Psicologia: “come dimagrire con l’effetto placebo”

Ciao,

sai cosa è l’effetto placebo? è uno dei fenomeni più studiatidalla psicologia: persone che credono di essere a contattocon edera velenosa (di plastica) hanno reali reazionicutanee.. chi crede di aver assunto caffeina si sente piùsveglio…chi crede di aver bevuto biascica ecc. L’effettoplacebo esiste, è ben documentato e nella AnL (audionewsletter) di questa settimana scoprirai come utilizzarloper dimagrire … facendo davvero il minimo sforzo…non ci credi? ascoltala 😉

Riuscito a sentirla? come avrai notato è più lunga delsolito, proprio per il motivo che hai ascoltato nell’audio.Crum e Langer hanno ideato davvero un esperimentogeniale che può aiutare a dimagrire con “l’effetto placebo”…o in altri termini modificando le tue “convinzioni”con un semplicissimo esercizio. La cosa divertente è chenello studio descritto da Wiseman (che puoi trovare sulsuo ultimo libro) lui lo commenta con “stranamente”le donne sono dimagrite.

Non puoi ascoltare l’audio? allora ti riassumo, cosafare per dimagrire osservando meglio quante calorieconsumi durante le tue attività giornaliere… da ciò chefai per lavorare.. al leggere un libro. Alia Crum e EllenLanger hanno selezionato 80 cameriere di 7 alberghi diversi.Le cameriere sono state sottoposte a diverse analisi,compreso un questionario sulle abitudini quotidiane.L’ipotesi che volevano verificare le ricercatrici erano:”se le cameriere sapessero quante calorie consumano tutti i giorni questo le farebbe dimagrire?”

Crum e Langer hanno diviso le cameriere in due gruppi:il primo di controllo, il quale è stato semplicementesottoposto alle analisi e ai questionari, mentre al secondoè stato mostrato quante calorie consumavano al giorno.Ma non solo, è stato dato loro un opuscolo che mostravaesattamente quante calorie per ogni minuto di attivitàfisica (ad es. rifare il letto 1,5 kal). Poi, le ricercatrici sisono limitate a mettere un poster che ricordava questonella sala comune dove si riunivano le cameriere.

Le astute ricercatrici sono tornate dopo un mese e hannorieffettuato gli esami su tutte le cameriere. “Stranamente”(come dice Wiseman ;)) le “cameriere informate” eranodimagrite, avevano ridotto l’indice di massa corporea e glisi era abbassata la pressione arteriosa. Mentre il gruppodi controllo è rimasto inalterato. Tieni presente cheentrambi i gruppi hanno compilato questionari che glichiedevano: quanto esercizio fai al di fuori? quanto tempolavori e quali mansioni svolgi quotidianamente..insommatutto…

…nessuna di queste abitudini è stata modificata durante ilmese. Secondo Crum e Langer la causa è l’effetto placeboche ha modificato le convinzioni che, a loro volta, hannoavuto un effetto fisico… sul corpo. Ed ecco l’eserciziodi oggi, cliccando qui finirai in un sito che ti mostra comecalcolare quante calorie consumi al giorno. Se non riescia trovare la tua attività, cercala su google oppure cercaqualcosa di simile. Fai questo calcolo e mettiti davantiquesta bella cifrozza… e appendi un piccolo poster cheti ricordi quante calorie sprechi.. magari sul frigo 😉

NB… c’è una sorpresina la trascrizione completadell’esercizio in formato pdf. allinterno del qualetroverai una BONUS che …se mi segui… moooltoprobabilmente aspetti da tempo 😉 Clicca qui perscaricare il pdf

Fai l’esercizio non ti costa nulla, solo 5 minuti del tuotempo… fra i centinaia di approcci psicologici aldimagrimento, questo è il più facile, economico esoprattutto documentato. Fammi sapere che cosa nepensi lasciando un commento qui sotto e se ti piace ilmio blog, iscriviti ai miei feed rss oppure seguimi daltuo account di facebook.

A prestoGenna

Articoli per “dimagrire con la mente” 😉

Ingannare il cervello 1

Ingannare il cervello 2

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Il mio rapporto con Milton Erickson :)
Benessere Psicologico: “non solo patologia ma Wellness”
Psicologia del Benessere: “cambiare con intenzione per il tuo sviluppo personale”
Corso di Rilassamento in Sicilia ;-)
10 Commenti
  • Salve Gabriella, purtroppo non so perchè è un problema del suo pc. Di solito capita che non si riesca ad aprire, per cui consiglio di scaricare un software gratuito che si chiama "Izarc" e che può scaricare cercando su google "Izarc italiano".

    Grazie
    Genna

  • ciao ho provato a seguire le tue istruzioni per scaricare il file audio mp3 ma nel momento in cui devo salvare il file non mi da la voce salva come oggetto e se lo apro mi da diagnostica. cosa posso fare? grazie

  • Hi Aliya,
    you must have an google's account for put your name in the post.
    Thanks for your request
    Genna 🙂

  • Hey just joining, glad to be in! I'm Aliya and I am inspired by my near death experience, I'm a fan of working and becoming healthy 🙂

    Sooo anyways, sufficient info about me, see you close to and hello once again haha.

    PS, how do I make myself have a cool title like some people here have?

  • Ciao Doc,
    bene… l'hai commentato mentalmente…allora funziona 😉 almeno su di te :)=)

    Grazie 1000
    Genna

  • ciao Genna,

    a me l'acronimo AnL è piaciuto, mi ha colpito subito e mentalmente mi sono fermato pure a commentarlo mentre leggevo… prima ancora di guardare il pdf(ovviamente di risparmio le mie elucubrazioni mentali sulla funzionalitàdello stesso XD)…quindi mi piace e credo funzioni pure bene;)

  • Ciao Rosaria,

    granissima… sei arrivata fino alla fine del pdf ;-)))

    Ti ringrazio molto per il parere "tecnico"…ma a dire il vero vorrei sapere (forse mi sono espresso male) se ti piace l'acronimo che ho scelto per la audio-newsletter… e a vedere la tua risposta direi che il tuo "inconscio" ha risposto per te ;)))

    Infatti pare che tu abbia optato per "AN"… una sigla che però vorrei evitare perchè ha pericolose connessioni con la politica…e detto fra noi sono molto distante da "quella politica" ;)))

    Cmq… sfruttando il tuo consiglio pensavo che sarebbe anche carino fare degli audio con le slides…o meglio dei video con il testo che scorre. Alcuni "personaggi" dicono che sia un buon modo per colpire tutti i canali.

    Grazie
    Genna

  • Ciao Enrica,

    mi piacerebbe avere i super poteri di voi medici ;)) cioè la possibilità di sperimentare, anche nel mio piccolo le modificazioni metaboliche effettive. In parte posso farlo, ma solo… poco poco…qualche misurazione con il biofeedback 😉

    a parte gli scherzi sarebbe interessante ideare uno studio, non invasivo, fatto in collaborazione con medici come te…cioè con la mente aperta… o meglio "con la mente accesa" :DDD

    Ci penserò un pò su, se ti viene qualcosa in mente fammelo sapere perchè sono davvero incuriosito dalla possibilità di scoprire cose nuove, senza scomodare l'universo della medicina o della psicologia… ufficiale 🙂

    Grazie per la preziosa
    testimonianza
    Genna

  • Ciao Genna,
    nel pdf chiedevi un parere sulla Versione Audio della NL ed a me sembra una buona idea.

    E' chiaro che ciascuno ha un proprio canale percettivo più accentuato di altri, preferenziale (uditivo, visivo, …), tuttavia, in ogni caso è utile in quanto Ascoltare ha svariati vantaggi per Tutti.

    1. evita un'ulteriore letture sul Monitor e considerate la tante ore che per lavoro si dedicano al pc questa mi pare una buona cosa per tutti.

    2. Per chi ha prevalente il proprio canale uditivo, può essere più rilassante ascoltare che leggere

    3. Per chi ha il canale uditivo meno prevalente, potrebbe rappresentare un potenziamento di tale canale con effetti collaterali positivi anche in campo relazionale: Migliorare il proprio ASCOLTO può significa re anche migliorare la propria Comunicazione e quindi le proprie Relazioni.

    Ciao e Buon Prosieguo!
    Rosaria Scarambone

  • Ti ho letto con particolare interesse (l'argomento mi sta particolarmente a cuore) e ti ho ascoltato con piacere come sempre.
    Confermo nel mio piccolo che la consapevolezza (non so in questo caso se chiamarlo effetto placebo sia giusto) aiuta moltissimo.
    Senza usare tabelle, ho avuto risultati simili facendo usare l'holter metabolico e spiegando dettagliatamente momento per momento il dispendio energetico.
    Io stessa, da quando ho scoperto "vedendolo" e non solo "sapendolo" la differenza fra una giornata molto sedendaria ed una giornata arricchiata di una cammianta energetica, sono emotivamente e senza fatica portata a non dimenticarmi che ogni piccolo movimento fatto con "energia" contribuisce al risultato finale. E VOILA' !!! i risultati si vedono e soprattutto si mantengono nel tempo!
    Enrica

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK