PNL: La dietrologia …

Ciao,

da quanto tempo conosci la PNL? Molti quando la incontrano ne sono particolarmente affascinanti ma allo stesso tempo “spaventati”. Il timore deriva dal fatto chela PNL viene, molto spesso, presentata come una sorta di panacea attraverso la quale è possibile: guarire in pochi minuti, fare più soldi, piacere a tutti, svelare le menzogne…ecc…ecc..

Oltretutto, come se non bastasse la PNL ha adottato molti aspetti delle sette religiose. Rituali, neologismi, livelli di crescita (le certificazioni) e il grande guru (Bandler). Lo so…lo so…molte organizzazioni sono disegnate sullo stesso modello, ma pensaci, se arrivi da fuori e non sai che cosa è la PNL, tutte ste cose ti fanno un’attimino pensare!

Ma ogni setta/movimento che si rispetti deve avere il suo antagonista…la cosa da odiare tutti insieme e contro cui lottare. Ed ecco che i cattivi diventano “gli psicologi”…e tutta la psicologia. In modo particolare è con i dinamici(cioè chi deriva dalla psicoanalisi) che se la prende Bandler…ma li chiama lo stesso psicologi.

Il tempo passa e lentamente si affermano quelle correnti di psicoterapia che sono nate o poco prima o in contemporanea con la PNL. La scienza fa passi da gigante e le terapie diventano sempre più efficaci e soprattutto distanti dal modello psicoanalitico. Migliaia di psicologi si formano in PNL e in queste nuove discipline…ma niente il nemico deve rimanere.

Così vai ai corsi dal vivo di Bandler…e ancora si parla male degli psicologi. Questo non è il dato che mi fa pensare perché capisco bene tutto il marketing che sta dietro alla PNL ed è giusto che lui mantenga le sue linee. La cosa più assurda sono i “discepoli” che senza una minima competenza in materia, sparlano della psicologia con argomentazioni che risalgono al 1900(data di pubblicazione della “interpretazione dei sogni” di Freud ;-)).

E’ chiaro, sto assolutamente generalizzando. Infatti qui in Italia abbiamo, come esempio, la prima specializzazione del MIUR in PNL terapeutica. Una scuola di psicoterapia che si basa sugli assunti della PNL …quindi dire che siamo indietro sarebbe un errore…

Forse in mezzo a tutto quello che ti ho già detto ti starai chiedendo “ma scusa cosa c’entra la dietrologia con tutto questo?”…c’entra perché credi che oggi la PNL classica (quella setta) stia morendo. Perché la gente ha aperto gli occhi, si è accorta che PNL è solo un nome che racchiude quello che funziona…o almeno…se leggi questo blog dovresti saperlo.

La gente si è accorta che se vai da un coach di PNL, raramente ti libererà dai tuoi mali in pochi secondi. E che anche se segui i corsi più avanzati, non inizierai a lanciare palle di energia o a spostare gli oggetti con il pensiero. Oggi la gente è molto più intelligente e soprattutto sa usare internet e sa cercare le informazioni…

A questo punto però voglio spezzare una lancia sulla schiena di chi dico io…sto scherzando 😀 …a favore dellaPNL e del suo spirito pionieristico. Chi comprende a fondo questo spirito della PNL non ha bisogno ne di settene di “nemici immaginari” per rendersi conto che sono solo “tecnologie che possiamo usare per stare meglio”…e vivere una vita più piena…non una psico-religione d’abbracciare.

E tu che cosa ne pensi…è solo un delirio?  ehi guarda l’immagine lì in alto…chi sono?

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
“Motivarsi con il self-talk il dialogo interiore” – una ricerca sperimentale –
PNL: Motivazione Compulsiva… il Nutella Pattern!
Entrare In Contatto Con La Mente Somatica
Richard Bandler: “come cancellare le brutte memorie”…
23 Commenti
  • CERTAMENTE CI MANCHEREBBE ALTRO !
    COMUNQUE COMPLIMENTI PER IL BLOG !
    CIAO
    LUCA

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Luca,

    bene…allora SMETTILA subito di farmi perdere tempo e contuinua a frequentare quelli che "sanno davvero fare la PNL"…

    addio

  • (imbecilli….saccente….attacchi diretti…..dimenticavo …rompere le balle….)Sinceramente di tutto aspettavo tranne una risposta così..sopratutto pensando che da 10 anni fai questo mestiere, anche con i tuoi clienti sei così….permaloso….?

    Luca

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Devo credere al telecomando
    per far si che cambi canale?
    magari si…altrimenti non lo utilizzerei nemmeno…

    però, se per caso ci inciampo solo cambia canale? si…

    perdona se ti sono apparso borioso, ma non hai idea di quanti imbecilli scrivano per pura voglia di rompere le balle. Studio queste materie da più di 10 anni e credo di poterne parlare con tranquillità e senza fare il "saccente"…lo faccio solo quando sono di fretta e devo difendermi da attacchi diretti.

    Sono certo che nel tempo imparerò a mandarli direttamente nello spam, senza preoccuparmi 😉

    Buon ferragosto
    Genna

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Certo ma solo
    dopo i pasti

  • non credi di non credere che le tecniche pnl non sono come pensi che che sono o non sono…Oraaa mentre ci pensi puoi renderti conto di quanto….tu puoi….vero?

    Luca

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Luca,

    ti è sembrato così?
    scusa ;P

  • fai confusione…carissimo…io ti ho fatto una domanda precisa…nessuno ha messo indubbio le tuoe grandi abilità….certo che l'umilta' e' fantastica..non e' vero?
    Luca

  • 1-Carissimo….quanto credi nell'efficacia delle tecniche pnl?
    Parli per tutti i trainer di pnl nel mondo? Li conosci tutti personalmente..? Mah?
    2-Palle di energia etc… sembra che tua parli di qualcosa di diverso dalla pnl?
    3-Sembra che ne sai piu' di Bandler….complimenti !
    4-Non credi che sono solo tue convinzioni ?

    Ciao Luca

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    e tu sei sicuro che credere nelle tecniche sia fondamentale? di certo aiuta, ma è la persona che fa il cambiamento.

    Questa domanda dovresti farla ai miei clienti…a detto fra noi, io uso l'ipnosi che è PNL alla ennesima potenza ;-)))

    volevo risponderti così all'inizio …sei sicuro che credere di non credere in ciò che credi di rende credibile? ;-)))

  • sei sicuro di credere nelle tecniche pnl che applichi ?

  • Concordo con te caro Genna, la pnl può essere un fantastico coaudivante ad una buona psicoterapia, per me soprattutto se di tipo cognitivo comportamentale, a volte i coach parlano a sproposito degli psicologi, a parte che fanno un errore madornale, perchè lo psicologo non cura nulla, può fare solamente sostegno psicologico, semmai è lo psicoteraputa che cura…ma molti coach pare che ciò nemmeno lo sappiano, tornando alla stessa pnl secondo me i risultati migliori li da abbinati anche ai corsi motivazionali, anzi forse la tecnica inventata da Robbins "NAC" è SUPERIORE ALLA PNL bandleriana.
    Fabio

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Marco,
    io parlo per la mia esperienza personale ovviamente…alcue persone hanno enormi cambiamenti in pochi secondi, ma non dai coach, dagli eventi della vita. Questo significa che può esistere il "cambiamento rapido"…

    ..ma come te lo vende la PNL è un pò una fuffa…ho lo studio pieno di gente depressa e ansiosa che prima di me è stata dai più grandi esperti italiani di PNL… tanti soldi e nessun risultato 😉

    Anche io da giovane studente di psicologia, quando leggevo i primi libri di PNL e frequentavo il mio master pract pensavo che fosse così. Purtroppo mi sono dovuto ricredere, la psicopatologia esiste e quando è "reale"…la PNL fa davvero poco. E' necessaria una psicoterpia.

    Ti ripeto, questa è la mia esperienza personale… quindi ben vengano i casi contrari 😉

    Genna

    Ps. ho anche trattato alcune fobie millenarie con un semplice swish che perdura tutt'ora 😉

  • Non sono d'accordo sul fatto che se vai da un coach di PNL non ti puoi liberare dai tuoi mali in pochi secondi (magari ore) e che
    anche se segui i corsi più avanzati non inizierai a lanciare
    palle di energia o a spostare gli oggetti con il pensiero…
    Ma, giustamente, se si mantessero in piedi queste verità… come potrebbe la PNL essere credibile agli occhi dell'uomo comune?

  • Ola Manuel…

    eehhh si..devo proprio ringraziarti per la foto che hai fatto 😉

    E' davvero un pezzo unico e raro qui in Italia…ma forse anche all'estero vedendo la data di pubblicazione del libro.

    E' bel messaggio di unione… ma so che hai ben compreso che cosa intendo per "dietrologia"…è un parolone denso di significato ;-)))

    Genna

  • Che bella copertina eh..?

    E' troppo bello il messaggio che lancia..la Satir era davvero una grande ipnoterapeuta e prende sotto la sua ala protettiva Bandler e Grinder..

    Insomma il messagio è di unione ed accoglienza da parte di una terapeuta a dei giovani pionieri..

    E mi sembra un bel messaggio che sorpassa ogni dietrologia;-)

    Almeno questo è stato il motivo che mi ha spinto a fare quella foto.
    Ciao
    Manuel

  • Ciao Nicola,

    ottimo parallelo, si sono d'accordo con quello che scrivi. Ma non è Nardone che prende la PNL…è la PNL che prende dalle stesse fonti (Erickson ecc.) da cui ha preso Nardone 😉

    Grazie
    Genna

  • credo di non aver capito io la domanda del post (parlavamo di foto diverse), colpa di H1N1?
    comunque prendila lo stesso come attestato di simpatia e rispetto;-)

  • Ciao a tutti,
    sono appena tornato da Milano dall'evento Coaching for you…molto interessante 😉

    X Doc: scusa sarà la stanchezza…ma non riesco a capire cosa significa quello che hai scritto…

    X Vittorio: Grazie per il titolo 😉

    Sono perfettamente d'accordo con te, anche io sono per l'unitarietà di tutti questi approcci.

    La PNL è un approccio fenomenale ma sfido qualsiasi praticioner a restituire la "libertà" ad una persona che ha, ad esempio, un serio disturbo d'ansia…in 1 seduta…alla Bandler 😉

    Il punto è che esistono delle cose che funzionano non solo perchè tu ci credi…funzionano e basta. E se tu ci credi funzionano meglio e, soprattutto, funziona qualsiasi cosa.

    Bandler è un genio ma conosce davvero poco la psicologia per sua stessa ammissione (vedi l'ultimo libro "il potere dell'inconscio e della PNL")…e ancora meno della psicoterapia moderna che usa anche la PNL…

    Ma sei un grande come hai fatto a beccarli subito? l'hai vista qui la copertina? Complimenti 😉

    Genna

  • ah… senza offesa, cambia il titolo del post. Credo che tu abbia fatto confusione con i tasti 😉

    "PNL: La diretrologia …"

    (fino a che non ho visto il termine dietrologia nel post ho pensato che fosse una disciplina a me sconosciuta! :))

    Chiaramente puoi anche non postare questo messaggio

  • Da praticante della PNL mi sono sempre chiesto se quelle critiche che fa Bandler in numerosi suoi scritti siano plausibili o meno.

    Se davvero gli psicologi (o una parte di essi) tendano ad allungare le terapie pur di farsi continuare a pagare, e se davvero la PNL riesca in breve tempo dove altre terapie falliscono.

    Certamente è nata, dopo l'immane contributo di M. Erickson, la terapia breve, ma le divisioni mi hanno sempre dato fastidio.

    La mia filosofia è: "credi in ciò che ti fa bene". (crederci è parte della terapia ;))

    PS: La foto è di facile identificazione. La signora che abbraccia le capoccette dei giovanotti è la terapista della famiglia Virginia Satir. I corpi a cui appartengono le capoccette sono dei fondatori della PNL (sulla sinistra Bandler, sulla destra Grinder) – che ho vinto? 😉

  • Il discorso sulla PNL ricorda molto quello che accade nella religione, nello specifico quella cristiana: anche qui c'è la 'lotta' tra i 'vecchi', teorici ma 'inconcludenti' – cattolicesimo e protestantesimo 'classici' -, e i 'nuovi', efficienti ed efficaci: carismatici e pentecostali. Questi ultimi, infatti, volenti e nolenti, specie in ambito anglosassone, usano metodologie comunicative PNL – v. Joel Osteen. E poi, come molti piennellisti non sono laureati in psicologia, così molti 'ministri' pentecostali non sono laureati in teologia, anzi spesso sono, almeno all'inizio, fai-da-te. Tutto comunque nasce dal New Thought americano di fine '800. In ogni caso, tra i 'cattedratici' c'è una sorta di 'rimozione' del nome stesso PNL. P. es. Giorgio Nardone nel suo "Terapia breve strategica", pur parlando di temi molto vicini alla PNL (e di 'cult' della PNL: Watzlawick e Erickson) non la nomina mai. Invece Rossi, curatore di un libro sullo stesso Erikson, risalente, in prima edizione, agli anni '80, testualmente sostiene che: "…Attualmente le idee più interessanti sono quelle di Bandler, Grinder e Delozier, che … utilizzano i suoi schemi [di Erickson] come base per il loro nuovo approccio che chiamano programmazione neurolinguistica (PNL)". Erano gli anni '80 ed evidentemente la PNL da allora non è ancora decollata nel firmamento della psicologia d'autore…

  • Chi sei? semplice, un amico, anche se non ti conosco, strano vero? 😉

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK