Sviluppo Personale: “team building, intelligenza dei gruppi e la collaborazione”

Ciao,

l’unione delle singole parti è “di più” del contributo dellesingole parti stesse… recita un assioma della psicologiadella gestalt. L’essere umano dal frammento più piccolodi se stesso ne è una prova empirica, ad esempio lesingole scariche elettrochimiche dei tuoi neuroni formanoi tuoi pensieri che sono di certo “di più” del funzionamentodei singoli neuroni… lo stesso vale per ogni agglomeratocellulare del tuo corpo, per ogni tuo organo e apparato.Questo assioma si può estendere ai gruppi di persone?cioè l’unione fa la forza o chi fa da se fa per tre? ;-))

Secondo i ricercatori del MIT la risposta è affermativa eci regala degli spunti più che interessanti sul mondo dellosviluppo personale e del team building. Lo studionon fa nulla di più che confermare il fatto che “l’unione dicervelli” o master mind aumenta l’intelligenza condivisaall’interno di un gruppo… cosa che chi lavora in gruppo saa livello esperienziale. Tuttavia gli studiosi hanno volutotrovare quelle caratteristiche, all’interno della composi-zione stessa dei gruppi che avrebbero svolto la funzionedi “predittori di questa intelligenza”. In altre parole,quali sono i fattori che aumentano questa forma di”intelligenza collettiva”?

Condivisione del potere decisionale: i ricercatorihanno documentato come i gruppi che non avevano uncapo, cioè un’unica persona ad avere l’ultima parolaerano anche quelli con una più alta intelligenza condivisa.Questo dato è davvero interessante a livello sociale, dovespesso si crede che un “gregge” debba sempre averbisogno di un “pastore” 😉

Sensibilità sociale: i gruppi che dimostravano diavere una più alta “sensibilità sociale” erano anche quelliche raggiungevano i risultati migliori nei compiti che iricercatori hanno assegnato ai singoli gruppi che hannopartecipato alla ricerca.

Presenza femminile: …e la sensibilità sociale eradirettamente correlata alla presenza di donne nel gruppo.Cioè più donne erano presenti all’interno dei singoligruppi è maggiore erano, sia la condivisione del “poteredecisionale” e sia la “sensibilità sociale”. In pratica la”predizione” dell’intelligenza andava di pari passo con lapresenza di donne… e diminuiva quando queste eranopraticamente assenti nel gruppo. In pratica i gruppi disoli uomini tendevano maggiormente a creare dellegerarchie che limitavano la loro “intelligenza collettiva”.

Tieni conto che questi fattori sono risultati essere il 40%della “intelligenza” dei diversi gruppi. In pratica i piccoligruppi che avevano un buon equilibrio in questi aspettiavevano quasi il doppio della capacità risolutiva deiproblemi che gli venivano posti. Mica “pizza e fichi”…il 40% è tantissimo ;-O Ancora una volta restostupefatto del potere che hanno valori importanti come”la sensibilità sociale”, la “condivisione” e la fiducianel prossimo… potere che non resta nell’ iperuraniodelle idee e dei valori astratti ma che pesano in modoimportante sulla realtà…bhe…direi che pesano un40% :DDD

Concludendo: credo che questo post possa esseremolto utile a chi lavora in gruppo, a chi deve fareun gruppo, a chi si occupa di team bulding maanche a chi si occupa più strettamente diapprendimento. Pensa se gli insegnanti sapesseroquesto, potrebbero creare dei gruppi di lavoromolto più efficaci e democtratici 😉

Fammi sapere che cosa ne pensi, come sempre lasciaun commento qui sotto. E se ti piace il blog iscrivitiai miei feed rss oppure seguimi dal tuo account difacebook.

A prestoGenna

Guarda questo

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Meditazione: “…Sviluppo del Potenziale Umano…”
7 esperienze positive che possono “cambiare” la vita…
Emozioni: 5 consigli per far “sbollire la Rabbia”…
Angeli Per Fare Coaching ? ;)
2 Commenti
  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Renzo,

    si esistono corsi seri a livello professionale, anche di soli due giorni 😉 ovviamente si tratta di seminari monotematici…

    se invece vuoi creare una professione esistono centinaia di corsi a riguardo… ad esempio puoi diventare counselor (un pò di istituti validi: Dialogika e il CTS di Arezzo)… oppure diventare coach e qui gli istituti si perdono ma il migliore pare essere sempre NLPItaly. Insomma ne esistono tanti, ma il modo più corretto per farlo in Italia resta quello di diventare psicologo.

    Quando dico "corretto" non intendo che sia il modo migliore che ti prepara meglio… ma intendo ad un livello di tutela legale.

    Perchè ti dico questo? perchè oggi come oggi puoi: aprire una partita iva registarti come "consulente" e fare il cavolo che ti pare. Non credo che questa anarchia durerà ancora a lungo… per cui se sei davvero interessato a svolgere una "professione d'aiuto" le strade "consuete" sono anche le più sicure.

    Uff…che domanda: allora la meccanica quantistica ha di certo sconvolto il panorama della scienza mondiale. Le teorie che ci sono alla base sono più che interessanti ma da qui a dire che sia meglio di altre forme di "psicologia" non ci metterei la mano sul fuoco. Vedi io lavoro a contatto con un sacco di cervelloni universitari (abito a Padova;-)) e ti basta fare 2 o 3 domande giuste a persone che fanno i ricercatori nel campo della fisica teorica per capire quanto la gente ci stia "ricamando su questa quantistica" 😉 …

    Questo non toglie che sia necessario avere un occhio di riguardo perchè le sue implicazioni sono davvero intessanti, ma da qui ad affermare quello che dicono ormai in troppi sul web… ce ne vuole di tempo 😉

    Genna

  • Ciao
    complimenti per il tuo bellissimo blog…sono circa due mesi che mi sono avvicinato al mondo dello sviluppo personale…e mi ha preso tantissimo…ho comprato diversi e-book della bruno editore ( compreso il tuo ovviamente 🙂 ed anche un paio dell'accademia dei miglioramenti…vorrei chiederti se esistono dei corsi seri a livello professionale da seguire per far diventare questa passione anche un lavoro…non parlo di corsi per manager stressati o imprenditori frustrati disposti a pagare 600 euro per due giorni..ma corsi seri alla portata di gente normale….te potresti fare dei corsi di questo tipo…
    ti vorrei chiedere anche un'altra cosa : che ne pensi della psicologia quantistica ?…ho letto il libro di lori " dalla pnl alla quantistica " e alcune cose del dott. Paret…sinceramente sono perplesso ma vorrei sapere te che ne pensi…..ti ringrazio…e di nuovo grazie per il tuo profondo ed interessantissimo blog..

    Renzo

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK