Psicologia: “Dubbio + Dubbio = Autostima?”

Ciao,

una delle parole più abusate nel mondo della psicologia èsicuramente “autostima”. Molti sanno di cosa si tratta etanto si è scritto e detto a proposito… secondo la “teoriaclassica”, avere dei dubbi su se stessi aumenta laprobabilità di essere ancora più “incerto” e per cuiabbasserebbe l’autostima. Una recente ricerca mostracome questo non sia sempre vero…vediamo perché…

Avere dubbi sui dubbi (dei meta dubbi;-)) sembradecrescere il grado di incertezza e, aumentare così larelativa autostima. A riprova di questo ci sono un paiodi esperimenti molto interessanti svolti da Aaron Wichmane colleghi. Come inizio i ricercatori hanno testato il gradodi incertezza di 37 partecipanti…a metà di questi è statodato un ulteriore compito, cioè quello di completare alcunefrasi sconnesse che avevano come scopo principale quellodi “instillare il dubbio” nei partecipanti.

L’altra metà dei partecipanti svolgeva uno stesso compitoma senza le parole “correlate al dubbio”. Dopo di ciò ipartecipanti leggevano alcuni scenari immaginari, in cuidovevano valutare quanto si sarebbero sentiti sicuri. Iricercatori si aspettavano che le persone che avevanoricevuto il priming del dubbio, avrebbero poi avutomaggiori dubbi nel valutare gli scenari…e invece è successo il contrario :-O

Nel secondo esperimento sono stati usati i risultati del primo…cioè che un dubbio seguito da un altro dubbio aumenta laautostima. Qui è stato chiesto ai partecipanti di descriverei loro dubbi in forma scritta e poi eseguire un compito dicoordinazione motoria in cui veniva chiesto di dissentire conil capo (facendo cenno di no) oppure di annuire. Dagli studisul comportamento non verbale si è scoperto che, annuireaumenta l’autostima mentre “negare” l’abbassa…

Questa procedura crea un doppio dubbio nei pratecipantiai quali, dopo, è stato chiesto di valutare il carattere di unpersonaggio immaginario, Donald in termini disicurezza e autostima. Se il doppio dubbio era seguito dalcompito di “annuire” il dubbio veniva rinforzato, e sia lapersonalità di “Donald” che la loro auto-descrizionemostrava una decrescita della “autostima”…mentre seil compito era di “negare”…questa aumentava…

Mi spiego meglio: le persone che già avevano dei dubbiriguardo a loro stessi, hanno usato “inconsapevolmente”il dubbio creato dal priming per contrastare i loro. E’ unpò come quando qualcuno riesce a spiazzarti con unafrase del tipo “io non credo nulla”…e la risposta che tispiazza è “credi davvero di non credere?” 😉 Tutta lalogica dell’intervento strategico basato sul paradossoo la terapia provocativa…insomma tutte quelle terapiefighissime…si basano su principi simili e molto zen 😉

Essere dubbiosi non è solo segno di “indecisione” comespesso viene promosso nei corsi di sviluppo personale.Ma è soprattutto segno di una maturità intellettuale ecritica…ovviamente non mi riferisco alle “seghe mentali”ma ai dubbi che abbiamo tutti sulle cose che ci accadono.Se questi si smontano facilmente con un “meta-dubbio”(come nell’esperimento) allora sono seghe mentali 😉

Come dice il buon Giacobbe, tutti ci facciamo le famoseseghe mentali…sta a te capire se queste portano nella tuavita positività o negatività. E’ un discorso molto simile aquello che in PNL viene fatto sulle convinzioni limitantio potenzianti. Quindi, prima di mettere in disparte i tuoidubbi su qualcosa, chiediti se ti farà bene o meno 😉

Fammi sapere se ti piace, lascia un commento qui sottoti piace il mio blog, seguilo dai feed rss oppure dal tuoaccount di facebook.

a prestoGenna

Ps. l’altra sera sragionando con un’amica ho pensato:”cavoli dovrò fondare una setta …quella del Kissene”…è chiaramente una battuta, ma quando scopri chealcuni dubbi sono seghe mentali…il “Dio Kissene”dovrebbe intervenire ;-)))

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Psicologia e Astrologia: la bambina delle previsioni di borsa
Ipnosi: Brent B. Geary il coordinatore dell’ Intensive Training della Erickson Foundation
Apprendimento: Meglio studiare di sera o di giorno?
Fisiognomica: “viso più largo = meno fiducia?”
5 Commenti
  • penso che hai sbagliato persona … non scrivo cose volgari 🙂
    Daniela

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao a tutti 🙂

    @ Slavica: già la relazione fra dubbio e motivazione
    è uno spettacolo. Se ti piace qualcosa e la vuoi a tutti
    i costi "te ne fotti dei dubbi"…o almeno io faccio
    così "you know" 😉

    Secondo me quel "giusto equilibrio non esiste…"
    o almeno dopo un pò l'equilibrio perde forma e
    significato se è sempre lo stesso. Perchè in natura
    nulla resta uguale…"impermanenza buddica " …me
    l'ha spiegata il mio coniglio…lei sa bene che
    quella foglia di insalata durerà poco…è per
    questo che la divora 😉

    Nel post trovi i link all'articolo…e tu che sei una
    "serissima"…potresti anche avere accesso alla rivista
    specifica (al limite la chiediamo a Titti;-)).

    L'azione vince su tutti i dubbi e i dubbiosi non
    sono consapevolezza ma conoscenza, ma ciò che
    conta è la consapevolezza e non la conoscenza…
    come recita un gran bel film "se bisogna bagnarsi tanto
    vale farsi una bella nuotata" 😉 o come dicva Pascal
    " se voglio che un non credente lo diventi…bhe
    bisogna iniziare con il portarlo in chiesa"…
    quindi dalla azione alla mente…e non il
    contrario…

    Uff…quante seghe mentali 😀

    @ Daniela,

    chi si loda si imbroda…dicono a casa mia 😉

    un commento? non l'ho proprio visto…non sarai
    mica stata tu a scrivere quella volgarità in
    inglese? anche perchè credo di conoscere il
    mandante…che ha scritto una roba ultra
    divertente ma inpubblicabile :DDD

    @ Nike: ottime osservazioni…e concordo in
    pieno…purtroppo però, se a volte esageri con
    il collirio rischi di restare senza vista per
    quei secondi utili. Ma come si sa in "in media
    stat virtus" 😉

    Grazie
    Genna

  • “La vera arte della scoperta consiste, non nel trovare nuove terre, ma nel vedere con occhi nuovi” – sono parole di Marcel Proust. Ed è chiaro che il 'dubbio' è il 'collirio' per gli "occhi della mente". Per non parlare del 'meta-dubbio' (l'attitudine al "dubbio esistenziale" come predisposizione all'accettazione del dono della 'fede', ossia della "certezza intuitiva"). In questo caso il 'meta-dubbio' come 'attitude' (anche la PNL è un''attitude'…) è il 'laser' che dalla distimia porta all'autostima. Infatti, solo se riesci a gestire i dubbi e a passare 'short-time' alla certezza (e viceversa) sarai un 'autostimico'.
    In definitiva, dubbi (ed errori) sono buoni, utili, ci aiutano a imparare e crescere: più profonda è la valle, più alta è la cima.
    Per aspera ad astra. Nike

  • come si dice a volte a essere troppo sicuri si sbaglia 🙂 io che son sempre stata sicurissima delle cose, da un po' di tempo non lo sono piu', o meglio, a volte mi viene un dubbio, all'improvviso, su una situazione particolare ad es su come comportarmi ecc e cambio del tutto 😛 e il piu' delle volte il dubbio mi porta a prendere le giuste decisioni, sara' che sono sempre stata molto impulsiva e ora beh mi fermo un attimino e ci penso meglio 🙂 cmq ieri avevo lasciato un commento non e' stato pubblicato :s volevo sapere se c'era qualkosa che non andava :O spero di no perche' era un po' importante 🙂
    Daniela

  • Bella la distinzione tra il dubbio e la sega mentale e le dritte per riconoscerli ;-))
    Secondo me un dubbioso d'eccellenza – per forza dubbita anche dei dubbi, è inevitabile… Comunque l'autostima è solo una parte del gioco, quello che a me personalmente interessa molto di piu è una qualche correlazione tra la motivazione e il dubbio, perche intuisco che il dubbio è un potente freno a mano per lanciarsi nelle cose. E qui non parlo solo del dubbio in se stessi, ma in quello che ti circonda e nel senso delle cose.I dubbiosi regnano sulle consapevolezze ma i credenti sono i cavalieri dello "darsi-da-fare", il trucco – come in tutto, sarebbe trovare il giusto equilibrio tra i due poli.

    Non ho capito molto bene l'esperimento, ma mi incuriosisce moltissimo, magari potresti mandarmi l'articolo se avrai un po' di tempo.

    Evviva la setta del Kissene!!

    Buon lavoro doc!

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK