Studio sulla gratitudine: “perchè ringraziare non è solo cortesia?”

Conosci i benefici della gratitudine? in molti studi della psicologia positiva è sottolineato come avere un reale e profondo senso di gratitudine sia vantaggioso su molti fronti… da quello direttamente legato alla nostra sfera personale (ottimismo e benessere psicologico) alle nostre relazioni sociali. Nel post che avevo scritto tempo fa ti avevo segnalato 3 diversi articoli scientifici cheprovavano l’efficacia della gratitudine sull’aumento del tono dell’umore… in questi studi si invitavano le persone a “provare attraverso esercizi” la loro gratitudine…

…invece, nello studio che ti mostro oggi condotto da Adam M. Grant and Francesco Gino e apparso sulla rivista Journal of Personality and Social Psychology (Grant & Gino, 2010) si parla di come il semplice “dire grazie” abbia un importante effetto sui comportamenti pro-sociali.Nel primo studio è stato chiesto a 69 partecipanti di leggere una lettera di assunzione di un personaggio fittizio che richiedeva un loro feedback. Una volta che i partecipanti davano i “loro consigli”, il personaggio finto rispondeva…

…le risposte erano tutte volte a cercare nuovi consigli ma a metà dei partecipanti veniva solo richiesto un nuovo feedback mentre alla seconda metà veniva sempre chiesto il feedback ma la lettera terminava con i ringraziamenti espliciti per l’aiuto ricevuto. Il 66% dei soggetti “ringraziati” è stato disponibile nel dare nuovamente il proprio aiuto al “personaggio”, contro il 32% di chi non era stato ringraziato.

In un secondo studio veniva inviata, qualche giorno dopo, una lettera simile di aiuto da parte di un altro personaggio fittizio… questa email era direttamente inoltrata dal “primo personaggio fittizio”. I ricercatori volevano capire se quello stesso effetto fosse in qualche modo generalizzabile anche ad altre persone. Anche questa volta venivano usate le due modalità di email… con e senza ringraziamenti. Il 55% dei soggetti “ringraziati” erano nuovamente disposti a prestare il loro aiuto, contro il 25% dei soggetti “non ringraziati”.

Infine, negli studi successivi i ricercatori hanno testato quegli stessi soggetti ma con simulazioni dal vivo, cioè”faccia a faccia” ed hanno riscontrato nuovamente un effetto positivo del “ringraziare” sul comportamento pro-sociale dei partecipanti. Provando non solo che il semplice “ringraziare aiuta” ma anche che si è ancor più disposti ad aiutare una persona che ci ringrazia anche quando non la conosciamo personalmente. Infatti pare che l’effetto sugli sconosciuti sia ancora più impattante…

Concludendo: ringraziare può essere visto un ottimo”acceleratore” del nostro sviluppo personale. Infatti non solo ci aiuta ad aumentare il tono dell’umore e afarci sentire bene, ma aiuta anche le nostre relazionisociali. Insomma…non posso fare altro che ringraziarti. E visto che ci sono ringrazio pubblicamente Angelo, un affezionato lettore per un regalo che mi ha inviato..ringrazio tutti i lettori, tu per primo che stai leggendo e ovviamente i ricercatori che quotidianamente ci danno modo di scoprire qualcosa di nuovo sul mondo della psicologia.

A presto
Genna

 

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Formazione: “serve conoscere il cervello?”
Psicologia della decisione: Effetto del Pensiero Inconscio (UTE)
La “Natura” aumenta la memoria del 20%
Il vero “potere della mente” rivelato dalle neuroscienze
3 Commenti

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK