Sviluppo Personale: “nessuno è perfetto” ;-)

Ciao,

hai mai conosciuto un newbe dello sviluppo personale?magari qualcuno che si è appena letto un libro e va ingiro a professare la parola di “tizio e caio”? Non c’è nulladi male nell’invasamento iniziale…dopotutto ogni volta cheti innamori fai la stessa cosa, quello che pende dalle labbradella persona amata diventano parole “sacro sante”. Mac’è un temibile errore, dovuto soprattutto al “modo divedere il mondo”… quello di vedere solo …difetti nellealtre persone.

Ok… è chiaro che alcune persone sono più brave a vederedove le cose “non vanno” ed altre che invece sono piùpredisposte a vedere le cose “che vanno bene”. E non c’ènulla di male in questo. Infatti se sei un datore di lavorosapere questa differenza (che in PNL è spesso riportatafra i metaprogrammi) è fondamentale. Ad esempio segestisci una rete di vendita, puoi mettere nei procacciatoridi affari quelli che vedono “i pregi” e negli addetti agliacquisti quelli che vedono i “difetti”.

Ma se invece, sei un appassionato di sviluppo personale emeglio ancora, lo sviluppo personale in qualche modo è latua attività… è bene che inizi ad apprezzare il prossimo.Io stesso sono fatto un pò così, vedo più facilmente i difetti,le cose che non vanno nella evoluzione delle persone. E tidevo dire che la mio modo di vedere le cose è completamentecambiato, ma soprattutto migliorato quando ho iniziato adessere più “fiducioso nelle altre persone”.

Usciamo per un secondo dal contesto dello sviluppo personaleed immaginiamo una serata fra amici. Quanto ti divertirestise, ogni volta che conosci una nuova persona ti mettessi adosservare tuttti i suoi difetti? ZERO 😉 Ma la cosa ancora più”grave” è, cosa potresti apprendere da una persona che turitieni essere “piena di difetti”…la risposta è ancora ZERO!Detto in altre parole, vedere il meglio negli altri è una dellequalità più importanti in chi si occupa di sviluppo personale,ma allo stesso tempo è anche uno dei modi migliori pervivere bene in mezzo alle altre persone.

Come nell’esempio dell’addetto agli acquisti è sempre utileavere un occhio critico ben allenato, soprattutto quando icontatti vanno oltre la “semplice conoscenza”. Tuttavia, ilmio personale parare è che un vero amante del miglioramentodeve saper sempre vedere “il meglio negli altri”. Questoconsiglio che ben si presta ad ogni tipologia di relazione èancora più importante per quanto riguarda questo campo.La vita e le persone non sono “in bianco e nero” ma siposizionano in un “grigio dinamico” 😉

Se mi conosci sai che sono “un musicista”… o almeno dopoanni di studio, concerti e ascolto mi ritengo tale 😉 Quandoero più giovane andavo spesso con il mio “gruppetto diturno” (ne ho cambiati davvero molti) ad ascoltare altrigruppetti che suonavano nei locali. E quando ci sisoffermava sui difetti musicali succedeva sempre lastessa cosa: mi rovinavo tutto il concerto e a voltaanche la serata … “uff che palle sto gruppo e guarda checosa fa sto batterista…non potrebbe starsene a casa?” 😉

Insomma, se sei arrivato a leggere sino a qui è perchè tiaspetti che ci sia, forse, una conclusione… ma non c’è!perchè questo concetto è enorme. E per portare a casaqualcosa di buono… oggi, quando esci di casa, se pensi diessere un “cerca difetti” fai il contrario, allenati a vedereil meglio nelle cose e soprattutto nelle persone e tiassicuro che la tua evoluzione personale ne gioverà allagrande 😉 “Nessuno è perfetto” …perfetto per chi?rispetto a cosa? direbbe un bravo metamodellatore…

…evita di farti queste “seghe mentali” (ci penso io alposto tuo :-DDD)) … Proprio perchè “nessuno è perfetto”è utile cercare il bello in tutte le cose che ti circondano.La vita è troppo breve per passarla a cercare i difetti,ama e gioisci del mondo che ti circonda ed il mondoti ringrazierà 🙂

Fammi sapere che cosa ne pensi di questo delirio :Dlasciando un commento qui sotto, sei anche libero dicercare tutti gli errori grammaticali e di sintassi inquello che scrivo… ma perderai il significato profondodelle mie parole 😉 Se ti piace il mio blog, iscriviti aimiei feed rss oppure segumi dal tuo account difacebook.

A prestoGenna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Random Event Generators: “Esperimenti al limite del paranormale” ;-)
PNL: PsiNeL o Psicologia Neurolinguistica…che roba è?
Leadership: “essere maleducati fa percepire come più dominanti”
Formazione on-line: “la qualità delle informazioni”
2 Commenti
  • Ciao,
    letto tutto l’articolo e giuro che non ho fatto caso a nessun errore grammaticale. Lo dici pure te che nessuno è perfetto 
    Il tuo articolo mi ha fatto riflettere.
    A volte mi viene da pensare che il “cercare i difetti degli altri” molte volte sia una necessità personale finalizzata a alla strutturazione di un’immagine stabile di sé. Nel trovare un difetto si fa una critica che tendenzialmente ci pone in una posizione di superiorità e ci qualifica positivamente ai nostri occhi. A volte capita di voler a tutti costi “cogliere in castagna” l’altro con un suo difetto per cercare in tutti i modi di portarlo ad un livello simile al nostro se non inferiore pur di non destrutturare le basi dell’immagine di sé.
    La ricerca del difetto può in alcuni casi compromettere la volontà di evolversi cercando in tutti i modi di “adagiarsi” su ciò che si è. In questi casi la critica serve a distruggere e ridurre le potenzialità dell’altro evitando un confronto con ciò che potrebbe rappresentare una nuova pulsione a mettersi in gioco.
    Su questo argomento vi consiglio questo libro di Edoardo Giusti e Ottavia Caputo che tratta in maniera particolare i comportamenti perfezionisti: “La perfetta imperfezione”. Vi mando pure il link dove potete trovare la descrizione del libro http://www.aspicpsicologia.org/zone/pagina_2.asp?ID=6&ID_pagina=604&tipologia=16
    Ci sono numerosi spunti di riflessione sul come sapere essere imperfetti 

  • Patrizia –
    Verissimo, quando leggi qualcosa di utile e vero vome questo post ad es., comprendi che a volta potresti fare di più, essere un po' più perfetto tu. Dunque decidi di fare qualcosa per cambiare le cose……
    Quante volte lo puoi fare? Mi spiego:
    lo fai e ci metti tutta la buona volontà ma come la mettiamo se sei sempre costretto a modificare te stesso mentre altri ti attaccano da tutte le parti e tu…. col fatto che tutti non siamo perfetti
    o taci o sopporti o …quanti altri "o"? Quanti si sentono perfetti? Una buona percentuale!
    Non è il mio caso ma per qualcuno dal carattere un po' chiuso o altro c'è il rischio di isolarsi.
    Quanto è difficile il rapporto interpersonale oggi da 1 a 10? Io direi, guardandomi un po' in giro 6/7 se va bene. Non per niente di questi tempi il lavoro di chi cura la mente o la psiche che dir si voglia è aumentato e non si può confutare. Nella prossima vita terrò a mente di questo….aaaaaaaahahahah! Un po' di ironia magari ci vuole ma stringi stringi, nel tuo lavoro ti accorgi di quanto pesa questo sulla società di adesso o è un mio sproloquio?
    Il mio si che è un delirio…. ma spero di aver espresso il mio pensiero.
    Ciao e Buon Domenica.
    P.S.: devo leggermi qualche post arretrato ma ho notato che non serve commentare l'arretrato perchè è acqua passata…. Sbaglio?

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK