Psicologia: “perchè ci si innamora del proprio terapeuta?”:

Ciao,

innamorarsi del proprio terapeuta non è solo un “luogo comune” ma una realtà di fatto.

Già Freud se ne era reso conto e aveva dato la colpa al controverso”transfert sessuale”… oggi sappiamo che non è così e che probabilmente tutto è dovuto al modo con il quale la donna combatte lo stress.

Uomini e donne producono entrambi sotto stress, cortisolo…questo ormone viene ridotto in concomitanza con la riduzione dello stress in modo differente fra uomini e donne.

Le donne possono ridurre lo stress parlando, dando una forma linguistica all’oggetto che le stressa. Mentre gli uomini riducono lo stress traendo soddisfazione da quello che riescono a fare, a risolvere e a costruire.

Ecco perché le donne si riuniscono in circoli di “pettegole” e gli uomini amano giocare a calcio, aggiustare la moto e fare a gara a “chi lo ha più lungo” con gli amici 😉 A parte gli scherzi, questo è un problema per entrambi…

…non per nulla questo è tratto dagli studi di J. Gray, le”donne vengono da Venere e gli uomini da Marte”. Immagina il seguente scenario, la donna parla all’uomo dei suoi problemi per ridurre il suo stress, mentre l’uomo dopo poche informazioni cerca subito una soluzione, cosa che aiuta lui a ridurre lo stress. Forse questa è una delle motivazioni più gravi per il declino dei matrimoni oggi.

Ma torniamo al nostro terapeuta, se le donne riducono lo stress parlando, ecco che un terapeuta più orientato all’ascolto (quasi tutti) diventa un “àncora di piacere” per la donna e questo ne aumenta il fascino.

Se per di più, le due persone si guardano negli occhi, il fattore fascino aumenta.In più esiste anche il fattore autorità, alcune donne sono particolarmente attratte dalla autorità e da chi, fra virgolette possiede potere e risposte…anche se a loro,delle “risposte” importa poco. Vogliono parlare!

Le differenze anatomo-fisiologiche fra uomini e donne sono fra le ricerche più affascinanti nel campo delle neuroscienze soprattutto perché è molto facile, dopo secoli di osservazioni del comportamento umano, ricondurre la fisiologia alla psicologia.

Di certo le affascinanti teorie psicodinamiche sulla questione possono darci spiegazioni più belle e raffinate, ma da persona molto concreta ritengo che gli aspetti neuroscientifici non si possano ignorare.Forse c’è una spiegazione più semplice al transfert? Questa è solo un’ipotesi.

Concludendo: l’infatuazione fra terapeuta e paziente è una realtà dovuta a molti fattori… un consulente esperto deve conoscere questo fattore e deve saperlo gestire in modo positivo per aiutare il proprio cliente.

Ricordando che, molto spesso, parlarne soltanto…non basta.

A presto
Genna

Ps. se vuoi saperne di più sulla psicologia e le diversità fra uomo e donna acquista il DVD di John Gray è davvero interessante.

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Integrazione psicologica: “cerco un centro di gravità permanente”
Psicologia dei gruppi: 10 studi interessanti sulla forza dei gruppi
Autostima: “Come conoscere i tuoi valori, per migliorare la stima in te stesso”
Il “potere delle serie Tv” per la crescita personale
7 Commenti
  • Questo articolo è una cagata pazzesca!
    Che motivazioni diamo per il cliente maschio che si innamora della sua terapeuta?

    • Ciao Antonella,
      e grazie per avermi fatto notare un articolo che dovevo mettere apposto (ci sono le lettere appiccicate come forse hai notato).

      Ora me lo rileggo con calma visto che l’ho scritto 8 anni fa, però mi piacerebbe sapere che cosa ritieni una “cagata pazzesca”.

      Mi raccomando evita di lanciare la pietra e di nascondere la mano, oppure dovrò pensare che non l’hai letto davvero.

  • Dopo quasi 3 anni…"credo" di essermi infatuato della mia terapeuta…ma è anche vero che sono in forte stress…

  • Io non sono innamorata del mio terapeuta…ma del mio osteopata!
    Povera me…

  • Il mio psicologo era davvero bello! 🙂 lui ogni tanto mi faceva dei complimenti tipo che mi trovava bellissima.. e io li ho sempre presi come un mezzo di aiutarmi a trovare autostima in un momento in cui non ne avevo… Mi sono sempre chiesta peró se fosse il metodo giusto… Un giorno ricordo che gli avevo risposto qualcosa tipo "complimenti da psicologo ;)"

  • Patrizia –
    Fuori tema –
    C'è un post dal titolo: "Come non mangiare noccioline e patatine quando sono al pc"? Soprattutto di sera?
    Scusa ma è già un po' che ci penso…..
    Grazie.
    Patrizia.

  • Patrizia –
    Ciao, buone vacanze.
    Argomento interessate e controverso, ed anche attualissimo, dato che ne sento parlare da ogni dove.
    Se non è transfert ed è collegato allo stress, dovreste voi psicologi avere codazzi di donne innamorate fuori dalla porta!!!!!!! o……viceversa.
    Non sarà invece che senza analizzare tanto succede come per qualsiasi altro incontro? Collega, amico, (marito o moglie dell'amico più caro….ahahahaha!!!!!)? Cioè si crea un feeling dove c'è anche l'attrazione, in un momento particolare (perchè se sei lì un motivo c'è), vuoi per l'aspetto ed un sacco di altre cose……..?
    E cosa succede se invece è il medico che si innamora della paziente? Deve mollarla?
    Dulcis in fundus (si scrive così?)
    che significa che molto spesso parlarne non basta? Bisogna passare ai fatti?
    Sarà il caldo, o l'ora tarda, scherzo……..
    Buonanotte……….ciao
    Patrizia.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK