Manipolazione Mentale: Derren Brown la generosità…e i virus della mente…

Ciao,ti ricordi quando ti ho parlato di PWA, si trattava di una”diavoleria” una modalità di “manipolazione mentale” dal mitico Derren Brown…e che lui, per semplicità chiama messaggi subliminali.

Anche se, per l’esattezza non si tratta di messaggi sotto la soglia della coscienza (per cui subliminali nel senso stretto del termine) ma di messaggi di Percezione Senza Coscienza o consapevolezza…cioè la traduzione di PWA

(Perception Without Awareness)Hai visto il video? incredibile come Derren riesca a farein modo che le persone siano più generose. Lo fa in modidiversi ma quasi tutti legati all’ambiente…questo è moltointeressante …soprattutto se hai un esercizio commerciale;)

Non è la prima volta che Derren manipola l’ambiente per poter influenzare le persone. Pensi che solo lui riesca afare cose del genere?Bene, se hai letto l’articolo sui “menù natalizi” di certo nonla pensi così. Infatti da anni architetti, ergonomi e uomin idel marketing lavorano insieme per poter …semplicemente”vendere di più”.

Ti basti solo pensare alla disposizione delle merci all’interno di un supermercato, oppure alle luci che vengono usate al bancone della carne (per farla sembrare più fresca e rossa)… o ai percorsi obbligati per raggiungere i generi di primaria necessità (acqua e pane)…ecc…ecc…Ma tutte queste cose funzioneranno sul serio? Per me non c’è “prova” più affascinante della “suscettibilità soggettiva”.

Esattamente come nella ipnosi sperimentale ci sono soggetti che rispondono di più e altri meno…hai visto il tizio che gli ha dato la scarpa? sono certo che anche se non sai l’inglese hai capito che cosa è successo 😉

Ma quante persone sono suscettibili a questo genere di messaggi? Riprendendo l’esempio dell’ipnosi sperimentale,un 20% della popolazione è altamente suggestionabile.Quindi è pericoloso fare shopping? 😉 un pochino…perché seitu a decidere di andare a fare spese in un posto piuttosto che in un altro.

La vera pericolosità è nei media più potenti come la Tv … infatti gli spot e le trasmissioni sono zeppi diPWA.Un PWA che va molto di moda oggi in Tv è piazzare delle pubblicità in cui vi sono attori famosi… proprio mentre la”rete” sta trasmettendo un programma con quell’attore.

Attenzione, qualche esperto di marketing potrebbe dire che si tratta di una semplice “contestualizzazione del messaggio pubblicitario”, ma in molti casi non è così. La Hunziker che fa striscia la notizia e la Hunziker che 10 minuti dopo mi fa la pubblicità di una compagnia telefonica non sono per nulla contestuali 😉

Spendiamo tempo e denaro per avere anti-virus efficaci che ci proteggano sia dai virus informatici che da quelli reali. Ma spesso ci dimentichiamo che esistono dei “virus della mente”. La domanda successiva è quella che mi passa per la testa ogni volta che vedo una cosa così assurda come gli spettacoli di Derren Brown: “come posso usare questo per migliorare me stesso e gli altri?” 😉

Fammi sapere che cosa ne pensi lascia un commento qui sotto, e se vuoi seguire il blog puoi farlo dai miei feed rss!

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Persuasione: “il caffè ti rende più influenzabile?”
Psicologia e marketing: “i 5 trucchi della pubblicità”
Comunicazione Persuasiva: “dalla retorica al Milton model…”
Messaggi Subliminali: “giochi di parole”…
3 Commenti
  • col cavolo che gli davo le mie scarpe! 🙂

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ola Andre…
    I know…forse avevi sin da piccolo l'archetipo di un Derren Brown futuro che ti costringe ad aprire il portafogli? ;-)))

  • Derren è mitico e questo video mi mancava!
    E ora ho un nuovo comportamento da auto-esplorare: per la strada, chi mi "commuove" di più tanto da farmi aprire il portafoglio? 😉
    Ciao Genna,
    buona domenica!

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK