Come rilassarsi mentalmente e fisicamente. Guida completa

Ciao,
come hai trascorso il weekend? Sei riuscito a rilassarti dalla settimana lavorativa? Oggi ti mostro un metodo rapido di rilassamento per raggiungere uno “stato modificato” in brevissimo tempo. Inoltre ti fornirò dei pratici consigli per ricreare un’ottima situazione per il tuo rilassamento quotidiano. Infine, un piccolo trucco per riuscire a rilassarsi anche quando non hai tempo!

Ho parlato un sacco di volte su come rilassare la mente e il corpo ci ho scritto un libro dove trovi una tecnica simile, ma credo che questa sia ancora più semplice.

E’ stata sviluppata da Burt Goldman, uno dei top trainers del famigerato “metodo Silva” e non solo…

Lo hai ascoltato? e anche praticato? è davvero semplice ma credo che la sua praticità batta molte altre metodologie. Bhe…intanto ci tengo a dirti che nel “metodo vero per rilassarsi” si conta proprio da 3 a 1…e non come l’abbiamo trasformato noi in Italia con molti più fronzoli (psicodinamica mentale)…ma chiaramente, soprattutto per l’apprendimento “i fronzoli a volte contano”.

Praticalo! è inutile mettersi lì a capire di cosa si tratta bisogna comprenderla… e per comprenderla bisogna praticarla. Non mi stuferò mai di dirti che il 90% delle metodologie di rilassamento che trovi qui sul blog sono esperienziali e che possono difficilmente essere trasferite attraverso”concetti”. Sarebbe come descrivere ad una persona come si guida una macchina per filo e per segno senza mai farglielo fare…tu ti fideresti di andare in auto con lui?

Modi e metodi di rilassamento veloce in 4 passi:

 

1) Scegli luogo tranquillo: trova un posto tranquillo in cui poter stare per qualche minuto in totale relax. Evita luoghi affollati e rumorosi dove ti senti osservato. Spesso gli spazi domestici come la propria camera o il bagno sono luoghi in cui è più facile concentrarsi. Se sei in spazi pubblici scegli una zona defilata in cui nessuno può disturbarti.

2) Il conteggio: preparati dicendo a te stesso che conterai da 3 a 1 e al numero uno ti sentirai completamente e totalmente rilassato. Scegli un obiettivo di tipo visivo e immagina al 3 ti ritrovarti, ad esempio, in una gradevole scena della natura. Ti ricordo che il semplice immaginare la natura, oltre a rilassare ha effetti benefici sul cervello.

3) Un bel respiro profondo…e conta ad alta voce (ma non troppo) il numero 3…ora ripetilo…3….e…3… (fai in modo di essere sempre più rilassato ogni volta che lo dici. Ora…2…2…2…e poi…1…1…1…

4) Ora sei nella tua scena della natura…e se non ti senti abbastanza tranquillo e rilassato, semplicemente ritorna al punto 2 e ripeti il conteggio. Ricorda che ogni volta che ripeterai questo esercizio sarai due volte più tranquillo e rilassato.

Come hai visto, questo esercizio di rilassamento è semplicissimo e a quanto pare ha davvero un effetto molto potente se ripetuto nel tempo. Si tratta di un condizionamento classico con il quale puoi fare tutto ciò che ti passa per la mente.

Ci tengo a precisare che questo “semplice esercizio” può esserti utile anche “solo” per entrare in un ottimo rilassamento mentale e fisico. Se ad esempio ti piace andare in palestra puoi utilizzarlo nella fase di defaticamento.

Attualmente sono sempre più convinto che l’esercizio migliore per rilassarsi non sia un vero “rilassamento” ma la meditazione di consapevolezza. So che può sembrarti strano però ti svelo fin da subito un piccolo segreto: meditare non significa rilassarsi così come anche entrare in uno stato ipnotico non significa rilassamento.
Se vuoi saperne di più, scarica il report gratuito sulla Meditazione moderna che vedi in alto a destra nel blog.

8 Consigli pratici di meditazione per rilassarsi

 

Se non sei ancora pratico di tecniche di rilassamento e l’esercizio breve che ti ho appena consigliato non ti è riesce, per facilitarti il compito ho inserito un Audio in cui spiego come stare calmi e rilassati.. Si tratta di alcuni consigli utili a risolvere quei piccoli dubbi di chi si accinge ad affrontare un percorso personale di rilassamento e di meditazione.

 

Qui ho riassunto schematicamente i punti trattati nell’audio nel caso tu preferisca leggerli.

1) Creare un contenitore mentale dove gettare i tuoi pensieri, vagheggiamenti, immagina un bidone dove buttare pensieri.

2) Individua un intento/obiettivo, la direzione in cui focalizzarsi durante la meditazione.

3) Dove rilassarsi: dove vuoi.

4) Posizione del corpo: durante i primi giorni non sdraiarti, un posto comodo dove poter star tranquillo 15 minuti. Se ti addormenti troppo facilmente allora cerca di assumere una posizione a gambe incrociate oppure seduta. Ricordati: il è fondamentale che tuo corpo stia comodo e rilassato.

5) Frequenza degli esercizi di rilassamento: una volta al giorno. Fai in modo che sia piacevole, non deve essere una costrizione. Poi aumenta a 2 volte al giorno.

6) Se mi sveglio durante la meditazione: assolutamente niente. Puoi riprendere da dove sei partito.

7) Durata del rilassamento: all’inizio, per comodità, basati sulla lunghezza dei miei audio messaggi. Poi troverai un tuo tempo ideale.

8) Quanto tempo di pratica: ti consiglio di svolgere le esercitazioni tutti i giorni per 21 giorni. L’ideale sarebbe effettuare la tua buona pratica di esercizio per 8 settimane.

Sfrutta il traffico per rilassare la mente!

Spesso nel nostro tram-tram quotidiano non riusciamo a trovare il tempo e lo spazio per una buona pratica di rilassamento. Ora ti mostro come utilizzare al meglio uno dei tempi morti che la maggior parte di noi possiede: durante la guida. Ascoltando l’audio ti accorgerai che quel consiglio per rilassarsi è utile in diversi contesti stressanti:


Hai ascoltato l’audio?
Partiamo da un esempio mio personale.
Mi trovavo in mezzo al traffico padovano. Mentre attraversavo un semaforo mi sono trovato incastrato in mezzo per via del traffico congestionato. Ti è mai successo? In quel preciso momento una ragazza con una 500 lanciata mi si fionda contro e inchioda a pochi centimetri dalla mia auto. Non potevo spostarmi o farla passare per cui lei ha pensato bene di iniziare ad inveirmi contro.

Fortunatamente qualche secondo prima mi ero rilassato perché stavo proprio pensando “cavoli se c’è il traffico non posso farci niente”, ho fatto due respiri profondi e ho iniziato ad ascoltare un audio di tecniche di rilassamento. La ragazza mi urla contro e mi fa dei gestacci, la guardo sornione e le faccio la linguaccia – sai una di quelle linguacce con l’aria di un bambino piccolo che vuole giocare.

Che cosa è successo? È scoppiata a ridere!!! Se hai la “sfortuna di conoscermi” sai che non sono così tranquillo (e molto tempo fa ti ho anche confessato questo mio aspetto): quel mio comportamento era il risultato della mia “tranquillità acquisita”.

Poco dopo mi è venuta l’idea di registrare il video condividere con te la mia idea: “rilassarsi nei momenti in cui solitamente ti stressi è uno degli esercizi più importanti che tu possa fare per migliorare il tuo stato psicofisico”. In realtà lo faccio da un sacco di tempo perché purtroppo sono costretto a guidare tutte le settimane e per chilometri (tutte le settimane vadosa Padova alla provincia di Mantova 166km).

Per cui sono stato in un qualche modo costretto a farlo.
Puoi usare la tecnica di meditazione breve che ti ho suggerito all’inizio di questo post. Allenati a casa, se vuoi stabilisci un’ancora e poi usa i 3 respiri per rilassarti nel traffico e in tutte le occasioni in cui lo ritieni necessario.

Facendo questo esercizio otterrai 3 vantaggi:

1) guidare sarà meno stressante

2) userai quel tempo in modo più proficuo perché stai apprendendo come calmarsi e ridurre lo stress

3) il tuo cervello generalizzerà quel comportamento in altri contesti simili.

Sappi che il traffico è un’ottima metafora della vita e lascio che sia il tuo inconscio a decidere come utilizzarla nel modo migliore per te 😉

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Mindwandering: La mente “che vaga” fa bene oppure male?
I suoni binaurali e altre tecnologie funzionano?
Crescita Personale: Un Mindset per cogliere le opportunità della vita
Meditazione e stress: “Come staccare davvero la spina…restando in equilibrio”
27 Commenti
  • Grazie Gen a lo proverò stasera con calma prima di dormire visto che ultimamente ho dei risvegli notturni da tensione…poi ti farò sapere…Grazie ancora ciao!!!

  • ottimo consiglio…

  • Proverò sicuramente a fare questo esercizio, e anzi ti ringrazio di averlo condiviso 🙂
    volevo però chiederti se ce ne fosse uno o altri esercizi per rilassarsi in quanto io soffro, non tanto di ansia, ma diciamo che mi faccio condizionare molto dal pensiero di fare brutta figura davanti a tutti una volta uscita con gli amici o a una festa
    -la mia croce è il sudare piuttosto facilmente in viso e nella zona ascellare, non che puzzi, ma al livello visivo è terribilmente imbarazzante, soprattutto quando sei l'unica in mezzo a tanti altri tutti perfetti, asciutti e freschi!-
    E l'idea di fare una figuraccia mi fa agitare prima durante e dopo! O meglio, arrivata nel posto x, all'inizio sudo abbastanza, come se dovessi eliminare tutta l'adrenalina col sudore, per poi riprendermi e sudare normalmente.. È che spesso quei 5 10 minuti iniziali sono costretta a passarli nascosta in bagno o da qualche parte, ed è altrettanto orribile.. Cosa mi consigli? Ho 20 anni e soffro di questo problema da 4 anni circa..

  • grazie mille genna! se non altro ,grazie a te, ho uno strumento utile per poter affrontare una situazione del genere ( ho appena scoperto che potro farmi un paio di ore di sonno prima di partire…meglio di niente) Grazie ancora!

  • Ciao Luca,
    si può aiutarti ma non sostituisce il sonno…fai così: fermati ogni 45 minuti /1 oretta e fai 10 minuti di rilassamento.. In questo modo rispetterai la curva di attenzione.

    Se puoi, fatti un bel sonnellino nel pomeriggio di minimo un paio di ore.

  • ciao genna, e'possibile usare questo esercizio per recuperare parte delle energie mentali se non si e' riusciti a chiudere occhio neanche per un secondo? te lo chiedo perche' mi trovero' a guidare per 1'200 km non-stop per andare in vacanza e partiro' con un'altra persona che ha avuto la splendida idea di partire all'una di notte e mi chiedevo se fosse possibile "recuperare" in qualche maniera durante le soste…. 🙁

  • Grazie mille Luca per la tua testimonianza:)

  • Questo esercizio e' fantastico! mi sta aiutando a risolvere velocemente un torcicollo che mi ha quasi privato del sonno da 3 settimane! 🙂

  • Ciao Silvia,
    grazie a te per la testimonianza.

  • Ho appena fatto questo esercizio,ed effettivamente mi sento più serena e tranquilla con me stessa.Grazie!

  • Certo…continuando a leggere incontrerai questo consiglio;)

  • Sisi a stare a occhi chiusi ce la faccio! Piuttosto ho scaricato solo il libro, ti volevo chiedere se era possibile fare gli esercizi senza l audio mp3? senno come posso fare?

  • Ciao,
    grazie per aver scelto il mio libro 🙂 il modo migliore per capirlo e leggere il libro e seguire gli esercizi.

    Se leggi attentamente troverai che spesso ti dico di evitare di porti la domanda "ma sono nello stato giusto?" perchè appena te la poni ne esci 😉

    Esatto sono "i killer del rilassamento"… che problemi hai specificamente? riesci a stare con gli occhi chiusi per tutto il tempo?

    Fammi sapere

  • Ciao gennaro sono nuovo del blog, ho scaricato l altro giorno rilassamento dinamico e volevo sapere una cosa. Come faccio a capire se "sono nella mia scena della natura"? o se sto sbagliando? so che questi complessi sono i "killer" del rilassamento, ma io ho sempre avuto problemi a rilassarmi e non saprei veramente cosa dovrebbe farmi accorgere che quello che sto facendo è giusto. Attendo risposta, grazie in anticipo! 🙂

  • Miiii m'pare…era tempo che non mi sentivo chiamare così, lo faceva un caro amico siracusano 😉
    Grazie Doc!

  • 'mpare ma lo sai che sto continuando a fare più volte al giorno questo esrcizio (prima di dormire, prima e dopo lo studio…) e con me sta funzionando benissimo, pratico, veloce, efficace, very very good per Genna ;-)))

  • Ciao Genna, io ho eseguiot l'esercizio contando mentalmente, lo preferisco, anche perchè dipende in quale situazone decidi di farlo..è meglio appunto che non ti senta nessuno!!!come dici tu, la neuro…….Comunque ha funzionato lo stesso. grazie, questo è davvero un esercizio molto pratico che puoi usare quando vuoi. Ciao e grazie di nuovo per i tuoi insegnamenti

  • @ Grazie Doc 🙂

    @ Grande Zio, grazie per la precisazione e per l'esercizio…è bello vedere gente preparata come te (che ha contribuito a portare questa come altre "tecnologie" in Italia), che continua a formarsi e a condividere quello che sa tranquillamente dopo anni di pratica e di studio …Grazie grazie 🙂 🙂

  • Ciao Gennaro,
    vorrei solo precisare che questo rilassamento 3-2-1 è quello "classico" del Silva
    e l'ha inventato non Burt Goldman (ottimo trainer di cui ho tutti i prodotti) ma proprio Josè Silva
    (solo che si conta mentalmente non a alta voce…)
    personalmente preferisco il relax dei 3 respiri che è stato creato da Laura Silva una delle tante figlie di José
    primo respiro rilassi il corpo
    secondo la mente
    terzo e sei completamente rilassato

  • Ciao Genna, esercizio provato, mi piace 😉

    …indovina per che cosa cercherò di usarlo…

  • Grazie Giorgio 🙂

  • Grazie Nicola 🙂

  • Bello semlice semplice, come piace a me. mi sa che lo userò spesso al lavoro.
    Un saluto
    Giorgio D.

  • ciao genna,fantastico l'esercizio che proponi,lo proponerò a qualche mio amico che non riesce a rilassarsi molto facilmente,grazie per tutti gli esercizi che servono anche per migliorare la vita di tutti i giorni.

  • Ciao a tutti…anzi oggi si può discriminare il maschietto e dire…"Buongiorno a tutte" 😉

    @ Andrea: ottimo, questo si che è un super regalo per la festa della donna 😀

    @ Elisa: sono contento che ti piaccia…ancora auguri 🙂

  • wow Genna,
    ci voleva davvero di lunedì 🙂
    grassie, grassie

  • Buongiorno Genna!
    Ho spedito il link del tuo post a tutte le colleghe dell'ufficio come regalo per la festa della Donna.. non si sa mai che vadano un pò più "tranqui", almeno oggi! 😉

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK