Persuasione: “altri 10 cosigli scientifici sulla manipolazione mentale” brrr :)

 

persuasione_manipolazione1Hai letto il post di ieri dei primi 10 studi scientifici sullapersuasione? Ieri ti ho promesso che avrei rivelato il sito,ma scommetto che se mi seghi da un po’ sai già di chi si tratta…è il bellissimo psyblog del dr. Jeremy Dean un ricercatore inglese che sta per “dottorarsi” (diremmo in Italia;) e posta tutti articoli interessanti sulla psicologia della persuasione e non solo. Oggi ti mostro gli altri 10 “consigli persuasivi”, ricordandoti che… “a grandi poteri corrispondono sempre grandi responsabilità” 🙂

1) Riprova sociale: questa leva, già analizzata dal bravo Cialdini, è una delle più potenti in assoluto. E risponde alla domanda “perché la gente fa quello che fanno tutti?”.Proprio per “riprova sociale”…se tutti hanno quelle scarpe significa che forse sono buone? questo è il meccanismo…ma non solo scattano anche meccanismi di gruppo..” se voglio fare parte del gruppo dovrò avere quelle scarpe”.

2) Attenzione: lo sappiamo tutti, oggi viviamo nell’era dell’attenzione. Catturare l’attenzione di qualcuno è ora la sfida più importante per chi si occupa di persuasione, vista l’enorme mole di informazioni a cui siamo sottoposti. Addirittura, alcuni studi hanno dimostrato come la sola caffeina (essendo una sostanza psicotropa- cioè una droga) aumentando l’attenzione e la vigilanza …aumenti anche la persuasività dei messaggi in chi l’assume.

3) Riduci la distrazione: simile al principio precedente, ridurre la distrazione permette al messaggio di essere più persuasivo. E’ quello che nell’ipnosi viene anche chiamata”fissazione”… o “monoideismo plastico” 😉

4) Frame positivo: i messaggi che si basano su di un frame (contesto o cornice) positiva sono statisticamente più persuasivi di quelli che si basano sulle leve negative.

5) Travestimento: un messaggio camuffato all’interno di qualcosa di più ampio ha maggiore effetto. Non per nulla Milton Erickson amava disseminare le sue suggestioni ipnotiche in modo “più che nascosto”.

6) Cucito addosso: ognuno di noi ha uno stile diverso di recepire e di essere persuaso… per questo è utile conoscere questi stili. Clicca qui per leggere qualcosa sullo “stile di pensiero” che hanno le persone.

7) Segui il flusso: i messaggi persuasivi sono più efficaci se seguono “il flusso delle cose che stanno accadendo in quel determinato momento”…

8) Autostima: il grado di autostima dell’uditorio può migliorare l’efficacia del messaggio. Un pubblico che è contento e “confidente” è decisamente più persuadibile.

9) Potenza: un discorso fatto con patos ed energia trasmette questa energia anche all’uditorio che si diventa maggiormente persuadibile e manipolabile. (Ti basta pensare ai discorsi oceanici dei dittatori del passato per averne una prova).

10) Evita le convinzioni forti: come ogni bravo comunicatore sa, bisogna sempre evitare di andare contro le convinzioni forti altrui. Per questo si dice spesso : “di politica e religione non bisogna mai parlare”…

Bene! anche i 10 consigli di oggi sono terminati,come avrai notato alcuni sembrano addirittura delle ripetizioni dei precedenti.. ma in realtà hanno sempre delle sfumature di differenza. Tenendo sempre a mente che “non c’è nulla di nuovo sotto il sole”. Fammi sapere che cosa ne pensi, lascia un commento qui sotto e se ti piace il mio blog, iscriviti ai feed rss oppure seguimi da  facebook.

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Persuasione: Effetto Franklin – Simpatia
Persuasione scientifica: 7 modi per difendersi e convincere
Comunicazione efficace: “pubblicità sky vs mediaset” ;-)
Controllo Mentale: Psicologia e Cospirazionismo
2 Commenti
  • Non è strettamente attinente con la persuasione, ma per quanto riguarda il punto 5 sul travestimento, ho notato che un mio prof., per spiegare qualcosa, articola un discorso molto ampio che può apparire anche un pò confuso e nebbioso, ma che il molti casi ti porta a guardare le cose da un punto di vista diverso. L'effetto ottenuto è diverso se quel qualcosa lo avesse spiegato in modo molto più diretto e "chiaro". Non so se sono riuscito a rendere l'idea 😛
    E ho notato che ad alcuni studenti questo modo di spiegare piace molto, mentre altri lo trovano irritante.

  • Gennaro! Non dare ai freudiani spunti interessanti!

    -Ieri ti ho promesso che avrei rivelato il sito,
    ma scommetto che se mi —>seghi da un pò-

    😀

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK