entropia crescente e il rischio di confondere i mazzi.

    questo non giustifica la ritirata di golfera, però va presa in considerazione.

    sarò malizioso ma nessuno mi dice che quel mazzo non fosse una trappola…

    non ho capito per quale motivo si mette la benda se poi cmq è accusato di barare.

    un'ultima cosa, che però mi fa sembrare colpevole quel poveraccio è che tremava come una foglia…

    complimenti a tutti

    Lucio

  • Ciao Massimo,
    credo che il danno più grande sia alla sua immagine e di conseguenza ai suoi libri. Nonostante non abbia letto nessun suo libro, molte persone mi hanno riferito che sono "buoni", ma nulla di nuovo.

    Per imaparare una lingua, secondo me, la cosa migliore da fare è "frequentarla". Fai in modo di ascoltarla il più spesso possibile, guarda film sottotitolati (se riesci guardali con i sottotitoli in lingua originale; è anche utile fare "più passate" – prima lo guardi in lingua sottotitolato in italiano e poi lo guardi il lingua sottotitolato in "lingua"); leggi riviste e libri anche i siti web vanno benissimo.

    Oppure c'è la soluzione migliore per "frequentare una lingua". Vai in quel Paese e restaci il più a lungo possibile.

    Genna

    ******************************
    ******************************
    PS. ragazzi se v'interessa ho visto che sia Livio Sgarbi che Roberto Re hanno scritto su Golfera. Se fate una ricerca su google in un attimo troverete i loro rispettivi blog. Sarebbe interessante continuare quesat discussione al di fuori del classico "facebook" 😉

  • caro Gennaro
    ho la sensazione che il fatto che il Golfera sia stato così smascherato possa dequalificare i libri dallo stesso scritti,in questo periodo io sto leggendo il suo "Il grande libro della memoria " e lo sto utilizzando per imparare le lingue straniere,le sue tecniche sono valide ? quali sono le migliori tecniche per imparare le lingue straniere?
    grazie per le risposte che mi darai

  • caro Gennaro
    ho la sensazione che il fatto che il Golfera sia stato così smascherato possa dequalificare i libri dallo stesso scritti,in questo periodo io sto leggendo il suo "Il grande libro della memoria " e lo sto utilizzando per imparare le lingue straniere,le sue tecniche sono valide ? quali sono le migliori tecniche per imparare le lingue straniere?
    grazie per le risposte che mi darai

  • Ciao Amelio,

    se non ho capito male Morello dimostra (in video precedente) di riuscire a sbirciare dalla benda.

    1000 euro non è poco… ma dipende da un sacco di cose: dalla durata, da quanto sei seguito e da chi. Tutte queste variabili possono valere anche molto più di 1000 euro.

  • @ Luca: si è proprio il dubbio che mi "attanaglia", come cavolo è possibile che non riesca a memorizzare così poche carte? Riguardando il video ho notato che dice anche: "bhe posso memorizzare 10 carte per dimostrare"…che sono davvero poche cavolo. Probabilmente era "emozionato" 😉 Sicuramente Striscia avrà montato il video in modo che lui appaia come un "furbetto", però la figuraccia c'è tutta. Aspettiamo la sua conferenza stampa 🙂

    @ Roberto: spero tanto anche io che sia andata come dici tu. Dopotutto se lui riuscisse a smentire pubblicamente avremmo una doppia pubblicità positiva se striscia accettasse di pubblicizzarlo 😉

    @ Anonimo incazzuso 😉 Bhe è piuttosto evidente che lui avesse delle carte segnate, è questo pare essere un "dato di fatto". Tuttavia gli darei ancora il beneficio del dubbio, ricordando comunque che un professionista di quel calibro non può cadere in defailliance per una cosuccia del genere. Cavolo è il tuo lavoro, accetta la sfida, dimostra a tutti che è vero… no ti ritiri. Tuttavia ripeto: spero che si smentisca perchè porta bene a tutte le persone appassionate di queste tematiche.

    @ Roberto: ripeto ancora che il fatto più grave era che le carte fossero segnate. Un professionista come Golfera, che fa corsi con centinaia di persone, che ha collaborato con la prima azienda italiana erogatrice corsi di PNL (NLP Italy)… non si preoccupa di vedere se ha delle carte che casualmente sono segnate??? un pò dubbio.
    Tuttavia ripeto, spero tanto che possa dare una risposta coerente durante la sua conferenza stampa. Questo porterà più attenzione verso il mondo dello sviluppo personale.

    Grazie a tutti per la
    partecipazione tanto
    attiva 🙂

    Genna

  • Ciao a tutti,
    il dibattito si è fatto aspro cerchiamo di renderlo costruttivo 🙂

    @ Studio Gambera: sono completamente d'accordo, il business delle certificazioni è uno dei problemi dello sviluppo di queste discipline. E questo vale anche per quelle ufficiali 😉

    @ Francesco: è già, non ho mai provato con le carte ma un tempo memorizzavo numeri composti da centinaia di cifre in pochi minuti. Oggi ci metto molto di più, tanto per darti un'idea l'altro giorno guardando il video di Golfera con la mia ragazza, gli ho mostrato una tecniche e per memorizzare 40 cifre ci ho messo 7 minuti. Una persona allenata è perfettamente in grado di memorizzare un mazzo di carte intero… ma probabilmente no in 60 secondi.

    @ Marcello: hai ragione "come si fa a rischiare" anni e anni di lavoro sulla propria immagine, magari senza allenarsi più? ma cavolo se insegni quelle cose è impossibile che tu non sia allenato mi viene da pensare…bho…è effettivamente un pò misteriosa la faccenda.

    @ Anonimo: la storia di Robbins è nota perchè lui stesso narra che successivamente avrebbe abbandonato il termine "programmazione" per "neuro associazione". Probabilmente una mossa commerciale per non entrare nella battaglia fra Pnlisti;)

    E' vero che "i vari Guru" passano molto bene i loro insegnamenti, ma se vai a rileggerti i vecchi gialloni (i primi libri di PNL dell'astrolabio) vedrai quante volte Bandler afferma che i disturbi se ne vadano per sempre in pochi minuti. Basta leggere il …tra l'altro bellissimo…"magia in azione".

    @ Anonimo2: cavolo la tua tua domanda è molto impegnativa allora si "diciamo che tutto inizia dal rapport" ma ti consiglio di leggere la sezione ipnosi per saperne di più…ma una questione mi sta particolarmente a cuore e te la chiarisco subito:

    Nessun ipnotista può ipnotizzarti contro la tua volontà, sono stati fatti centinaia di studi a proposito. L'ipnosi non è uno stato di sottomissione dove l'ipnotista ha il controllo sull'ipnotizzato. I famosi furti con l'ipnosi di cui avrai sicuramente sentito parlare sono dei "trucchi comunicazionali". Hai mai visto quei prestigiatori in grado di rubare oggetti depistando l'attenzione? ecco usano qualcosa del genere 😉 Se vuoi saperne di più trovi molte informazioni all'interno del sito, ti consiglio di digitare la parola "Porf. Angelo De Micheli" massimo esperto del settore.

    Adesso vi saluto tutti perchè ho scoperto di avere a disposizione solo un tot di caratteri nei commenti. Ci vediamo tra poco 🙂

  • Ciao Genna,
    beh scommetto che con questo articolo sapevi di scatenare il putiferio nei commenti eh eheheh
    Comunque io non ho capito una cosa ok le carte sono segnate ma se Golfera era bendato non poteva comunque vedere il numero con il segno ….. oppure erano in rilievo? e quindi faceva una sorta di decodifica come le persone non vedenti?? avere le carte segnate ma essere bendato a quel punto non serve a niente che le carte siano segnate!! oppure non ho osservato bene il video?? A me suona comunque strano….non voglio difendere Golfera che comunque non conosco ed è la prima volta che lo sento nominare….
    Però sto servizio di striscia non è chiarissimo…. ovvio che Golfera da Bonolis rischiava una carriera se sbagliava ad indovinare le carte quindi deve essersi tutelato utilizzando quel tipo di mazzo truccato…. e comunque continuo a credere che anche se sei un espertissimo di PNL a meno che non ti chiami Bandler o Robbins di sicuro l'emozione può farti sbagliare…. bah i dubbi permangono…. certo che spendere 1000 euro comunque per un corso è assurdo…..

  • Come si dice, "non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire"

  • Anonimo, modera i termini e impara l'educazione.
    Memorizzare le carte è una cosa fattibile e Golfera sa farlo.
    Perchè allora usare carte segnate?
    E comunque era bendato. Questo è un po' un mistero. Lui ha detto che le carte non erano le sue.
    Molta gente accusa e condanna in quattro e quattr'otto, senza prove, senza contradittorio. Molta gente pensa come la televisione che gli urla in testa tutto il giorno. Cercate di avere un pensiero indipendente.
    Penso che Golfera non tarderà a replicare e dimostrare che può farlo alla faccia di tutti.
    Il metodo funziona, gli allievi imparano, a volte non serve essere un campione di memoria, basta memorizzare solo certe cose.
    E' probabile che Golfera usi le carte per far vedere che è possibile, aprendo le menti e mettendole nella convinzione che è possibile e quindi nella predisposizione giusta ad imparare.

  • Non diciamo cazzate!!!!
    Golfera usa il trucco delle carte segnate per sembrare più grosso e potente di quello che è e questo mette seriamente in ombra le sue vere capacità (che sarebbero cmq eccezionali).
    Non ci facciamo prendere per il culo e non facciamo sconti per favore.
    Dobbiamo pretendere trasparenza ed onestà, sennò finisce che andiamo alla deriva, specie nel mondo dello sviluppo personale, dove non si sa mai di chi fidarsi.

  • Ciao,
    le mnemotecniche funzionano se usate correttamente.
    Golfera sa fare bene il suo lavoro, le sue tecniche funzionano, io l'ho visto ad un demo e posso dire che è onesto.
    Purtroppo la sua unica colpa è essere stato beccato in un momento di defiance, da un programma televisivo che fonda il suo successo sul desiderio di molta gente di vedere le persone di successo messe alla berlina.
    Intendiamoci: è un bene che i truffatori e gli imbroglioni vengano smascherati.
    Ma quando questo viene fatto con l'obiettivo dell'audience, il clima di caccia alle streghe che si crea, rischia di coinvolgere anche delle persone innocenti, a cui non si perdona un errore, errore che può capitare a tutti.
    La società ci vorrebbe perfetti, ma voi esperti di formazione e di sviluppo personale sapete che il "pretendere la perfezione da se stessi o dagli altri" è un inutile spreco di energie che ha fatto, sta facendo e farà, se ancora non si corre ai ripari, più danni e vittime della guerra.

  • Sono sempre Luca. ho visto anche l'altro servizio di striscia ed effettivamente potrebbe essere che abbia sbirciato. Credo semplicemente che poteva farlo tranquillamente senza ingannare, è stato decisamente stupido! Si è giocato la fama! A quanto ho capito il 30' maggio darà dimostrazione delle sue abilità in una conferenza stampa!!! A presto, ancora grazie, Luca

  • Ciao Gennaro! Quello che scrivi è giusto, ma se guardiamo bene Golfera è bendato entrambe le volte! Anche se ci sono i numeri dietro le carte, come le avrebbe viste? Come sappiamo bene chiunque conosca un pò le tecniche di memoria non avrebbe problemi a memorizzare 30 parole associate al numero e ripeterle dall'inizio alla fine e viceversa! Pensiamo davvero che Golfera non riesca a memorizzare 40 carte! E' strano che non abbia voluto rifarlo, ma ribadisco che prima era bendato! Boh!!! Grazie comunque per i tuoi articoli, sempre attenti alle novità:) Spero in un tuo commento per sapere che ne pensi (della benda;)), a presto, Luca

  • Ciao Genna,

    ottimo articolo. Puoi darci qualche dritta su come difenderci da un maleintenzionato attacco pnl o di condizionamento non voluto?

    Tutto inizia dal rapport, giusto?
    quali sono i guai peggiori? un ipnotista può lasciarti ipnotizzazto a posta?

  • condivido le tue riflessioni Gennaro e penso anche che a volte è anche il "paziente" stesso che da una interpretazione sbagliata alla "guarigione".
    Ricordo di aver letto su un un libro di Tony Robbins che una volta un cliente andò da lui incolpandolo che era ritornato a fumare, mentre appunto Tony Robbbins in passato aveva fatto delle coaching con lui per attuare delle strategie affinché il cliente non si sabotasse x tornare a fumare. Ebbene lui gli disse a Tony:"mi hai programmato male" !!!
    La PNL insegna che siamo sempre noi gli artefici del nostro destino, ed è appunto cio' che Tony replicò, io ti ho fornito gli strumenti e ti ho fatto vedere qui come condizionare la tua mente, ma se poi tu non fai azioni continue necessarie al tuo condizionamento x arrivare al tuo obiettivo, non è certo colpa del terapeuta/piennlista/psicologo!!!

    A volte le persone interpretano male e come dici te vengono nel tuo studio e vogliono le cose in un attimo! ma ripeto, è una interpretazione loro distorta.
    Bandler o Robbins o altri veri grandi "guru" ritengo che hanno sempre fatto il loro dovere e la loro mission al meglio, non hanno mai detto ai clienti che basta andare da loro e poi puff in un attimo è fatta! Sul palco gli dimostrano magari che è possibile ottenere un grande risultato, una cosa diversa ed a cui loro non avevano mai pensato di poter fare nella loro routine della vita (vedi camminata sui carboni ardenti); e questo secondo me proprio per creare una "rottura di schema" che faccia vedere loro che possono ottenere cose che loro ritenevano impossibili fin a poco tempo fa. Poi i veri professionisti (come Bandler,Roberto Re, Robbins ecc.) concludono dicendo che si deve fare azioni azioni azioni, costante e continuio miglioramento. e questa è realtà, se poi il cliente/paziente distorce la realtà e vuole essere "superman" senza fare niente non è un problema dei formatori/coach, ma del cliente appunto.

    Diverso il caso dei truffaldini come quello "svelato" a strisscia la notizia, dove appunto queste persone non sono formatori e loro stessi dimostrano di non aver appreso il vero senso e significato dello sviluppo personale,mentale,psicolgico ecc.
    queste persone che "scelgono" di comportarsi affetuando trucchetti ,fanno un torto a se stessi ed alla grandezza che c'è nella PNL/Psicologia e nella mente di una persona in generale,(perchè il cervello che abbiamo è un organo grandioso, forse anche piu' di un organo!)
    Le persone sono intelligenti e ritengo sappiano distinguere i ciarlatani da perone grandiose, serie ed elevate come Robbins, Bandler; R.Dilts,Dyer…e oserei dire anche te, Gennaro Romagnoli.
    Con stima,
    Vincenzo D.

  • Assurdo non avevo visto questa puntata di striscia anche perché essendo a Madrid non guardo la tv italiana…
    Sinceramente la cosa che mi sciocca di più è come possa rischiare così tanto la sua immagine un personaggio con una fama come la sua con un trucchetto da prestigiatore. Sappiamo tutti benissimo che prima o poi quando si cerca una scorciatoia o si cerca di fregare tutti i nodi vengono al pettine e mi stranizza come Golfera non l'abbia ancora capito :/

    Marcello

  • OHHHHH Genna,
    quanto la penso così anch io!!!
    mi trovi d'accordo su ciascun punto che hai toccato.

    In effetti, 5 anni fà mi ci sarebbero voluti 3 o 4 minuti per memorizzare un mazzo di carte (e vincere tante scommesse con gli amici ;-))
    ma, dato che non ho più fatto pratica credo che adesso non ci riuscirei più (o magari ci metterei un'ora….)

    Ma soprattutto sono d'accordo sul discorso dei convincers e della differenza tra dimostrazioni sul palco o in aula e pratica privata.

    E dato che mi piace segnalare articoli e info interessanti, persino un Trainer di livello mondiale, Richard Bolstad, sostiene questa tesi in un articolo
    che linko qui per i lettori di PsiNel

    http://www.transformations.net.nz/trancescript/the-truth-beyond-magic.html

    Francesco

  • Ciao Gennaro, sono assolutamente d'accordo con te!
    Considera anche il business che si è creato con i corsi Practitioner e Master con costi elevatissimi e spesso con docenti che più che saper fare tentano di convincere di essere i migliori spesso a dispetto di altri.
    Purtroppo grazie a queste persone, chi di noi utilizza questi strumenti in modo più professionale deve comunque dirlo a bassa voce per evitare di essere combattuto da coloro che non lo fanno allo stesso modo e per la brutta fama che spesso questo comportamento ha portato.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK