PNL: Robbins “modella a tutto spiano” ;-)

Ciao,

qualche giorno fa il preparatissimo Zio Hack ha pubblicato un post in cui segnalava un link … questo…si tratta di un articolo di Eric Robbie uno dei più noti sviluppatori della PNL. L’articolo parla di Anthony Robbins il formatorepiù noto e pagato, probabilmente, del nostro secolo.

Se conosci l’inglese e sei nella fase “difendiamo i guru a spada tratta” l’articolo di Robbie potrebbe risultarti indigesto 😉 infatti è tutto dedicato a sottolineare quanti meriti si è preso il gigante buono, rubacchiando qui e la le idee dei suoi collaboratori.

Prima di mostrarti a grandi linee il tutto voglio metterele mani avanti e dirti che a me Robbins non dispiace. Hafatto in modo che la PNL fosse sdoganata ed ha costruitouno dei business più redditizi della storia. Qualcuno ha detto: “se copi da una sola persona sei un ladro ma se copi da più persone sei un genio” 😉

Ecco cosa dice Robbie su Robbins…sembra un gioco di parole, ma il “tono” non è così giocoso ;-))

1) All’età di 19 anni Robbins ha lavorato per uno deglioratori motivazionali più famosi, Jim Rohn. Dal qualeha tratto a piene mani lo stile “ultra gasato” di farsaltellare il pubblico, con il ben noto passaggio in mezzoalla platea, dando “il 5” a tutti… In pratica ci stadicendo che lo stile “non è il suo” 😉

2) Nell’anno in cui Robbins ha svolto il suo pratictioner,nel 1983 con la associazione di Grinder…aveva anche seguito un corso di un certo Tolly Burkan, un ex-mago illusionista che aveva fra le sue tecniche di cambiamento la camminata sui carboni ardenti. Robbins ha presto lastessa identica metodologia è l’ha modellata (cioècopiata) tale e quale…

3) Quando Robbins ha deciso di scrivere il suo primo libro ha dato 5000£ ai 5 maggiori trainer di PNL del periodo chiedendogli di scrivere 2 o 3 capitoli a testa. Fraquesti c’erano: Wyatt Woodsmall, Tad James, and CathyModrial. Il risultato infine è stato smussato e corretto da molti: Peter Applebome, Henry Golden, e altri…il titolodel libro è Unlimited Power (1986).

4) Nel 1987 Robbins ha dichiarato durante una intervista che, attraverso la PNL è riuscito ad incrementare del 100% l’efficacia dei tiratori scelti dell’esercito americano. Ma anchequesta volta ha omesso un dettaglio, i trainer erano molti dipiù e lui era il più giovane e inesperto fra: Wyatt Woodsmall,Richard Graves, Paul Tyler, John Alexander eDave Wilson.

5) Per quanto ne sappia Robbie, Robbins è “un pratictioner”di PNL…ma non ha mai frequentato ne il master e nel iltrainer training. Ma ha mandato 15 suoi colleghi a seguire il master practitioner in cui ha insegnato Robbie insieme a Bandler, con la “richiesta precisa” di andare e di portare a casa le novità del corso.

Robbie continua raccontando come le tecnologie che, i suoiallievi hanno appreso durante quel master sono diventati isuoi due prodotti di maggiore successo: Awake the GiantWithin, e Date with Destiny. Insomma, secondo questo articolo pare che poco derivi dalla “farina del sacco” di Tony Robbins…ma questo non toglie che sia un grande formatore, comunicatore e coach…oltre ad essere un eccellente businessman…

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Ri-scopri i tuoi “maestri interiori”
Gesti scaramantici, routine e rituali possono davvero aumentare le Performance?
Priming: “psicologia scientifica e sviluppo personale”
Richard Bandler: la time line e il tempo nella PNL…
9 Commenti
  • Armando, parole sante 😉

  • beh, gli altri commentatori hanno gia detto tutto quello che c' era da dire. In sostanza:
    a) se il metodo funziona, perchè condannarlo? Ho condannato Golfera ma NON perchè faceva giochetti di prestigio, ma piuttosto perchè ci sono metodi migliori in giro e quindi il suo gigotec è "tutta fuffa". Ma per quanto riguarda robbins, pazienza se ha fatto qualche colpo basso: credo che abbia giovato alla PNL molto più di quanto abbia fatto danno… se davvero l' ha fatto poi… (golfera ad esempio ha fatto davvero danno)

    b) sono d' accordo sul discorso di alexander: se un metodo funziona qual è il problema se viene copiato? O vogliamo fare come quei malati di mente che volevano brevettare lo yoga, quei fissati per il copyright a oltranza, le privatizzazioni e tutto il resto??? Robbins sa spiegare le cose che insegna meglio di molti altri, e lì sta la sua bravura. Quelli che difendono Golfera dicono proprio questo: che ha una grande capacità comunicativa.

    c) beppe gio santo fa un discorso simile con la matematica… appunto se io per ipotesi sono un allievo di Bandler, e imparo le sue tecniche e le so spiegare MEGLIO DI LUI, quale sarebbe il problema?

    comunque tutto sommato io penso che vadano considerate le conseguenze di queste situazioni, piuttosto che condannare a oltranza in 'virtù' di una presunta considerazione morale…. Ribadisco, io condanno Golfera perchè ha messo a figura di m…a l' intero panorama italiano della formazione personale. Ma Tony Robbins non ha fatto niente del genere…. ancora.

  • i master non sono un titolo vero, sono soldi rubati, pnl e solo un marchio registrato, non serve la certificazione per dimostrare che sei bravo, i fatti solo lo dimostrano, e se sta li dove sta un motivo ce.

    e come se qualcuno un giorno dicesse che Matematica è un marchio registrato e se vuoi essere trainer in matematica devi fare dei master.

    Mio nonno aveva la terza elementare ma era un genio in matematica, eseguiva calcoli enormi in frazioni di secondi.

  • A me personalmente hanno dato di più i corsi di Robbins, che non la pnl pura, il lavoro fondamentale è stato quello sulla leva piacere/dolore, modificare la fisiologia, andare sul come posso, e non sul perchè, modificare il ns. focus, ed il lavoro cognitivo, es: scrivere del perchè volevo eliminare un certo comportamento, i motivi nel fare ciò ed associare dolore all'idea di tenermi ancora quel comportamento, eppoi associare piacere verso il nuovo comportamento da utilizzare, scrivendoi i motivi positivi nel seguire la nuova via.
    Queste tecniche non si trovano nella pnl classica, e nel mio caso hanno funzionato molto più di swish o squash.

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Alwexander,

    infatti non c'è niente di male…ma solo un pò di "maleducazione" nel non aver mai attribuito i meriti a chi di dovere.

    Genna

  • Conosco quasi niente di PNL e fino ad ora ho visto soltanto un paio di video di Robins su Youtube, perciò non sono in grado di giudicare.

    In generale in effetti sarebbe bello che si citassero le fonti, almeno se si prende qualcosa "pari-pari".

    D'altra parte non è che uno debba insegnare o fare soltanto cose completamente originali. A scuola impariamo la grammatica, la matematica e l'inglese. Ci sono pure corsi serali privati per alcune di queste materie e in libreria si sprecano le pubblicazioni a riguardo, non per questo uno che voglia insegnare l'inglese, deve inventarsi qualcosa al 100% originale.

    Io credo nella fornitura di un "valore". Se Robbins ( o chi per lui) fornisce con un suo libro, video, seminario un valore, allora non vedo perchè non dovrei pagare per questo. Fintanto che ci mette del suo (nel modo di proporre il materiale), non ci vedo niente di male, se riprende materiale altrui.

  • hahaha, non sapevo tutto questo, ma conoscendo il personaggio me lo aspettavo 🙂

    Grande citazione comunque 😉

  • Ciao Ezio,

    si…e sai che nell'ambiente lo chiamiamo modeling ;-))

    Ma a differenza delle storie che Bandler usa come induzioni…per cui può "mentire a piene mani" qui si parla di vero e proprio outsurcing 😉

    A me piace Robbins…ma è giusto "dare a Cesare ciò che è di Cesare". Robbins ha il merito di essere uno dei più grandi formatori viventi e di aver usato al meglio le proprie risorse…e inniettando la sua personalità a questi concetti ha fatto davvero la differenza.

    Uno dei pochi aspetti che amo della ricerca scientifica, è che si sa (quasi) sempre da chi derivano le cose (almeno oggi, un tempo era più difficile)…

    Genna

  • Questo post mi ha messo un pò di tristezza,… io ho più o meno l'età di Robbins, sono arrivato alla PNL e ad essere consapevole che è possibile "cambiare" il modo in cui percepiamo la realtà solo da pochi anni. Ho studiato tantissimo, ho ottenuto anche qualche risultato,.. faccio quotidianamente delle cose che possono essere giudicate "un po' strane", mi esercito,…mi applico più che posso,.. ma il vero cambiamento, la vera capacità di agire quì ed ora per dare una svolta alla mia vita ancora non ce l'ho.
    Tutti copiano tutto. Chi ha letto parecchi libri di PNL sa bene che le storie e le metafore sono sempre quelle. Sul libro "PNL è libertà" scritto da Fitzpatrik e Bandler nel 2006 c'è la storia di una terapia di cui l'autore dice essere stato protagonista…. peccato che sia precisa identica ad una descritta da Frank Farrelly in "Terapia Provocativa" scritto nel 1974. Questo è solo un esempio ma ce ne sono a decine o forse centinaia. Tony ha il pregio di AGIRE .. oltre a copiare.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK