“La guerra fra poveri… i corsi di memoria”

Ciao,

se mi segui ricorderai che qualche tempo fa ho postato un articolo sulle “tecniche di apprendimento” o ancora meglio su un cartellone che girava che ti “allertava” sul fatto di scegliere sempre docenti laureati in materie congrue. Fino a quando è l’associazione dei consumatori a farlo ci posso stare, ma quando è un altro formatore che usa quella locandina per sparare cacca (pardon) sugli altri corsi allora la cosa non va più bene!!!

Il fantomatico formatore utilizza come argomentazione una bella equivalenza complessa: “se non ti sei laureato significa che non sai studiare o insegnare le tecniche di memoria”…bhe… non servono gli sleight of mouth per smontare un’affermazione pseudo logica come questa…no?;) ma andiamopiù in profondità. So che adesso starò facendo un piacere a questo ragazzo maldestro ma poco mi importa. Come tidicevo non sono del tutto contrario a quello che dice,infatti alcune cose le avevo condivise sul post ap-post 😉

…tuttavia quando sono andato a curiosare sul suo sito ci ho trovato: “corsi di ipnosi conversazionale” (tranquilli non è il mio collega Charlie ;-))…corsi di linguaggio del corpo ecc. E allora rigiro la domanda ed è: “quali competenze haun laureato in scienze della formazione in linguaggio delcorpo e linguaggio ipnotico?” NESSUNA 😉 si magari qualche pillolina studiata qui e la…ma ne vuoi sapere una ancora più divertente, quali competenze ha un laureato in psicologia sulle stesse materie? pochissime o quasiNESSUNA. Buffo no? bhe in caso tu non mi conosca citengo a dirti che sono uno psicologo e so quello che dico 😉

Purtroppo la colpa non è ne di chi approfitta di questi bugslegislativi e ne di chi diventa esperto in questi argomenti perpoi insegnarli. Se pensi che l’80% dei formatori italiani è laureato in tutt’altro qualche domanda dovresti pur fartela. L’errore vero è della legge e degli stessi albi professionali,ad esempio quello degli psicologi, che non è riuscito a fare delle leggi chiare a proposito. Ad esempio in Italia non si sa davvero chi possa fare ipnosi… lo psicologo? forse…lo psicoterapeuta? forse… sicuramente lo psicoterapeuta ipnotico…sicuro. Ma le figure sono così poco delineateche si fa fatica a comprenderle.

Ti faccio un altro esempio, a giorni intervisterò Francesco Di Fant, l’esperto di linguaggio non verbale che è stato ospite della “Pupa e il secchione 2” (cioè la stagione appena passata). …e indovina…è uno psicologo? NO è laureato inscienze della comunicazione, qualcosa di molto affine ma seci pensi tanto lontano. Visto che chi ha studiato e decodificato il linguaggio non verbale e delle espressioni facciali è uno psicologo. Insomma, visto questa nube di impreparazione generale eviterei di parlare male dei NON laureati a meno che questi non vogliano fare cose ben più gravi come:progettare ponti; curare le persone (sia fisicamente che mentalmente); insegnare all’Università 😉

Anche se devo dirvi che spesso non laureati insegnano allaUniversità, magari perché hanno maturato una profondaconoscenza della materia e vengono chiamati come docentia contratto. Ti chiedo…è secondo te la stessa cosa che andarea fare un corso da un NON laureato? per me SI…se quellapersona sa come si fanno le cose ed è in grado di spiegarmeloallora non me ne frega niente del suo titolo di studio;)

Concludendo: esistono molti modi per farsi promozione..ecredo che il peggiore sia il “parlare male degli altri” permettersi in buona luce. Di certo potrebbe essere una tatticavincente se sei un “leader del mercato” e sei minacciato damillantatori. Ma se “nessuno ti conosce”, diventa subito unastrategia svataggiosa solo per te… questo succede anchenella realtà. Hai presente i tizi che sparlano degli altri? nonpiacciono a nessuno! A meno che non siano due donne che chiacchierano di gossip 😀 (e lo stesso J. Gray a dire che alledonne piace sparlare per poter gestire meglio lo stress;-)).

Fammi sapere che cosa ne pensi, lascia un commento qui sotto e se non lo hai ancora fatto iscriviti ai miei feed rss oppure seguimi dal tuo account di facebook.

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Mind Mapping Online…”strumenti per crescere”…
Migliorare l’ Apprendimento: Cambiando Paradigma Formativo
Perchè dedicare tempo allo sviluppo personale e alla auto-formazione?
Sviluppo Personale On-line: Robero Re e Roy Martina
2 Commenti
  • In effetti in Italia la legge non è molto chiara in merito di Ipnosi. In pratica ne impedisce quasi completamente l'uso a coloro che non sono psicoterapeuti specializzati nella materia. In teoria anche chi fa stage hypnosis rischia la denuncia.. Mi sembra assurdo.. Non parlo di psicoterapia, ma ci sono ambiti nei quali una persona potrebbe anche esercitare senza la laurea in psicologia (mi riferisco ad esempio all'utilizzo per smettere di fumare o migliorare le performance).

  • Ai ai Genna ci sei ricascato….
    A proposito di chi dovrebbe o meno fare ipnosi in italia……
    Riporto un passaggio dal sito di Alberto Torelli,
    Le potentissime lobby italiane dei medici e degli psicologi non vogliono accettare che oggi esistono anche le medicine naturali (paramedicali, olistiche, energetiche, psicosomatiche, ecc.), sono estremamente ostili agli approcci complementari e all'ipnosi clinica indipendente, e non esitano a diffondere informazioni false e fuorvianti, come risulta da alcuni documenti che ho raccolto in questa sezione. La legge italiana si ostina a non riconoscere la professione di hypnotherapist (che ormai e' diffusa in tutto il mondo), e anzi tenta ancora oggi di assimilare l'ipnosi moderna (che serve per proteggere e promuovere il benessere) alla psicoterapia (che invece serve per curare le psicopatologie). L'Italia e' rimasta indietro di un secolo, al tempo in cui c'erano solamente la medicina e la psicoterapia, e nient'altro. Fortunatamente oggi abbiamo pure le normative europee, e nell'Unione Europea ci sono anche gli ipnologi (hypnotherapist), per cui l'Italia, se vuole rimanere in Europa, dovra' rassegnarsi al fatto che il medioevo e' finito. Copyright (C) Alberto Torelli.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK