Un diario per essere felici

Ciao,

ti ricordi gli articoli su come “essere più felice?”…ci sono un sacco di studi a riguardo. Abbiamo visto insieme che molte delle convinzioni ingenue su questo argomento sono sbagliate, come ad esempio il fatto di esprimere la propria rabbia o il proprio dolore attraverso azioni fisiche. Oppure come il reprimere un’idea o che ilsemplice pensare ad una cosa la faccia accadere.

Ma come avrai notato molte di queste tesi sono in contraddizione…se esprimere la rabbia o il dolore legato ad un evento non è utile allora lo sarà il suo contrario? pare di no! Anche il tentativo di reprimere le emozioni negative è un errore…ma allora come bisogna comportarsi? ma soprattutto come si deve comportare chi vuole semplicemente essere più felice senza andare a disturbare problemi ben più gravi?

La risposta ci arriva dall’ultima opera di uno dei miei”professori preferiti” Richard Wiseman, di cui ti ho già parlato in lungo e in largo 😉 A questo proposito nel suo “59 secondi – pensa poco cambia molto “Wiseman ci regala un diario semplice semplice da tenere settimana dopo settimana… eccolo:

Lunedì – grazie: gli effetti della gratitudine sulloumore sono ben noti. Wiseman ci consiglia di elencare 3 eventi per cui siamo stati grati nella settimana precedente. Non importa se sono eventi di grande portata o di piccola portata… e non importa neanche se sono accaduti proprio in questa settimana. Scrivine 3 ogni lunedì …

Martedì – evento: ripensa ad un evento molto bello del tuo passato. Rivivilo completamente dentro te stesso come se stesse accadendo in quel momento. E, dopo averlo fatto, fanne una breve descrizione senza preoccuparti della grammatica o della ortografia…

Mercoledì – obiettivi: oggi immaginati fra un paio di mesi (o poco più) e vediti mentre raggiungi i tuoi obiettivi. La cosa più importante è farlo in modo che sia il più possibile realistico e che tu ti veda lavorare duro per raggiungerli. Non si tratta di “legge della attrazione” ma di qualcosa di diverso e più concerto, vediti mentre lavori per raggiungerli. Questo non ti aiuterà a raggiugere gli obiettivi ma ad essere più felice (il che spesso porta a raggiungerli ;-)).

Giovedì – amico: pensa ad una persona cara alla quale non hai ancora espresso tutti i tuoi sentimenti.Scrivigli una breve lettera come se fosse per te l’ultima volta possibile per farlo. Spiegagli quanto le vuoi bene e quale ruolo ha avuto nella tua vita.

Venerdì – tira le somme: ripensa agli ultimi 7 giorni e scrivi 3 momenti belli. Non è necessario che siano cose esagerate, basta qualcosa di molto semplice (anzi, secondo me più sono semplici e meglio è;-))) come, andare a cena con un amico, trovare parcheggio sotto casa e cose del genere. Scrivile in modo sintetico…

Se mi leggi, avrai notato che questi 5 giorni racchiudono tutti i consigli “sperimentali” raccolti negli anni su come migliorare il proprio umore e di conseguenza la qualità della propria vita. La mole di studi che sotto stanno a questi consigli ci dice con probabile certezza che il solo compilare questo diario, per almeno un paio di mesi, può davvero rendere migliore il tuo stato emotivo.

Fammi sapere che cosa ne pensi… lasciando un commento qui sotto.

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Come Scegliere Un Corso di Crescita Personale?
Parapsicologia: la ragazza che spegne i lampioni
Uno psicologo di base nell’ambulatorio medico
Nueromarketing: Intervista a Giuliano Trenti
1 Commento
  • Patrizia –
    Ciao, mi piace molto e mi serviva proprio ora questo post. Momento giusto. All'opera ….
    Grazie e saluti, buonanotte!
    Patrizia.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK