Sviluppo Personale: “Civilizzazione Empatica…davvero possibile?” :-O

Ciao,

l’altro giorno mi aggiravo per facebook ed ho beccato unvideo davvero bello proposto dal mitico Zio Hack ;-)Il titolo di ciò che stai per vedere è “civilizzazioneempatica”, cioè un nuovo modo di vedere come la civiltàsi è sviluppata e si svilupperà grazie alle scoperte dellapsicologia e delle moderne neuroscienze. Direi proprioniente male 😉 Oltrettutto navigando ho beccato il sitooriginale dove ti spiegano per filo e per segno le loroteorie su questo nuovo modo di “fare formazione”…spettaccolare 😉

L’hai visto? eccezionale non trovi? 🙂 e pensa che suquello stesso canale di Youtube puoi trovare un sacco diteorie psicologiche e non…fatte tutte in questo modo, cioè”disegnate”…c’è anche la discussione sul tempo che tiavevo già mostrato dell’ultimo libro di Zimbardo. Maforse non ci hai capito una mazza e allora cercherò difarti un piccolo riassunto 😉 Ma tranquillo perché lamaggior parte delle cose dette nel video te lo hogià raccontate, qui sul blog, nel giro di questi anni…

…e infatti il video inizia proprio dicendo che negliultimi 10 anni ci sono state grandi scoperte che hannoletteralmente rivoluzionato il mondo della scienza…ein modo particolare quello della psicologia. Tutto partedalla scoperte dei neuroni specchio (è molto belloche si parli proprio di Parma e di Rizzolati…) e delloaffascinante concetto della serendipia, cioè di comeavvengano scoperte eccezionali, per puro caso 🙂

Il video continua dicendo che tutto ha inizio quando ilbambino si rende conto della caducità e della fragilitàdell’essere umano. In pratica quando capisce il concettodi morte e del fatto che, lui come tutte le persone chelo circondano stanno svolgendo un viaggio che ha untermine (molto interessante il collegamento con leteorie buddhiste ;-)). La coscienza è cambiata nelcorso degli anni, così come molte altre cose che visono collegate… oggi la nostra capacità di esseredavvero solidali è cresciuta moltissimo, più che inogni altra epoca storica.

Il video è tratto dalle teorie di Jeremy Rifkin, uno deimassimi pensatori del nostro tempo (anche se le sueteorie sono state avanzate già da scienziati comeRamachandran) … la cosa bella è la sobria descrizionedi come queste scoperte ci mostrino come l’uomo nonsia “progettato” per fare del male, distruggere eaggredire il prossimo. Come ad esempio potrebberosostenere alcune teorie evoluzionistiche…

…se infatti nella tua testa hai un’antenna che capta isentimenti delle altre persone e ti permette di provarliin prima persona, perchè fare del male al prossimo?Questa è una delle motivazioni che utilizzo di più neimiei corsi dal vivo, quando si entra nel discorso sulla”manipolazione”. In realtà manipolare con “cattiviintenti” il prossimo, è un po’ come manipolare se stessi.Come dice la PNL…se vuoi far sperimentare emozionia qualcuno, …vacci tu per primo… (go first)…

Quindi dentro di te c’è una forza che ti spinge ad essereempatico ed è probabilmente la forza più grande chepossiedi… per forza intendo qualcosa che spinge in unadirezione le tue azioni. Tutto chiaramente inizia dallanascita… lo sviluppo è un lento ed interminabileprocesso di costruzione della tua individualtià…e questaè direttamente connessa all’empatia. “Più cresce lacapacità di provare empatia e più si sviluppa facilmentela tua individualità”…cioè la persona in toto!

Il salto più grande è pensare alla empatia come ad unamano invisibile che ci circonda… mettendo sullo stessopiano la civilizzazione e la “empatizzazione”…e Rifkin sichiede ” è davvero possibile espandere questo a l’interaumanità?”. Tutto potrebbe essere accaduto con quellache lui chiama “la coscienza teologica”, e come il fatto diavere una religione abbia permesso di continuare delle”linee di sangue” …tutto sviluppato dalla empatia!

Ed ecco il passo più fico in assoluto…oggi abbiamo latecnologia per poterlo fare…e Rifkin ci mostra come,dopo il terribile terremoto in Haiti, nel giro di un’ora lanotizia era su Twitter, dopo 2 ore iniziavano a circolarevideo filmati dai cellulari su Youtube e nel giro di 3 orec’era già una gran movimento solidale di aiuti. Non sote, ma a me questo ragionamento che è chiaramentesotto i nostri occhi (perché se leggi il blog significa chequalcosa del genere già la conosci) mi ha davveromolto colpito…

…e voglio lasciarti proprio con questa immagine, che èanche quella che ho scelto come headlines di questoarticolo…fammi sapere che cosa ne pensi…lascia uncommento qui sotto e se ti piace il mio blog, iscrivitiai miei feed rss oppure seguimi dal tuo account di facebook….

A prestoGenna …semprepiù empatico 😉

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Psicologia Sperimentale e Sviluppo Personale…finalmente insieme;-)
Intelligenza Emotiva: “trattenere le emozioni positive”
Sviluppo Personale: “le 13 regole dell’ Agire”
Non ci crederai mai a…i tuoi POTERI….
3 Commenti
  • vittorio di resta
    Rispondi

    "bisogno" di empatia? mmmh… non mi convince. Mi piacerebbe guardare questo lato della medaglia, ma allo stesso tempo mi chiedo:

    se, per un motivo qualsiasi, il terremoto di Haiti non avesse avuto copertura mediatica sarebbero stati così in tanti a voler dare una mano?

    Dare un euro, forse, ci fa sentire più giusti, più buoni, più meritevoli di gloria e pace eterna.

    Cercando "civilizzazione" in internet mi sono imbattuto in questa pagina molto interessante:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Il_processo_di_civilizzazione

    PS: Scusa se mi sono dilungato, è che l'argomento e le idee espresse sono interessanti ed è piacevole parlarne con persone intelligenti.

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Vittorio,

    penso che non voglia proprio dimostrare quello che scrivi… cioè che "siamo tutti bravi ecc.." ma che l'evoluzione della specie sta portando a scoprire che il nostro modo di "evolverci" è strettamente legato ad un bisogno sempre più grande di empatia.

    La civilizzazione del futuro sarà basata sull'empatia, lo è sempre stato, ma oggi più che mai. E' una visione un pò utopica ma è molto bella e spero sul serio che sia così…d'altronde penso anche che "crederlo" sia un'ottima convinzione potenziante 😉

  • vittorio di resta
    Rispondi

    Scusami, Gennaro, vediamo se ho capito: il video vuole dimostrare che per natura siamo empatici e che ciò è un processo naturale, e che l'aggressività, il narcisimo etc. sono tutti frutto di sovrastrutture ambientali?

    Se questo è il concetto credo (umilmente) che si sbagli. L'uomo, a mio avviso, ha in sè il desiderio di sopravvivenza proprio dal momento in cui si rende conto che la vita è "fragile". Ciò gli fa mettere da parte qualsiasi sentimento empatico nell'ottica del "mors tua, vita mea".

    L'empatia è forse solo un modo per autocompiacersi immaginando di essere brave persone che aiutano il prossimo?

    Non è forse per questo che le varie associazioni stimolano questo sentimento con immagini appropriate, sapendo che è un'ottima leva d'azione per donare? (non che donare sia sbagliato, eh!)

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK