PNL: “Come entrare – davvero – in rapport “

Sai che cosa è il rapport? è una parola ingse Rlese che non significa altro che “rapporto” e che, in un qualche modo descrive quella situazione nella quale tu e altre persone siete in “sintonia”.

Il termine nasce con l’ipnosi (dal Francese raport) per poi essere modellato dalla PNL che ne ha fatto una vera e propria tecnica. Se conosci un po’ come funziona sai che questo è la parte fondamentale di ogni psicoterapia e di ogni “buona interazione”…

 

 

Hai ascoltato l’audio? il problema di chi si avvicina a queste tematiche è il credere che il rapport si possa generare in modo artificiale… e in parte è vero ma la vera arte non sta nel “forzare il processo” ma nel semplice “saper osservare” quando questo accade ed il saperlo gestire in quei frangenti, nel caso in cui questo venga a mancare.

Un po’ come farebbe un macchinista che controlla che il treno stia andando nella direzione giusta e alla velocità giusta…

La tecnica per creare rapport è chiamata “ricalco”, che significa “il sapersi mettere nei panni altrui” prendendo pezzi dell’esperienza del nostro interlocutore e”rimandandoglieli come se fossimo degli specchi”.

Come hai ascoltato il semplice esercizio è quello di notare quando questo accade spontaneamente … e ti assicuro che questo succede sempre, in ogni interazione umana anche solo per pochi secondi… come se si stesse danzando con il proprio interlocutore

Notare questa danza non è questione di tecnica ma di consapevolezza… di “sentire” quello che sta accadendo.

L’errore fondamentale che fanno tutti gli studenti di PNL è quello di credere che la semplice tecnica del “ricalco-guida” (poi parliamo anche di questa) sia qualcosa di meccanico per il quale… il ricalco causa il rapport… mentre è esattamente il contrario è il rapport a causare il fenomeno del ricalco.

 

Ma la relazione fra questi è circolare: imitare “pezzi della realtà altrui” ti porta a stabilire più rapport

 

Bandler dice, soprattutto nei suoi ultimi libri, “perchè perdere tanto tempo a ricalcare quando puoi ricalcare e subito dopo guidare”… e in effetti se quello che tu vuoi è influenzare l’altro per qualche minuto devi fare così.

Ma non puoi farlo con tutti, con i tuoi parenti con i tuoi amici e con le relazioni importanti della tua vita. Non puoi sempre guidare… altrimenti diventi un despota o un “pessimo leader”.

Bandler parla di questo nei contesti di persuasione ma non nelle relazioni importanti.

Questo non significa che gli esercizi di ricalco-guida siano inutili, anzi, servono proprio ad esercitarsi a sperimentare la sensazione di essere in rapport.

Oltre chiaramente a sviluppare la calibrazione e la capacità di guidare l’interlocutore. La “tecnica”deve essere vista come una sorta di impalcatura, ci sono impalcature stabili e meno stabili, penso che l’aggiunta al classico esercizio del ricalco- guida sia proprio questo.

La consapevolezza di quando sei in rapport…proprio quello che accade nella vita di tutti i giorni. Ma questa volta, invece di esserne in un qualche modo “vittima”, diventi un osservatore attivo.

In grado anche, magari attraverso la tecnica del ricalco-guida, di recuperare il rapport in caso si noti di averlo perso.

Esercizio principale di questa settimana è: prendi un diario o un quaderno e, quando arrivi a casa, annota ogni volta che “hai notato di essere, spontaneamente in rapport durante le interazioni quotidiane”.

Scoprendo come “tu entri in rapport” apprenderai meglio come sfruttare questo “stato di coscienza”.

Fammi sapere che cosa ne pensi lasciando un commento qui sotto..

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Le basi della PNL…sono più interessanti della PNL stessa?
PNL: “New Code – il Nuovo Codice di John Grinder” Vol. 1
Modellare la Meditazione? Esperimenti in casa “Psinel”…
Come avere la risposta pronta …nella Comunicazione (Vol. I)
7 Commenti
  • Ciao a tutti

    @ Clem: scrivi più spesso..vedrai che ti sembreranno sempre più "per te" 😉

    @ Amelio: non c'è ed è "severamente vietato" farlo ;-))

    @ Doc: ma come me lo dai solo adesso il voto? scherzo…:DDD

    @ Simo: hai ragione "non è una novità". Chiarisco… in testi come persuasion engeenering Bandler dice cose come "la gente passa ore e ore a ricalcare quando doverebbe guidare…un pò di ricalco e subito la guida". Questo lo dice nei libri dedicati alla persuasione…

    Il ricalco-guida per persuadere non lo fai tutti i giorni volontariamente… ma solo quando ti serve. Mentre nelle relazioni di tutti i giorni è più importante imparare a conoscere il rapport piuttosto che "causarlo".

    Spero di essermi chiarito 😉
    GRAZIE a tutti :)))
    Genna

  • Ottimo articolo, ma non è una novità! 🙂
    Mi rimane oscuro un punto, però. Cosa intendi quando dici: "Bandler parla di questo nei
    contesti di persuasione ma non nelle relazioni importanti."

    Cioè? A cosa ti riferisci esattamente? Sempre al rapport?

    Ciao!

  • Bel post, come gli altri del resto. È ora di dare il voto 🙂
    In bocca al lupo per il concorso

  • Bello ,bello questo articolo,che chiarisce una cosa fondamentale,non nascondo che anche io cadevo in errore.
    Ora bisogna solo fare pratica e acquisire consapevolezza…..

    Genna c'è un modo per scaricare i tuoi audio che metti nei post?

  • salve gennaro!
    ti ringrazio moltissimo per questo post… sono anch'io una simpatizzante dello sviluppo personale, sono iscritta alla tua mailing list da un anno e ti ascolto sempre molto volentieri… stavolta ti scrivo perchè questo esercizio sembra postato per me!!!!
    ciao cleme

  • Ciao Marco,
    secondo me tutto ciò che viene abbracciato ciecamente e senza un minimo di "grano salis"…rende scemi…

    ahahah…per di più c'è anche il fatto che "una cosa è sapere che cosa è il ricalco e un'altra è saperlo mettere in pratica" 😉

    In questi giorni scriverò proprio un bel post "contro i paladini della PNL"… perchè ho una storia interessante da condividere 😉

  • Una persona ieri mi ha detto: PNL?!?! Secondo me la PNL rende scemi! hahahahah

    Si riferiva al fatto che molti che escono da un practitioner diventano degli imitatori di ogni gesto altrui 🙂

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK