Non verbale: “la virtù sta nel mezzo” …dove sedersi per influenzare gli altri?

Ciao,

è un bel po’ di tempo che non scrivo qualcosa sulla comunicazione non verbale… un po’ per l’estate appena passata e un po’ perché il mondo della ricerca non si sta concentrando su cose che possano essere trasformate facilmente in psicologia pratica da applicare alla vita di tutti i giorni.

Nonostante ciò ho trovato uno studio molto carino sulla posizione in cui sedersi per avere successo durante un meeting.

Se anche tu hai letto il famoso libro “Perché mentiamo con gli occhi e civergognamo con i piedi” sai che sono stati fatti molti studi a proposito, ma questo è diverso perché arriva dalla osservazione di un noto programma televisivo inglese: “The Weakest link” o “l’anello debole”.

Le psicologhe Priya Raghubir e Ana Valenzuela hanno esaminato tutte le puntate del programma per vedere se la posizione spaziale influisse sulla scelta del candidato da scartare…ed hanno notato, in poche parole che chi se ne stava nella posizione centrale del semi-cerchio composto dai concorrenti aveva la più bassa probabilità di essere scelto e scartato. Più del 49% delle puntate è terminata con il “candidato di mezzo” come vincitore perché “non scelto”.

Se ci pensi, in tutte le rappresentazioni pittoresche di altri tempi tenevano conto di queste proporzioni. Ti basta pensare al quadro della “ultima cena”…chi c’era nel mezzo? E, di solito le figure sulla sinistra erano quelle “cattive” (cioè quelle della mano cattiva) e quelle sulla destra quelle buone (“alla destra del padre). Tra l’altro qualcuno ha anche fatto delle ipotesi in base alla lateralizzazione emisferica per spiegare queste “strane disposizioni”.

Quindi, la posizione è intuitiva ma fino ad un certo punto. Se infatti ti dicessi: “devi metterti in un punto, all’interno di un semicerchio, senza essere mai scelto” non credo che sceglieresti intuitivamente la posizione centrale. Eppure, secondo le psicologhe è proprio così… ci si trova al centro (nel contesto di quel programma televisivo) è come se fosse maggiormente coperto e protetto dalle persone che lo circondano. Come se “risplendesse di luce altrui” …per cui non viene scelto.

Che lo status all’interno di un gioco sia importante lo prova ogni volta che gioco a risiko con gli amici.Cioè, se uno sta vincendo (anche se si è all’inizi)raramente sarà il più attaccato perchè è come se possedesse un “alone di invincibilità” e forse…è anche questo il segreto di chi “sta nel mezzo” 😉

Concludendo: se vuoi ottenere una posizione privilegiata all’interno di un gruppo (disposto a semicerchio) mettiti nel mezzo!

Fammi sapere che cosa ne pensi, lascia un commento qui sotto.

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Guardarsi negli occhi: significato e importanza dello sguardo profondo nella relazione fra 2 persone.
Comunicazione non verbale: il 93% è davvero Non Verbale?…
Comunicazione non verbale: la potenza del “tocco”
Comunicazione Non verbale: “la circolarità del linguaggio mente corpo e lo yes set”
3 Commenti
  • Ciao Paola,
    bhe dal questo punto di vista ti do ragione 😉

    Ciao Elisa,
    mi sembra un'ottima idea quella di scegliere le posizioni davanti al tuo capo. Dopotutto lo fanno in molti, dai comici ai politici per giungere ai formatori 😉

  • a proposito di posto da scegliere….
    ultimamente pensavo di comunicare al mio capo le cose belle sempre da una zona del suo ufficio, tipo nell'angolo della scrivania alla sua destra, le cose neutre dal centro, frontale, e le cose negative dalla sua sinistra… e tra un mesetto chiedergli l'aumento, dalla destra ovviamente 😀
    che dici, aiuta? ;D

    buona giornata Genna 🙂

  • al centro si sente tutto: non si è solo protetti, ma se sentono tutte le emozioni del gruppo che sta intorno: felicità, commozione, rabbia, invidia, piacere ecc. ecc.
    dipende quindi molto chi sono le persone che devono stare intorno a noi… a me non piacerebbe stare al centro di persone invidiose 😉

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK