Non Verbale: 8 stili di micro-espressioni facciali…

Ciao,

da un po’ di tempo a questa parte mi senti spesso parlare di “microespressioni” e degli studi che hanno portato il Prof. Paul Ekman a diventare il numero uno al mondo in questo campo…oltre ad aver ispirato un telefilm tanto affascinante come “lie to me“.

Così probabilmente saprai che esistono alcune emozioni di base e che queste si “leggono” nei movimenti del volto…ma tutti i visi sono uguali oppure cambiano da persona a persona?

 

A questo scopo Ekman ha delineato 8 stili di espressione facciale:

1) Trasparente: tutti abbiamo un amico al quale gli si “legge in faccia tutto”. Questo genere di persone sono trasparenti e lasciano trapelare tutto. Sono le persone che si stupiscono quando qualcuno gli dice “ti vedo preoccupato” (escludendo la lettura nel pensiero).

2) Espressione Opaca: al contrario della mimica trasparente c’è quella opaca. Persone che sono di natura”degli ottimi giocatori di poker” perché dalla loro mimica trapela poco. Spesso queste persone vengono prese per alessitimi che (cioè senza emozioni)…ma in realtà questa caratteristica è tipica della espressione “in bianco”(che non è la faccia che fa uno quando “va in bianco”).

3) Espressione inconsapevole: questo è lo stile di chi “non si accorge” delle proprie espressioni. E,quello che Wiseman chiamerebbe una persona a basso auto-monitoraggio. Se fai parte di questa categoria è possibile che a volte “caschi dalle nuvole” quando qualcuno “ti legge nel pensiero”.

4) Espressione in bianco: simile alla espressione opaca, con la differenza che questa è davvero illeggibile. Queste persone non sono coscienti di questo e credono di esprimere normalmente le loro emozioni con grande difficoltà.

5) Espressione vicaria: ti capita mai di trovarti a fare una espressione di tristezza quando in realtà sei arrabbiato? Se si…e se non te ne rendi conto allora significa che hai questo stile di espressione. Spesso questo genere di persone per essere convinte della realtà hanno bisogno di vedersi video registrate, tata è forte la loro convinzione di avere quella specifica emozione dipinta sul volto.

6) Espressione congelata: alcune persone per diversi motivi hanno sempre disegnata sul volto una specifica emozione…alla Joker per intenderci. Questo può essere dipeso da 2 fattori…il primo è per motivi fisiognomici (sei nato così) oppure per incidenti. Mentre la seconda può dipendere da abitudini a restare con il viso in quella determinata smorfia (anche questo fattore ha mille cause diverse).

7) Espressione pronta all’uso: ci sono persone che,per motivi sociali, rispondono sempre con una certa espressività. Questa emozione prende il posto di quella reale, nel senso che quella vera appare subito dopo questa. Solitamente sono emozioni di sorpresa oppure di gioia… spesso questa è una emozione imparziale,cioè solo alcune parti del viso la esprimono.

8) Espressione pervasiva: questa è molto simile alla”espressione congelata” ma diversamente da questa,l’espressione pervasiva è davvero una caratteristica del carattere della persona. Qualunque tipo di emozioni presenti c’è sempre questa emozione a colorarla. Ti sembrerà assurdo ma ci sono davvero persone che mostrano sempre (es.) la gioia…e anche quando sono tristi sembrano sorridere.

Bene, questi 8 stili espressivi sono stati osservato da Ekman e Fiesen durante i loro studi, e la cosa più interessante è cercare di capire quale stile “sei tu”…tenendo sempre a mente che potresti avere uno o più combinazioni di questi stili…ecco la semplice procedura descritta dai due studiosi: scattati alcune foto mentre mostri le emozioni di base e poi confrontati allo specchio.

Nei prossimi articoli dedicati alle micro-espressioni metterò dettagliatamente come riconoscerle e quali sono le parti del viso più comode da osservare.

Tieni presente che questo post copre lo 0,1% di tutto ciò che ci sarebbe da dire sulle micro-espressioni, resta connesso e nei prossimi giorni ne vedrai delle belle!

Alla prossima
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Aumentare resistenza fisica e mentale…in 30 secondi con un gesto
Non Verbale: Attrazione negli occhi…come notarla?
Comunicazione non verbale: Napoleone Bonaparte e “la sua manina”;-)
Comunicazione non verbale: le pause nella comunicazione pubblicitaria…
12 Commenti
  • Hola dalla Spagna:)
    Se leggi in giro per il blog ne trovi tantissime…e a chiamare "stili" queste 8 descrizioni non sono stato io, come non sono stato io a definirmi "esperto" in questo campo. Sono solo un ricercatore curioso che divulga GENEROSAMENTE ciò che scopre e approfondisce da 15 anni.

  • Ciao Gennaro.
    In questo blog tu scrivi i diversi stili di persona che possono reagire ad un'emozione in modo differente.
    Il titolo parla di 8 tipi di espressioni microfacciali, ma nel leggere non ho trovato niente di tutto ciò e sinceramente niente di esauriente.
    Se davvero sei un'esperto di micro espressioni allora ci devi moltissime più informazioni.

  • Ciao Samanta,

    esatto il mett è un programma di training non è un metodo
    di decodifica. Il SETT è simile al METT ma è specifico per
    determinate zone del volto.

    Non lo so, non mi hanno mai chiamato pur essendo
    certificato da Ekman…ma di certo esisteranno delle
    applicazioni forensi che, quasi sicuramente saranno
    appannaggio di "avvocati, medici e psicologi".

    Puoi trovarlo dentro i libri di Ekman, se non sbaglio nel
    suo primo libro famoso, ora non ricordo se è giù
    la maschera o "i volti della menzogna".

    Comunque, se vuoi lavorare ti conviene investire qualche
    soldino per fare i corsi ufficiali.

  • Ciao volevo chiederti/vi se sapevate se le forze dell'ordine si appellano spesso a questi professionisti o no per effettuare indagini o interrogatori. So che ci sono gli A.A.E. ma non mi è chiaro ancora se lavorano seriamente in questo campo o vengono chiamati solo su richiesta precisa.
    Poi volevo anche sapere cosa fosse di preciso il SETT accanto al METT (che se non ho capito amale è un allenamento per capire le micro espressioni in un DVD di gioco giusto?)
    Devo scrivere la tesi, magari puoi darmi qualche spunto olter a quelli che ho letto se ti va.
    Grazie..

  • Grazie, molto interessante come sempre 🙂

  • Ciao "giovane anonimo",

    allora le categorie che leggi sono state studiate da Ekman come "sfumature" non tanto della qualità dell'esperessione quanto della quantità, cioè di quanto una persona riesce ad esprimere non verbalmente le proprie emozioni.

    Chi ha "la faccia in bianco" è come se non si rendesse conto di non riuscire ad esprimere emozioni chiaramente. Sono quelle persone che si stupiscono che gli altri non si siano resi conto, ad esempio, che in quel momento erano arrabbiati o felici.

    Nonostante l'emozione sia una risposta assolutamente inconscia, in determinate situazioni è possibile imparare a reprimere la loro manifestazione…. ma mai del tutto. Chi ha "un espressione bianca" è come se avesse perso il "manuale d'istruzioni" sulla corrispondenza fra le proprie emozioni e i propri movimenti muscolari.

    Ripeto queste categorie sono frutto di anni di studi da parte di Ekman e collaboratori.

  • Buona sera. Ho letto adesso questo blog e sinceramente mi è potuto servire fino ad un certo punto. Sono un giovane ragazzo innamorato follemente della comunicazione non verbale psicosomatica e dei movimenti muscolari spasmatici involontari. In poche parole, sono innamorato delle espressioni delle persone, del loro tono di voce, della loro falsità incommensurabile, perché si sa, le persone mentono anche quando non sanno di mentire, ma soprattutto sono innamorato delle piccole microespressioni involontarie che appaiono sul volto di ogni persona, specialmente il disprezzo e il disgusto, i miei due campi. Non fate domande sulla mia età, basti sapere che sono un ragazzo giovane, molto giovane, ma con una conoscenza quasi infinita su queste cose, dato che mi sono interessate fin da quando avevo circa 6 anni. Questi tipi di epsresisoni facciali, almeno le loro categorie, mi sono servite ^^ Mi chiedevo una sola cosa, che vuol dire "espressione in bianco"? è errato, teoricamente, dire che le persone non hanno espressione, poiché qualunque tipo espressione è sempre mostrata dall'inconscio. Vorrei più spiegazioni sui visi che giudicate inespressivi.

  • Gennà..leggere nel pensiero non è ancora possibile e ciò è anche una fortuna.
    Possiamo cercare di capire se una persona ci sta mentendo dalle espressioni facciali e dalla mimica gestuale ma solo se le poniamo delle domande.
    In bocca al lupo per la vita!

  • Ciao Elisa,

    ahahah…non è così semplice eppure ti assicuro che "non è uno scherzo" 😉

    nell'ultimo corso che ho tenuto, durante un esercizio di calibrazione alcune persone sono riuscite addirittura a "leggersi nel pensiero" ;-))

    Genna

  • Ciao Genna,
    qualche mese fa ho partecipato a un corso di pnl, al momento di provare la calibrazione a me è capitato un compagno al quale era difficilissimo leggere le emozioni sul viso, ho pensato che fosse uno scherzo all'inizio :))

  • Ciao Patrizia,

    dovrebbe essere una variante della "espressione congelata"…o per lo meno il suo inizio…e penso proprio che sia una espressione contingente.

    Purtroppo (o per fortuna) gli eventi della vita lasciano un segno sui nostri visi….segni che possono andarsene come rimanere in base alle emozioni preponderanti. Per me, la cosa migliore da fare è cercare di vivere il più possibile emozioni positive o…per lo meno…allenarsi a farlo. (questo era un consiglio non richiesto ;-P)

    Grazie…sono ultra coinvolto 🙂
    Genna

  • Patrizia –
    Ciao Gennaro, buona domenica,
    ti chiedo a quale categoria appartiene il viso che in lunghi periodi di ansia, tristezza o altro del genere ha un'espressione diciamo con gli angoli della bocca rivolti all'ingiù (incontrario del "sofficino")che vedi benissimo allo spechio da solo, che ti fa apparire malandato ed inoltre hai pure la sensazione di questo come se tirasse.. Il tutto non per un giorno ma per un bel po'. E' contingente o un modo di reagire? Grazie. Bella giornata oggi qui, finalmente. A presto. Ciao, quanta inventiva o creatività, non so, a postare argomenti sempre coinvolgenti!!!
    Si vede che sei coinvolto, anche a me fa questo effetto del resto molto picevole!!!!!!! Ciaooooooooo.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK