Psicologia dello Sport: “Daniele Popolizio un mental coach per la Lazio”

Ciao,

la Lazio si affida al “Mental Coach”, ad uno psicologo dello sport per eliminare “la paura di perdere” che i giocatori della Lazio hanno accumulato in questo campionato.Lo so non mi hai mai sentito parlare di calcio, il motivo è semplice, non lo seguo. Ma proprio ieri, mentre mi stavo guardando il Tg ecco la parolina che mi ha fatto drizzare le orecchie: “mental coach e psicologo per tirare su le sorti della squadra“…

…è divertente vedere che anche nel servizio si parla di Daniele Popolizio (psicologo dello sport) come della ultima spiaggia. Ed è proprio quello che succede spesso nel mio studio, quando chiedo: “che cosa ha fatto per rimediare a questo?”…e lì parte una sequela di rimedi,più o meno ortodossi che le persone hanno provato prima di rivolgersi a me… e a volte questi rimedi hanno davvero dell’incredibile (persone che hanno girato il mondo seguendo corsi di PNL, Ipnosi ecc…spendendo migliaia di euro, magari per risolvere disturbi d’ansia).

Il fatto è che ancora oggi parlare di “psicologi” è come parlare del “dottore dei pazzi”. E invece, la maggior parte della gente non sa che non siamo i “dottori dei pazzi” ma se mai siamo dei “dottori pazzi” 😉 Si pazzi…perché siamo fondamentalmente convinti che le persone possano cambiare e migliorare la propria vita. Cosa che va contro i proverbi più antichi e radicati nella nostra cultura, uno per tutti “chi nasce rotondo non può morire quadrato”…una grossa cavolata…se solo ti fermi a pensare a come eri solo 5 anni fa, puoi capire quante cose hai già modificato…nel bene o nel male…

Tutti gli sportivi di un certo livello hanno un mental coach ma pochi lo sanno.

Sù che lo sai, “mente e corpo” sono unacosa sola. L’esempio più truce ma più chiaro è questo: se ti scappa di brutto la pupù puoi progettare il tuo futuro? Non credo… e viceversa… se hai appena vissuto una profonda delusione, o per qualche motivo stai trascorrendo un brutto momento emotivo (il più forte è di certo il lutto)sicuramente non puoi fare una bella partita di pallone…insomma è corpo e mente si influenzano vicendevolmente.

Io ci capisco poco di calcio, quando ho raccontato ad un amico del Popolizio mi ha detto “ma tanto una squadra del cacchio di certo non verrà aiutata da uno psicologo”..e anche se ne so poco lo credo anche io… infatti se il gruppo non ha le competenze adatte è inutile convincerlo! Anche se, dal mio piccolo credo che la Lazio sia una squadra degna di nota… ma forse questo non è proprio il suo anno.Comunque sia, se non ci sono le competenze di base la preparazione psicologica serve a poco…

La Psicologia dello sport è davvero molto interessante perché studia l’uomo nella sua eccellenza, oltre che nella sua patologia (caratteristica principale della clinica) e questo permette di portare le scoperte fatte in questo campo anche in altri dove l’eccellenza è importante. Nona caso molti psicologi dello sport usano metodologie come la PNL e l’ipnosi per aumentare le prestazioni dei propri atleti…

Insomma, da collega a collega, spero che Popolizzi faccia un buon lavoro migliorando le prestazioni ed eliminando questa “paura di vincere”… Sono certo che in un futuro molto prossimo tutte le squadre di un certo livello avranno uno psicologo come preparatore mentale…tra le altre cose, se segui il calcio sai quanti giocatori sono caduti in depressione o hanno sofferto (o soffrono ancora)di ansia. E’ chiaro il perché, le squadre li pressano a manetta… una buona “preparazione mentale” può migliorare ma soprattutto prevenire questi aspetti rendendo lo sport più bello e vivibile per tutti ;-))

A presto
Genna

Ps. ho appena saputo che Popolizio è odiato dai tifosi della squadra…bha…staremo a vedere…

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
“5 consigli per evitare la dipendenza da internet…”
Crescita Personale: Sorridere al front office nuoce alla salute? Come proteggersi dalle “false emozioni”
Gestire i pensieri: “Gettare i cattivi pensieri aiuta a liberarci”
“Resilienza = flessibilità…10 modi per svilupparla”
5 Commenti
  • Ciao Gennaro ne ho sentito parlare pochissimo so cos'è mi informo prima di scrivere non credere solo che come tutte le tecniche secondo me viene ab-usata e non utilizzata con parsimonia. Non vuole essere un attacco alla Pnl il mio ma alle figure che psicologi non sono perché hanno fatto percorsi molto lontani dalla psicologia e pensano che fare il corso di counseling o la scuola Pnl o di ipnosi o tante altre dia loro la possibilità di sostituirsi a una figura delicata come lo psicologo. Con conseguenze drammatiche per chi ha speso anni a studiare davvero e a farsi abilirare come noi e tanti altri colleghi tutto lì. Le tecniche sono tante e varie e se possono aiutare ben vengano ma non deve mancare la base teorica alle spalle. Buona giornata Marco

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Chi ha detto che la PNL salverà il mondo…è un peccato che tu non ne abbia sentito parlare durante gli studi. Io ne avevo sentito parlare pochissimo durante il mio percorso (da psicologi) e un bel po' di più da psicoterapeuta.
    Penso che se usato con grano salis la PNL abbia molto da offrire…o meglio le intuizioni di questo mondo.

    Probabilmente questo attacco gratuito in un post che non parla di PNL …forse non hai mai letto cosa ne penso davvero e forse tu non sai che cosa sia…vero?;))

  • Difficile pensare che la PNL possa risolvere tutti i mali del mondo… All'università non è nemmeno menzionata!! Sono psicologo dello sport da non confondere con coach motivatori e succedanei simili.

  • leggere l'intero blog, pretty good

  • Che sappia io quasi tutte le squadre hanno il mental coach. Chiamali pure team di psicologi, ma tutti hanno il loro gruppo di persone che lavora sulla mente dei giocatori. Forse quelli della lazio hanno cambiato staff, ma dubito che prima non avessero nessuno. Mi sento di escluderlo.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK