Sviluppo Personale: “13 consigli per lavorare meglio e semplicemente”

Ciao,

tempo fa si diceva che siamo “nell’era della informazione”mentre oggi si dice che siamo nell’era “dell’attenzione“.Infatti è sempre più difficile direzionare le proprie energienella direzione giusta…e l’attenzione è proprio una energiache puoi imparare a direzionare con una “apparentemente”semplice soluzione…organizzarti. Il mio autore preferito inquesto campo è Leo Babauta con il suo splendido blog “ZenHabits“. E proprio poco tempo fa ha postato 13 suggerimenti per semplificare il lavoro.

Keep it simple…sarà l’entropia ma oggi il mondo è semprepiù complesso e attraverso i consigli di Babauta è possibilesemplificare le cose e renderle migliori, ad un solo prezzo,che tu le applichi 😉 se non le provi e ti limiti solo a leggerenon avrai risultati. Ci tengo a dirti che i consigli sono direttiai professionisti e a quelle persone che possono gestireil proprio tempo, ma credo possano essere utili anche a chiè dipendente. Non ho tradotto esattamente i punti di LeoBabauta, ma li ho personalizzati sulla mia esperienza, sevuoi leggere gli originali li trovi qui 😉

1) Inizia presto: Benjamin Franklin diceva: “Early tobed and early to rise makes a man healthy, wealthy, andwise”. Cioè andare a letto presto, svegliarsi presto rendonol’uomo sano, ricco e saggio 😉 Iniziare presto ti permettedi fare le cose con la mente fresca… ad esempio io amoscrivere i post al mattino, perché non ci sono troppeinterferenze e la mente è fresca. (chiaramente ognunoha tempi biologici diversi).

2) Limita le tue ore: molti credono che “più si lavora epiù si ottiene”. Chiaramente questo ha delle basi di veritàse si considera il lungo termine, ma lavorare 14 ore algiorno non solo ti fa male ma ti impedisce di dare il meglio.Le risorse attentive sono limitate ed è bene usarle in tempilimitati…ad esempio puoi spezzettare il tuo lavoro in ore elavorare solo in quei frangenti, stando completamenteattento a quello che fai.

3) Fai delle piccole liste: inizia facendo delle lungheliste dei quello che vuoi fare e poi, da queste estrai le 2 o3cose più importanti e falle. Inizia a farle prima di leggerele email, prima di controllare facebook o di accendere ilcellulare (insomma prima di distrarti ;-))…

4) Decidi un tempo per il cazzeggio: se come meanche tu sei un libero professionista (ma anche se non losei) limita il tempo del cazzeggio. Come? semplicementedecidendo quando cazzeggiare, leggere facebook, chattare,uscire con gli amici ecc… Puoi fare la stessa cosa con leemail, decidi un orario del giorno in (o addirittura ungiorno) per dedicarti solo alle email…

5) Scrivi email più corte: se come me sei “prolisso”nel rispondere ai messaggi…limitati… allenati ad esserepiù sintetico e conciso. Lo so questo consiglio è più validoper gli americani che usano molto di più le email, magrazie (o per colpa) dei social network come facebookanche noi stiamo diventando dei consumatori assiduidi questi strumenti. Semplicemente “scrivi meno”…èquello che sto facendo con i miei commenti ;-))))

6) Circoscrivi i tuoi incontri di lavoro: spesso gliincontri di lavoro (specie fra professionisti ;-)) diventanodelle chiaccherate goliardiche fra amici. Questo, che a direil vero a me piace un sacco (lo sanno bene i miei soci ecollaboratori) è invece, a lungo andare un male. Infatti èsempre meglio organizzare prima cosa bisogna dire e faree darsi un tempo di lavoro preciso. Dopodiché ti puoibere una birra con loro in santa pace 😉

7) Automatizza: crea delle abitudini e degli automatismiper le cose che devi fare tutti i giorni. Sia per quantoriguarda il lavoro (nel mio caso il post giornaliero) e siaper quanto riguarda le faccende di tutti i giorni, come adesempio andare a fare la spesa. Se puoi, usa il computer ei software che ci sono a disposizione. Nel mio caso, per fareun esempio, utilizzo aweber che mi permette di inviareemail personalizzate a più persone. Molti si chiedono comefaccia a scrivere il nome di tutti dalla mia mailing list…ecco risolto il mistero ;-)))

8) Elimina le scartoffie: sul lavoro ci sono sempre unsacco di fogli e fogliettini. Babauta consiglia di usare il piùpossibile agende e mezzi elettronici…a me non piace molto,anche perché amo “la carta”…ma devo ammettere cheperdo un sacco di tempo nell’archiviare, nel ricercare enell’utilizzare la carta. Invece quando le cose sono nel mioPC le trovo subito ed il lavoro diventa più veloce.

9) Pulisci la tua scrivania: questo può richiedertipochi minuti al giorno. Pulisci la tua scrivania e lasciacisopra solo l’essenziale. Ricordi l’ “era dell’attenzione?”…più cose hai sulla scrivania e più c’è il rischio di esseredistratto. Come scrivania intendo anche il desktop deltuo Pc…in cui puoi lasciare solo le cose che ti sonoutili per il tuo lavoro.

10) Esci!: esci dal tuo studio o dal tuo luogo di lavoro.Lo so questo non è difficile, se sei un dipendente e lo èun po’ di più per i professionisti. Ma il vero senso diquesto consiglio è di cercare un luogo, fuori dal tuoambiente di lavoro dove poter restare tranquillo ameditare sulle tue cose. Io ad esempio ho un bar, doveconosco poche persone (tranne i propetari;-)) doveogni tanto mi fermo, prendo un caffè e resto solo coni miei pensieri…a me è utile 😉

11) Prenditi attimi di respiro: questo consiglio èmolto simile al precedente ma con la differenza che quidevi “muoverti per cambiare aria”. Basta una piccolapasseggiata o un pò di esercizio fisico all’aria aperta perrigenerare il tuo sangue ed il tuo corpo. Fermarsi in unposto a godersi i raggi del sole o il profumo delle coseche ci circondano…soprattutto in questo periodo 😉

12) Rituali del focus: ogni 1 o 2 ore, durante il tuolavoro fai un rituale che ti ricordi quali sono le tuepriorità in quel momento. Ad esempio puoi fare unapasseggiata (come ti ho detto prima) lontano dal lavoroe quando ritorni a svolgerlo, prima di iniziare puoi dareun’occhiata alla lista delle cose che hai segnato. E’anche un buon modo per vedere a che punto seiarrivato in quella giornata.

13) Programma dei periodo di creatività:Prenditi del tempo per fare quello che ti piace e per crearenuove cose. Mettere giù i progetti importanti e le idee chesgorgano spontaneamente, fai in modo che questo periodosia inviolabile dagli altri, come sempre spegni il cellularee tutte le altre “divaolerie tecnologiche” 😉

Ecco i consigli di Leo Babauta sono terminati, come ti hogià detto li ho modificati e personalizzati…e se vuoi vederegli originali, che sono anch’essi personalizzati per chi segueZen Habits, clicca qui. Ti consiglio di seguire questo autore,non solo perché “piace a me” ma perché sono convinto cheabbia “molte frecce nel suo arco”.

Fammi sapere se ti piace, lascia un commento qui sottoti piace il mio blog, seguilo dai feed rss oppure dal tuoaccount di facebook.

a prestoGenna

Ps. Sono nella mia bella Alassio per Pasqua, per cui cimetterò forse più tempo a rispondere ai tuoi ..gentili(che lecchino;-)) commenti ;-))

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Sviluppo Personale: 6 Mesi di Accademia dei Miglioramenti…
Sviluppo Personale: educazione scolastica on-line? 7 Vantaggi…
Psicologia e blogging: “libero Mobile Awards…per la psicologia ;-)”
Come aprirsi alla creatività…meditando
8 Commenti
  • Alessandro Cosimetti
    Rispondi

    Ottimi consigli Genna, in particolare quello di "staccarsi" dal lavoro.

    Le migliori idee mi vengono durante l'allenamento in palestra, nella metro, passeggiando per il centro di Roma (abito al centro storico) o facendo le asana di yoga.

  • Ciao Genna, bel post!
    Felice Pasqua 🙂

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ahhh…ora ho capito 😛
    grazie

  • Intendevo dire che manca il link nell'ultimo paragrafo del post, dove hai scritto "clicca qui".

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao a tutti

    @ Andrea: 🙂

    @ Piero: quello che manca è sia l'attenzione che la consapevolezza…anche se è sempre meglio avere la seconda che la prima 😉

    @ Raffaele: guarda bene c'è il link si trova nel secondo paragravo nelle ultime parole 😉 auguri anche a te…

    Grazie a tutti…
    ora parto per Alassio 😉
    Genna
    ci sentiremo in questi
    giorni per "gli auguri uffiali" 😀

  • Ciao Gennaro, hai dimenticato di mettere il link all'articolo originale.
    Tanti auguri di buona Pasqua!

  • Ciao Genna …

    C o n s a p e v o l e z z a … …

    è una parola che io valorizzei con e/o in alternativa alla parola attenzione.

    Auguri di buone feste a te e ai lettori del tuo blog

  • Bel post… Passato di qui per caso, e iscritto ai feed!
    a presto

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK