Apprendimento: “Innovazione generata dalle masse”

Ciao,

pensi che il nostro mondo stia evolvendo oppure che sia nella sua epoca più decadente?

Io sono ottimista proprio a causa di video come quello che ti ho mostrato tempo fa sulla “civilizzazione empatica“.

Così oggi te ne mostro un altro su come la gente stia migliorando e accelerando l’evoluzione grazie ad internet e ai video, tenuto dal patron del TED Chris Anderson.

L’hai visto? ricorda che nei video del Ted puoi trovare(non in tutti ma in questo si;)) i sottotitoli in italiano. Quello che hai visto è Chris Anderson l’inventore del Tede dice alcune cose illuminanti…che vorrei commentare un pò con te… perché sono completamente d’accordo con il suo punto di vista.

Il web, essendo il miglior strumento di comunicazione mai inventato ci “connette” e ci permette di imparare gli uni dagli altri. Amo imparare sempre cose nuove (anche inutili), qualche tempo fa ho deciso d’imparare a giocolare…

…così ho trovato un video on-line e ho iniziato a farlo,in pochissimo tempo ho raggiunto ottimi risultati…ed il merito è tutto del video 😉 Pensaci…siamo davvero sulle spalle dei giganti.

Oggi se sei appassionato come me di psicologia e sviluppo personale puoi guardare ore ed ore dei migliori psicoterapeuti, ipnotisti e coach di sempre… nel salotto di casa tua (il 90% di quello che la PNL ha modellato da Erickson deriva dall’osservazione dei suoi video.

Sono certo, come Chris Anderson, che questa sia una vera e propria rivoluzione nel mondo dell’apprendimento ci sono una valanga di studi che parlano di come il nostro cervello si sia evoluto sulla base del modellamento.

E sappiamo addirittura quali sono le strutture del cervello che vi sono implicate. Noi siamo “programmati per apprendere dall’osservazione” e oggi, grazie al web e alla banda larga è possibile condividerli facilmente.

Innovazione generata dalle masse/o dalla gente è una delle affermazioni più democratiche che abbia ascoltato in questi ultimi anni 😉 L’esempio della ruota che gira e accelera i suoi progressi proprio grazie al fatto di potersi “vedere” e farsi “vedere”.

E questo da input alla ruota del miglioramento che può girare e dare ai Paesi di tutto il mondo: conoscenza,comunione (nel senso di sentirsi parte di un tutto)e meritocrazia innovatrice…collaborativa…

Non ho davvero parole, il video è bellissimo, se non sei riuscito a vederlo ti consiglio di segnarti sul’agenda quando poterlo fare.

Perché se anche tu come me hai “fiducia nel genere umano” ti assicuro che questo video potrà mostrarti come tante altre persone credono che si possa rendere…questo…un mondo migliore 🙂

Fammi sapere che cosa ne pensi… lasciando un commento qui sotto. Seguimi dai tuoi feed rss oppure dal tuo account di facebook.

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
“La guerra fra poveri… i corsi di memoria”
Psicologia: “il transfer delle abilità – lo sport sviluppa competenze da usare nella vita di tutti i giorni?”
Psicologia: Auto-apprendimento diretto ed esperienze autoteliche
La tecnica del pomodoro: come motivarsi utilizzando un timer
2 Commenti
  • Grazie Michela :-)))

  • Ciao Gennaro,
    bellissimo post e video: mi hanno dato una carica di entusiasmo e una "prospettiva" ottimistica/realistica su quello che potrebbe essere il nostro futuro.. se ci crediamo e ci mettiamo un pò di impegno.

    Grazie mille, non solo per questo "semino" ma per tutto il tuo lavoro (che posso solo intuire) dietro a questo tuo splendido blog.

    Mi fa piacere sapere che vivi a Padova (anch'io!) e spero un giorno di poterti conoscere di persona.

    Buona continuazione
    Michela

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK