Psicologia: Il potere nelle tue mani ;-)

Ciao,

le mani hanno da sempre affascinato l’immaginario collettivodal loro uso in rituali magici fino alla “loro lettura. Le nostremani ci permettono, e ci hanno permesso di evolverci comespecie umana. Attraverso le mani veicoliamo una marea diinformazioni…dai gesti emblematici ai puntatori. Oggiarriva la conferma della psicologia sperimentale, usare lemani aiuta anche a concentrarsi meglio sui compiti chestanno svolgendo.

Ti è mai capitato di vedere qualcuno che “legge con il dito”?cioè che utilizza il dito, come per tenere il segno e perseguire i suoi movimenti oculari. Se ci pensi bene, e anzi sevuoi puoi anche fare adesso la prova, per una personamediamente allenata nella lettura è semplicissimo ri-prendere il segno anche se non usa le dita. Non mi credi?

fai la prova, apri un libro e leggi attentamente una paginaa caso, poi distogli lo sguardo e prova a ritrovare il segno. Seavrai letto con attenzione, lo ritroverai nel giro di pochissimisecondi. Molti meno di quanto ci impiegherebbe una personase tu gli dovessi dire di leggere quella specifica parola senzache lei, abbia letto nulla in quella stessa pagina. Questoperché leggendo ci siamo formati una “mappa” della paginae siamo in grado di ritrovare il segno…eppure, nonostantequesto molti usano ancora il dito…perché?

Per i ricercatori della Washington University di St. Louisle mani sono utili per aumentare la concentrazione su unqualsiasi oggetto o compito. E’ come se, usando le mani perorientarsi e per indicare il cervello si prepari ad unaeventuale “manipolazione”, attivando “meglio” i sistemiattentivi. Lo studio degli psicologi di Washington è statopubblicato su “Cognition” ed era composto da diversitest nei quali, 52, soggetti erano invitati a riconoscereuna lettera che compariva su uno schermo…

…questa lettera era camuffata in mezzo ad altre. In tuttii test effettuati i ricercatori si sono accorti che chi usava lemani, o più semplicemente aveva le mani in vista rispettoallo schermo, aveva una percentuale significativamentepiù alta rispetto a chi invece non poteva guardarsi le mani.Non solo, i ricercatori hanno anche osservato che tenere”le mani in vista” durante il compito diminuiva il notofenomeno della “attentional blink“…cioè la tendenza arendersi conto che, in una successione di stimoli, mostraticon una cadenza precisa…uno stimolo compare o troppopresto o troppo tardi rispetto al precedente.

Tieni conto che l’Attentional Blink è un fenomeno datenere davvero sottocontrollo, visto che pare i più “colpiti”siano le persone che hanno incarichi importanti. Come adesempio i controllori di volo, i quali possono avere sulloschermo più stimoli contemporaneamente e, secondoquesta ricerca, sarebbe bene che interponessero fra loroe lo schermo… le mani 😉

Ho studiato molto nelle “aule studio”, se non vivi in unacittà universitaria, devi sapere che da queste parti èzeppo di luoghi dove gli studenti possono piazzarsi perstudiare e preparare gli esami. In questi posti ci sonopersone di tutte le razze e si vedono i “metodi di studio”più strampalati… da chi si porta dietro il leggio a chistudia senza scarpe, per la felicità dei vicini 😉 Inquesto contesto poi si vedono molte persone che,mentre leggono seguono con il dito…

…e mi è capitato un giorno sentire qualcuno dire:”guarda ha bisogno del dito per leggere”…come se fosseun bambino delle elementari alle prese con un compitodifficile. Bhe, penso che dopo questa ricerca ci si dovràricredere sulla importanza di usare le mani per attivare..al meglio…il cervello 😉

Concludendo: il semplice interporre le mani fra te el’oggetto a cui devi prestare attenzione ti permette diincrementarla. Questa scoperta può avere numerosivantaggi soprattutto se nella vita svolgi un lavoro in cuil’attenzione ha la massima importanza… ma qualelavoro o attività non la implica? 😉 Per cui, anche selavori al Pc, ricordati che vedere le tue mani puòaiutare a concentrarsi meglio 🙂

Come sempre fammi sapere se ti piace, lasciandoun commento qui sotto e se ti piace il blog, seguilo daifeed rss oppure dal tuo account di facebook.

a prestoGenna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Psicologia: Stress lavoro correlato.. D.lgs 81/80
Ipnosi: curare la psoriasi
Sviluppo Personale: come diventare un Leader ;-)
Ipnosi: Riconoscere la Trance Ipnotica

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK