Sviluppo Personale: “5 passi per migliorarsi semplice-mente”

Ciao,

hai trascorso bene il “giorno della liberazione”? ieri mi sonocompletamente dimenticato di farti gli auguri e allorarimedio con l’introduzione al post di oggi 😉 L’argomentoe l’esercizio che sto per proporti è abbastanza datatoperchè arriva da uno dei libri più “antichi” dedicati allosviluppo personale, uno di quei testi che ogni “esperto”ed appassionato del settore deve aver letto:”Psicociberbentica” di Maxwell Maltz…

Ti ho già parlato un sacco di questo “chiurgo estetico“che si è reso conto della connessione diretta fra “immaginedi se stessi” (o immagine dell’IO) e come “ci vediamo ecomportiamo nella realtà”. Ogni tanto lo riprendo in manoe gli do un’occhiata per vedere se sono ancora d’accordo conle sue idee o se per caso mi viene in mente qualcosa da dirtial riguardo. Infatti insieme a me (e a tutta la realtàI, anchele metodologie che ho usato ed uso sono in continuocambiamento/evoluzione 😉

La teoria di Maltz non è così semplice e non è solo legataalla “immagine dell’Io”. In qualche modo il chirurgo haanticipato moltissime cose (o comunque le ha dette quasiin contemporanea) nel mondo dello sviluppo personale eche poi saranno scoperte dal MRI osservando la psicologiae il cambiamento da un punto di vista innovativo. Ma èdavvero dura infilare Manltz all’interno di una “teoriapsicologica”. Ii suoi esercizi “funzionano ancora” e oggi tivoglio proporre i suoi 5 consigli/esercizi per migliorare.

Maltz consiglia questi esercizi servono “per sbloccare lapersonalità disinibendola”, sono ottimi esercizi permigliorarsi…li ho modificati, personalizzati e resi un pòpiù pratici:

1) Parlare a ruota libera: hai presente la frase “primadi parlare accertarsi che il cervello sia acceso”…è spessopresente negli esercizi pubblici per “arginare i maleducati”.Il consiglio è di esercitarsi a NON accendere il cervello ;-)Quando parli, allenati a farlo a “ruota libera”…senzapensarci… questo NON significa dire cavolate, ma soloesercitarsi ad utilizzare quel “programma automatico digenerazione del linguaggio” presente in tutti noi.

Esercizio: imposta una sveglia e per 3 minuti parla ruotalibera dicendo tutto quello che ti viene in mente…

2) Pianificare ma non troppo: Maltz consiglia di nonpianificare, cosa che forse andava bene per quegli anni, maoggi è necessario un minimo di “goal setting” se si voglionoraggiungere dei risultati. Ma è anche necessario AGIRE…evita di restare troppo sulla pianificazione, setta i tuoiobiettivi e poi agisci, per usare una metafora non troppofelice: “prendi la mira e spara, se non fai centro almenohai l’idea di come raddrizzare il tiro…colpo dopo colpo”.

Esercizio: ogni giorno, prendi i tuoi obiettivi importantie agisci… anche se non hai la più pallida idea di come fare.Inizia con il primo passo e poi “aggiusta la mira” azionedopo azione… La chiave è “AGIRE” 🙂

3) STOP alle auto-critiche: dopo aver agito ti capitadi dire a te stesso “ma perchè ho fatto questo e quello,sono proprio un pirla?”… Zittisci il tuo “dialogo interiore”.Puoi farlo in 3 mosse: a) renditi conto quando accade…ascoltati e nota che cosa ti dici e in quale tono. b) Mettiin discussione razionalemente quella voce… poniti subitodopo una “domanda potenziante” (es. come posso faremeglio questo e quest’altro la prossima volta?) c) Diia te stesso di “stare zitto”.

Esercizio: usa il mantra di Bandler “Cazzo Zitto” 😉

4) Parla più forte: la maggior parte delle personecrede di avere un volume di voce alto…ma molto spessonon è così. Se noti di essere “ascoltato raramente” o dinon riuscire ad attirare l’attenzione nei momenti in cuivorresti, alza semplicemente il tono della tua voce.Questo non significa “urlare” o essere “aggressivi”,allenati semplicemente ad alzare leggermente il volume.

Esercizio: quando vai a fare la spesa o quando svolgi letue “faccende quotidiane” imponiti di parlare con un tonodi voce più forte del solito. Cerca sempre di evitare iltono aggressivo o offensivo… può aiutarti “sorridereleggermente” mentre parli 😉

5) Mosta i sentimenti: se ami una persona diglielo ;-)ti sembrerà paradossale ma moltissime persone nonsono in grado di dire al proprio partner quello che provano.Non sto parlando di “dichiarazioni d’amore”, ma di unasemplice e aperta manifestazione dei propri sentimenti.Dimostra i tuoi sentimenti stando attento a chi e con chilo fai… Calibra se secondo te quella persona è pronta ariceverli…se è il tuo partener lo sarà sicuramente 😉

Esercizio: manifesta i tuoi sentimenti…anche questopuoi farlo di tanto in tanto volontariamente…

NB. Prima di mettere in pratica questi 5 esercizi notase “ne hai bisogno”… perchè potresti avere anche il”bisogno” di fare totalmente l’opposto. Se ad esempiogià parli con un tono di voce molto alto…abbassalo ;-)Se dichiari al tuo partner di amarlo 10 volte al giornodiminuisci la frequenza…e così via…

Concludendo: anche se è passato mezzo secolo le teoriedi Maltz e i suoi “esercizi pratici” sono più che attuali.Perdere l’inibizione o inibirsi è qualcosa che avremmodovuto fare da “bambini” ma sempre più spesso questoprocesso viene o esagerato (nel caso delle nuove leve,non se hai notato ma l’educazione è spesso un optional ;-))o esageratamente inibito… Uno dei messaggi che amo dipiù dello sviluppo personale è: “qualsiasi sia la tua età,la tua razza e le tue convinzioni..PUOI CAMBIARE eMIGLIORARE” ;-))

Come sempre fammi sapere se ti piace, lasciandoun commento qui sotto e se ti piace il blog, seguilo daifeed rss oppure dal tuo account di facebook.

a prestoGenna

Ps (per i pignoli come me;-)). sono consapevole diaver usato più volte il termine “tono” invece che “volume”…perchè è un modo “di dire che rende l’idea” 😉

Pps. Se vuoi scoprire come usare la tua “immagine dell’IO”per migliorare, dai un occhiata al mio e-book 😉

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Psicologia: Nuovo Test della verità…ecco come ingannarlo…;-)
Psicologia: “come ubriacarsi senza assumere alcol” ;)))
Un modello di persuasione “scientifico” (ELM)
Psicologia delle relazioni: “Patti chiari e amicizia lunga”
3 Commenti
  • Ciao Genna, i consigli nel tuo blog mi fanno desiderare che finalmente la psicologia possa entrare liberamente nella cultura italiana per essere disponibile a tutti e praticata da tutti, non solo dalle elite culturali o da fruitori obbligati dalla patologia.Lo sviluppo psicologico dovrebbe essere perseguito almeno tanto quanto quello muscolare, dato che l'equilibrio mentale e lo sviluppo personale sono molto più importanti ed arrecano un benessere più profondo e duraturo degli esercizi fisici. Mens sana et corpore sano. Grazie per il tuo blog che propaga pillole di psicologia per tutti.
    Giovanni

  • Patrizia –
    Ciao Genna! Non era solo la liberazione era anche il compleanno di un mio figlio, mentre l'altro(figlio) ha pensato bene di farsi rompere una mascella al mare proprio in questo giorno. Forse forse, avrei avuto bisogno di qualche augurio!!!….buono…ahahahaha!!!!
    Prendiamola così.
    Mi piace molto questo tuo post e quello che mi piace ancor di più in tutti i post è il collegamento in diretta con parecchi altri post precedenti che io non avevo mai letto prima.
    Bando alle…. volevo dire quanta fatica ho fatto in passato per ottenere un bruscolino dai punti 1) e 2)4)5). Ho molto da imparare dal punto 3) ma la cosa e quasi impossibile. Questo punto mi sembra sia un po' correlato al punto 1)cioè devi paradossalmente "accendere il cervello" a 3000 watt.
    Al punto 5) se riesci a violentare te stesso all'inizio, poi la strada si apre ed è una bella strada gratificante che ti fa apprezzare e ti fa sentire libero. Secondo me, stessa cosa per "chiedere scusa": dato però che in una vita l'imparare è limitato mi pare che la volontà di farlo sia preminente e chi vuole può farlo molto bene con questi tuoi post che sono accessibili e ben impostati, anzi semplificati. Io so parecchie cose ma tutte arruffate, sono la priuma a sbagliare ma ho un input a conoscere e sperimentare…..che mi dà una grossa mano.
    Chiedo solo se questo è un mio monologo o se ……puntini puntini…..
    Grazie infiniti e cari saluti.
    Patrizia.

  • Grazie, trovo questi punti molto semplici, concreti e diretti. A volte basta un dettaglio e si fa un passo verso la felicità. Personalmente, amo fare un passo per volta: mi sa che comincio dal tono di voce. 🙂

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK