Persuasione: “il potere della ripetizione”

Ciao,

la prima laurea di psicologia che ho visto nella mia vitaè stata quella del mio compagno di stanza del primoanno di università (lui era al 5°). Aveva svolto per lasua tesi uno studio interessante che in poche paroledimostrava come, dopo un tot di volte che ascoltiuna canzone questa inizia a piacerti. E’ il principioche usano tutte le radio nelle loro promozioni…infatti i produttori con più soldi passano i branidei loro musicisti il più possibile.

La ripetizione è un effetto che persuade da sempre.Ti basta pensare ai tormentoni televisivi…a propositohai notato come da qualche anno a questa parte itormentoni sono sempre più studiati a tavolino? Iol’ho notato guardando (quelle poche volte che micapita) “striscia la notizia”. Quest’anno c’è un odioso”oooook” 😉 e se ci fai caso lo dicono sempre quandoc’è il massimo dell’ilarità in studio (ancoraggio?;))

Oltre all’effetto condizionante la ripetizione si basa suuna leva molto potente “la familiarità”. Quando qualcosao qualcuno ci appare come familiare diventa una sceltapiù semplice per il nostro cervello. Altri esperimentihanno dimostrato che se ti mostro dei marchi in modo”subliminale” …tenderai a scegliere quelli… è chiaroche questo è un esperimento fatto in laboratorio 😉

Brinol e colleghi hanno provato che il massimo effettosi raggiunge quando il messaggio viene ripetuto dalle 3alle 5 volte… dopo questo numero, se lo stimolo non èassociato a nulla di piacevole (rinforzo) la piacevolezzatende a diminuire. I pubblicitari hanno superato questoostacolo creando pubblicità che sono sempre un pòdiverse. Hai notato come una stessa pubblicità vengapresentata in tanti modi diversi? anzi ultimamente sidivertono a costruire intere micro-storie… e le storiesono uno degli strumenti più efficaci della persuasione.

L’effetto della ripetizione ha due variabili importanti datenere d’occhio: la validità del messaggio e l’attenzioneche la gente ci mette… proprio come nel noto modelloLEM di Petty e Cacioppo… Se il messaggio non è validopiù viene ripetuto e più c’è il rischio che l’ascoltatoredica “ma che cavolate sta dicendo questo?” 😉 E ovvioche questo dipende direttamente dalla attenzione cheuno ci mette.

Tra pochi giorni tornerò in Liguria per le feste e sogià che mi ritroverò con i miei vecchi amici a ripeterestorie ascoltate mille volte… ma quelle sono semprebelle, indipendentemente da quante volte le ho giàsentite o raccontate… ma questa è un’altra storia ;-)Fammi sapere che cosa ne pensi, lascia un commentoqui sotto e se ti piace il mio blog, iscriviti ai feed rssoppure seguimi dal tuo account di facebook.

A prestoGenna

Ps. gli articoli sono stati presi da questo poste non solo =)

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Scuola di Ipnosi: suggestioni e controllo del dolore
“L’Accademia dei Miglioramenti”
PNL: la parola “neuro” aumenta la vendita…
Meditazione e Rilassamento: Bruce Lipton e la crescita personale…
5 Commenti
  • Grazie Pier,
    ci scrivo subito un post ;))

  • @ Ciao DAN(y) 😉

    l'aspetto più interessante è che "tutti" in una qualche misura siamo influenzati da ciò che ci "arriva".

    Nessuno è immune alle "ca–ate" ;-))) almeno in questo viviamo in un mondo democratico 😀 Poi, ovviamente ci sono vari gradi… Mi viene in mente una mia ex che conosceva benissimo i trucchi dei venditori di abbonamenti ai libri…"hai presente"?

    Bhe… un giorno se ne torna a casa con un bell'abbonamento dandosi della stupida 🙂 eppure non solo sapeva che quei contratti erano un pacco, ma conosceva anche la leva della coerenza che utilizzano (tutta colpa mia:))…

    …insomma…nonostante tutti questi "anti-virus" l'hanno persuasa lo stesso :DDDD Leggi questo post:

    http://www.psicologianeurolinguistica.net/2010/08/manipolazione-mentale-me-nessuno-mi.html

    @ Ciao Piernicola!!!
    che bello vederti qui 🙂 no a dire la verità non lo conosco…vorrei fare il superfigo ma non possoo 😛

    Ne avevo pubblicato uno che diceva: chi si ripete e chi utilizza un tono di voce più alto hanno maggiore probabilità di essere percepiti come "più competenti". Ma non riesco a trovarlo 😛 ho trovato solo questo che parla di un numero 3…

    http://www.psicologianeurolinguistica.net/2009/01/comunicazione-efficace-chi-ripete-ha-le.html

    Appena trovo quello originale ti avviso su Fb 😉

    Grazie
    Genna

  • Tu che te li ricordi tutti… chi aveva fatto lo studio che non solo aveva confermato il potere della ripetizione… ma aveva anche confermato che questo vale anche se la ripetizione viene da una sola persona?

    Es. 100 persone che mi dicono che Genna e' il piu' grande supergenio vivente della psicologia "quasi" equivale ad una che me lo dice 100 volte.

  • Ciao Genna
    secondo me, oltre all'attenzione che
    uno ci mette per constatare che un messaggio è fallace, una bufala etc… è la capèacità di far aderire ciò che si legge alla propria esperienza. Razionalmente e solo con l'attenzione c'è una marea di gente che crede a ciò che legge, senza discernere. Oltre a chi, pur sospettando siano cavolate vuole crederci comunque perché gli va.
    Chiamansi "convinzioni potenzianti" ma in questo caso molto devianti se il soggetto non si ricorda più che sono bufale.

    (Così… tanto per ripetere alcuni concetti, validi questa volta…;)

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK