Psicologia: l’agopuntura funziona davvero?

Ciao,

da molti anni si sente parlare di agopuntura e sempre più persone ne testimoniano l’ efficacia su “diversi fronti”…al punto che, attualmente, sono moltissimi gli ospedali e i medici che offrono trattamenti con i ben noti aghi. Tuttavia la teoria di base resta un mistero: infatti la medicina cinese, da cui è nata l’agopuntura parla di meridiani e di energie sottili cose, lontane dalla medicina allopatica.

Conosco moltissime persone che hanno usato con efficacia l’agopuntura per diverse cose: dolore, smettere di fumare, ridurre sintomi psicosomatici ecc. Tuttavia la ricerca non è ancora riuscita a scoprire un metodo di ricerca per studiarla in modo adeguato. Il più grande ostacolo è rappresentato dall’effetto placebo (che dovresti conosceremolto bene).

Ogni volta che si è “messo di mezzo il placebo” le ricerche hanno provato che non c’è differenza fra chi viene davvero trattato e chi, invece, viene “punzecchiato per finta”. Ma lo scorso Giugno Richard E. Harris della Università del Michigan ha testato i soggetti attraverso la PET ed ha dimostrato una modificazione cerebrale reale.

Anche in questo caso è stato utilizzato “l’effetto placebo”…ma questa volta Harris ha notato che i recettori legati al dolore subivano un reale cambiamento. Quindi dopo annidi studi fallimentari finalmente una “ricerca seria” che giustifica l’efficacia di questo antico trattamento.

Oggi è sempre più famoso l’EFT e la “medicina energetica”che sembrano agire su recettori molto simili, pare che ilsolo picchiettare possa avere degli effetti specifici sul cervello. Ecco la cosa interessante, ognuna di questeapplicazioni è olistica, cioè non agisce solo sull’organo malato ma anche sul sistema nervoso.

Io sono per il benessere, da secoli l’uomo usa metodi che non sono “stati provati” eppure funzionano… questo urtala mia formazione scientifica ma devo ammettere hanno un efficacia clinica, in studio, davvero notevole.

ehm…conosco anche tante persone che non hanno avuto alcun giovamento dalla agopuntura…questo per una questione di par condicio!

E tu che cosa ne pensi? lasciami un commento e se vuoi seguire i miei posto tutti i giorni, abbonati ai miei feed rss e/o seguimi dal tuo account di facebook..

A prestoGenna

Ps. se hai letto il post di ieri, voglio condividere con te la soddisfazione di aver ricevuto anche il certificato diesperto

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Leadership: La costruzione del carisma
Il vero “segreto” del potere personale…
I 6 “errori” della Crescita Personale
La “bufala” della legge di attrazione!
14 Commenti
  • imparato molto

  • Perche non:)

  • Mi permetto di suggerire un bel libro. AGHI, POZIONI E MASSAGGI Le verità sulla medicina alternativa SINGH SIMON-EDZARD ERNST – RIZZOLI

    Un escursus storico – scientifico molto interessante. Nonostante l'argomento tecnico la scrittura è così chiara che è accessibile a tutti.

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    ahahah…
    grazie Doc 😉

  • ti sto leggendo solo ora dopo una settimana fuori sede e anche se non c'entra nulla con il post, ne approfitto per farti i miei complimenti per l'attestato di esperto Bravissimo Genna;-)))))))
    (n.b. ti sei meritato ben 7 sorrisini!!!)

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao a tutti,

    X Elisa: caspita hai trovato inconsciamente un metodo che utilizzano personaggi come Bandler e Nader Butto…questa per me è l'ennesima testimonianza che tutte le tecniche che funzionano "sono naturali" o per lo meno rispettano l'ecologia personale…bravissima 🙂

    X Ester: so bene quanto sei appassionata e anche che sei un'esperta del settore 😉 E la tua testimonianza è fantastica… questo è l'atteggiamento giusto per sperimentare…ed è anche il mio…
    io, come ho detto 1000 volte ho una formazione "scientifica" e per anni ho letto libri senza applicare una virgola di quello che c'era scritto…poi, circa una decina di anni fa ho incontrato persone che avevano il tuo atteggiamento ed ho iniziato a praticare…e da lì è cambiato tutto 😉

    No…le tue ipotesi non sono infantili, tanto per dirtene una sono le stesse che utilizzano in the secret per spiegare la LOA…anche quello terreno decisamente minato 😉

    Grazie
    Genna

  • Allora mi vien da pensare ad un altra ipotesi: sappiamo che tutto nasce dalla nostra mente, per meglio dire sono le emozioni che pilotano i nostri pensieri e di conseguenza le azioni, ci siamo fin qui? ok, allora che noi siamo energia è assodato altrimenti nn potremmo fare l'ECG, e l'EEG, i pensieri sono energia perchè è assodato che il pensiero nel cervello elettrizza determinate zone a seconda del caso, quindi cosa c'è di così strano se l'EFT l'agopuntura riescono ad interagire col nostro campo magnetico?
    spero di essere stata abbastanza comprensibile, altrimenti chiedo venia!
    Il pensiero che mi consola è questo: indipendentemente dalle nostre nozioni, le "cose" funzionano come devono perchè loro ne sanno più di noi. Ti faccio un esempio per farti capire il mio concetto.
    Una volta la gente credeva che la terra fosse piatta, poi col tempo si è detto che era come un'arancia schiacciata ai poi e inclinata sul proprio asse, dopo ancora si è scoperto che era perfettamente tonda, sferica, ma anche se l'uomo nel suo avanzare ha cambiato diverse volte la sua nozione sulla terra, essa però non ha mai smesso la sua modalità!
    Voglio dire, anche se noi non capiamo al volo il funzionamento di un processo, il processo stesso mica si adegua alle nostre nozioni, procede per la sua strada. Io non sono mai stata a New York, ma il solo fatto che io non l'abbia vista mica vuol dire che non esista… sono troppo infantile con sti ragionamenti? può darsi, ma credo valga la pena soffermarcisi un attimo!

  • Molto interessante sia nell'articolo, sia nei commenti.
    Che non sono una agli addetti ai lavori, lo sapete già, ma questi argomenti mi affascinano e mi tengono incollata al pc delle nottate nelle quali salto da un link all'altro per leggere, erudirmi e a volte anche sconvolgermi! 🙂 tanto che faccio esperimenti. Con l'EFT ne ho fatti due: uno su di me, uno sulla mia amica. Quando dal mio scorazzare nella rete, mi sono imbattuta su questa pratica, sono rimasta allibita: possibile?? non ci ho creduto, ma mi son salvata la pagina per la prima occasione. Due giorni dopo avevo mal di testa, mi son ricordata di quella tecnica e l'ho provata su di me. L'ho praticata con lo stesso spirito con cui si assaggia una pietanza mai assaporata prima: volevo che fosse lei a dirmi il suo. Fatto sta che mi son messa lì, ho seguito le indicazioni e con mia sorpresa a metà del percorso, circa, ho avvertito un TAC all'altezza dello stomaco. Ho finito il percorso, ho respirato profondamente per tre o quattro volte, ho aperto gli occhi e… il mal di testa nn c'era +. Non ho pensato a niente, ho spento tutto e sono andata a dormire. Il giorno dopo mi è venuta a trovare una mia amica, con la quale parliamo spesso e approfonditamente di crescita personale con tutti gli annessi e connessi, ad un certo punto lei mi fa " Quel caffè che ho preso al bar prima di venire qui mi ha dato fastidio, ho un gran mal di stomaco" e io " così impari a non aver aspettato di prenderlo qui insieme a me! ( lo so a volte sono di una simpatia + unica che rara!:) )vieni di là nel mio studio che ti faccio provare una cosa" Lei non era molto convinta, ma visto che mi conosce mi ha seguito senza obiettare. L'ho fatta sedere comoda e l'ho accompagnata nel percorso. "Ester, cosa mi hai fatto? mi è passato". mi son seduta anche io! ora, io potevo anche essere succube di tutto quello che avevo letto, ma lei? non le ho anticipato nulla, lei ha eseguito senza nemmeno sapere cosa stesse facendo eppure ha funzionato! lo so che nn facciamo testo, però è successo. e non solo quelle volte lì, io ci ricorro spesso, a volte devo riperterlo più volte nella giornata, ma il risultato arriva.

  • Quello che funziona e non da controindicazioni è appoggiato da parte mia.

    Ci sono tante cose anche nella medicina convenzionale che non funzionano, ma si continuano a prescrivere… e se andiamo a guardare sono le stesse che hanno un bugiardino di numerose pagine scritte in piccolo.

    Non l'ho mai provata, ma ben venga l'agopuntura!
    Personalmente mi sono elaborata un mio metodo quando avevo 14 anni e che ad oggi ritengo ancora valido, in cui in quei rarissimi casi in cui ho mal di testa o qualsiasi altro dolore chiudo gli occhi, e cerco di individuare il punto esatto, gli do un colore in base al tipo di fastidio che mi da, poi immagino di spostare questo punto fuori dal mio corpo… m'è sempre passato! Ho provato a suggerirlo ad altra gente e sembra funzionare anche con loro.

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao ragazzi,

    come vedete la scienza è sempre controversa, quando siamo convinti che una cosa sia così ecco che quella ipotesi viene confutata…e se ci guardiamo indietro la storia è zeppa di esempi.

    X Reborn: se guardi fra i link dovresti trovare sia articoli pro che articoli contro…se riesci a trovare quello di cui parli segnalalo…thanks 😉

    X Paolo: sono stati fatti moltissimi studi, ad esempio se guardi gli utlimi articoli che ho scritto sull'effetto placebo vedrai che hanno addirittura individuato le aree e i centri cerebrali coinvolti. Poi, perchè esista e a cosa servono nello specifico rimane un mistero…

    Grazie
    Genna

  • ciao Genna
    e comunque c'è da dire che nemmeno l'effetto placebo è perfettamente compreso dal punto di vista dei meccanismi che lo attivano. Ed è un meccanismo quasi universale, coinvolto in gran parte delle ricerche farmacologiche.
    La scintilla attivante è dovuta unicamente al credere nella sua effettiva capacità terapeutica?
    E qual è il range patologico delle sue influenze?
    Un caro saluto
    bye

  • Se è per quello esiste anche un documento di diverse pagine che mostra i miglioramenti a livello cerebrale dell'uso delle'eft misurato con strumenti che non lasciano spazio a dubbi. Non ricordo il nome, ora lo cerco.

    Comunque attenzione sull'effetto placebo, ciò che l'esperimento probabilmente ha fatto è un po' diverso.

    L'effetto placebo funziona perché si crede che una cosa funzioni.

    Ma se fingi di punzecchiare sui punti gusti poni l'attenzione sui punti, ed è per questo che funziona.

    Nell'eft infatti ciè un pratica che si chiama EFT MENTALE grazie alla quale ci si concentra sui punti da picchiettare, senza farlo fisicamente.

    Cosa prova tutto questo?

    Che non è l'ago, il picchiettamento, o il massaggio sul punto che fa funzionare la cosa, ma è l'ATTENZIONE CHE VIENE RIPOSTA sui punti che GENERA IL CAMBIAMENTO.

    Ttra l'altro, se l'attenzione o il picchiettamento vengono fatti su punti sbagliati, non c'è cambiamento…

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao,

    ehi…ehi..non ho detto che "ci credo"…ho detto che funziona è diverso 😉

    Leggerò sicuramente l'articolo…
    Grazie

  • Genna, non crederai davvero nel TFT…C'e' un numero intero nel Journal of Clical Psychology che lascia spazio alle "ricerche" di Callaghan e soci senza peer-review, e poi i commenti. Da leggere 😉

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK