“Stress… relazioni e riconoscimento delle emozioni”

Ciao,

sei uomo o donna? e come reagisci allo stress? se hai seguito il blog durante la settimana non ti sarà sfuggito l‘articolo che evidenzia un’altra incredibile differenza frauomini e donne. In modo particolare quando sono sotto”stress”: gli uomini tendono a diventare ciechi alle emozioni altrui mentre le donne tendono a diventare esageratamente sensibili alle emozioni altrui. Come per molti altri comportamenti umani “in medio stat virtus”ecco un super esercizio!

 

Lo hai ascoltato? cliccando qui puoi scaricare la tabellain formato pdf per svolgerlo al meglio…ma sarebbe ancora meglio se tu avessi un piccolo diario, magari con una bella scritta “Psinel” sopra ;-)) Purtroppo molte persone mi dicono che non riescono ad ascoltare gli audio, soprattutto chi si collega dall’ufficio o da luoghi dove ci sono restrizioni… per questo ritengo sempre più utile avere lo schema dell’esercizio davanti.

Ecco la struttura dell’esercizio:

1) Diario e stress: scarica e stampa il documento pdf oppure usa il tuo diario e ricorda un evento stressante della settimana passata. Cerca un evento relazionale,cioè dove ci sia qualcuno insieme a te, e soprattutto fai in modo di sceglierne uno dolce c’era poca gente…il meglio è se accade con una singola persona. E valuta,da 1 a 10 quanto è stato stressante.

2) Riconosci l’emozione: identifica l’emozione che stavi provando in quel momento. Vedi, noi abbiamo un sistema di “attacco-fuga” ancestrale… per cui chiediti se quella emozione faceva parte dell’ attacco (come rabbia e disprezzo) o di fuga (come paura e disgusto). Individua l’emozione..e tieni a mente che, per ora non è importante che tu le dia “il nome giusto”…basta anche una descrizione come “mi ha fatto girare…”;)

3) Emozioni altrui: chiediti “quanto peso ho dato alle emozioni delle persone coinvolte nell’evento?”…dai nuovamente una valutazione soggettiva da 10 a 1. Nota bene che è importante valutare l’emozione di quel momento … lo so che lo stai facendo a posteriori …ed è per questo che devi stare particolarmente attento/a (usa la terza posizione se necessario).

4) Come migliorare: chiediti che cosa avresti potuto fare di diverso per migliorare. In modo particolare, che tipo di “peso dovrai attribuire” per stare meglio? più peso o meno peso? alla analisi delle emozioni altrui? Qui è importante che tu ti cali completamente nella parte di chi, vuole migliorare questo aspetto. Un modo carino per farlo e rivedere la scena ma con il comportamento più adatto… e farlo guardandoti dall’esterno (in seconda posizione).

Se conosci l’intelligenza emotiva di Goleman avrai di certo riconosciuto alcuni dei suoi passi sulla intelligenza emotiva. Non ho fatto altro che prendere i risultati sperimentali di uno studio e mescolarli con i consigli pratici, ma sempre validati empiricamente di altri studi (come quelli sul quoziente intellettivo). Come vedi nel documento ho messo 3 colonne, una per ogni settimana. Il meglio del risultato di questoesercizio (come anche nella maggior parte diquesto genere di esercizi) lo ottiene con la costanza…

…in pratica, compila il diario una volta a settimanaper almeno 3/4 settimane. E poi, rivaluta i tuoi risultati… chiaramente il massimo (nel minimo) sarebbe l’avere un contesto relazionale fisso da osservare… come una relazione parentale o una sentimentale. In questo modo potresti davvero toccare con mano quanto, un semplice esercizio del genere possa aiutarti a controllare il tuo modo di gestire “le cose” anche sotto stress.

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Intelligenza emotiva: Come regolare la nostra vita emotiva…con “una manopola”…
Seduzione: “come gestire lo stress nelle relazioni”
Psicologia: come sopportare il dolore…”facendo finta” ;)
Sviluppare l’intelligenza: Umberto Galimberti e le parole per pensare
2 Commenti
  • Andreeeee :-))
    no no era proprio per te :DDDD scherzo ovviamente…sono tutti fatti per me 😉
    Grazie

    Ps. prima delle ferie dobbiamo berci una birra insieme 😉

  • Grazie Genna,
    ogni volta mi sembra che gli articoli siano indirizzati a me! (che narcisista del menga :-D)
    Da quando hai cominciato a postare gli articoli con gli audio-esercizi sono riuscito a sentirli poche volte, ma la spiegazione che metti di seguito è sempre stata mooolto esauriente!!!
    Ciauza

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK