Evoluzione Personale: “arte nuova e vecchia…fregatene e segui il cuore” :)

Ciao,

ti è mai capitato di scoprire un artista…”in ritardo” rispettoalla gente che ti circonda? Se si…sai che capita un effettoalquanto bizzarro… alcuni infatti invece di incoraggiarti aseguirlo ti dicono cose come “si…e ci sei arrivato solo ora”facendoti sentire un pò stupidotto e in ritardo sui tempi ;)a me è capitato 😛 Fortunatamente c’è anche chi sicomplimenta e ti “guida nel viaggio verso la nuova terrache hai scoperto”…oggi andiamo alla ricerca di questi 🙂

Troppo spesso evitiamo il “nuovo”…per non sentirciignoranti o stupidi di fronte a chi, magari segue quella cosada tempo. Questo post ha come obiettivo principale quellodi estirpare questo timore che troppo spesso ci blocca nellanostra “evoluzione personale”. Le correnti di pensieroe l’arte sono un labirinto enorme e complicatissimo in cuici si ritrova o per caso o per passione… così molte voltecapita di ascoltare un musicista, scoprire un pittore o unateoria che ci affascina e restarne alla larga per paura diessere giudicati male…ignoranti.

Questo timore è uno degli ostacoli più grandi da superaresia per affacciarsi al mondo dello sviluppo personale e siaper intraprendere qualsiasi attività che non conosciamo.La cosa funziona più o meno così… ci innamoriamo diqualcosa ed iniziamo ad approfondirla, poi però vogliamoanche conoscere qualcuno che è più esperto di noi inquesto campo…ed ecco che paradossalmente sono propriogli esperti che (fortunatamente solo in alcuni casi) cimettono i bastoni fra le ruote 😉

Ad esempio potrebbe capitare di innamorarti di un gruppocome i “Pink Floyd”…andare da un amico musicista echiedergli consiglio su cosa ascoltare… e lui magari ti dice”si… sono eccezionali ma mi chiedo proprio come tuabbia fatto a non ascoltarli sino ad ora”… oppure, come èsuccesso a me qualche giorno fa… mi hanno detto unaroba del genere “ah…finalmente hai capito” 😀 Non sitrattava dei “Pink Floyd” ma di “Bob Dylan” che hosempre ascoltato in modo superficiale da Rocker 😉

Gli esempi migliori arrivano tutti dal campo dell’arte…ahforse non te lo mai detto “ma l’arte salverà il mondo” ;))Non solo gli studi stanno sempre più dimostrando chefarsi rapire dall’arte è un tocca sana per la mente ed ilcorpo… ma ha anche degli effetti sbalorditivi sulla tuacreatività personale. Esiste un rimedio a questo?Io penso di averlo scovato… e si tratta di FREGARTENEdi chi ti ostacola e di andare a cercare “ciceroni” positiviche ti guidino nelle tue nuove passioni e scoperte.Ricorda però, che fregarsene è questione di allenamento;)

Poniti con un atteggiamento curioso… queste personepurtroppo esistono e non possiamo cambiarle…per cui lacosa migliore da fare e … far buon viso a cattivo gioco ;-)e proseguire dove “ci porta il cuore” (o mamma ho usatodavvero questa espressione :O ma rende davvero benel’idea …no? ;-))) Ecco tutto qua…e ricorda che la qualitàdella tua vita è direttamente proporzionale alla tua capacitàdi affrontare il nuovo, il cambiamento…e soprattuttoi “rompiscatole” 😉

Fammi sapere cosa ne pensi e se ti piace il mio blog,iscriviti ai miei feed rss oppure seguimi dal tuoaccount di facebook.

A prestoGenna

Ps. come avrai notato, il titolo del post non inizia con i”soliti topic”… invece di scrivere “sviluppo personale”ho scritto “evoluzione personale”. E’ sempre un topiclegato allo “sviluppo personale” ma visto in primapersona da me… cioè dalle mie esperienze di vita 🙂

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Scaccia pensieri o “crea paranoie”?
Jill Bolte Taylor: una storia meravigliosa a cavallo fra neuroanatomia e trascendentale
Comunicazione: “Come e perchè usiamo il linguaggio”
PNL: “Come NON entrare in rapport” ;-)

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK