Allenamento Mentale: “pensare di fare ginnastica funziona?”

Ciao,

proprio ieri, con l’audio-post dedicato alla unione fra fisiologia e stato ho accennato alla forte connessione fra mente e corpo.

E oggi ho trovato uno studio, di cui avevo già sentito parlare, ma ti dico la verità pensavo che fosse una leggenda sull’allenamento mentale.

…e invece è vero! lo provano gli studi dei ricercatori capitanati da Vinoth Ranganathan della Cleveland Clinic in Ohio.

L’allenamento mentale, oltre a preparare meglio gli sportivi accresce anche la massa muscolare.Una notizia che non sembra così assurda a chi ha sa che il corpo e la mente sono una cosa sola.

Lo studio: i ricercatori hanno reclutato 30 adulti in buona costituzione e gli hanno chiesto di immaginare tutti i giorni di flettere il dito mignolo. I soggetti dovevano svolgere il compito con la massima concentrazione per 15 minuti al giorno, 5 giorni alla settimana per un totale di 12 settimane.

Risultati: la forza del mignolo dei partecipanti era aumentata del 35%…una percentuale davvero notevole.Ma non quanto il risultato della scansione cerebrale la quale indicava che l’area frontale (cioè quella deputata al movimento) era diventata molto più attiva.

Insomma la ginnastica mentale funziona per davvero 😉

Ma i ricercatori sono rimasti con i piedi per terra e non hanno giustificato l’accaduto in modo troppo avventato.Ma hanno attribuito l’aumento di forza ad una sorta di agevolazione neuronale fra il cervello e i muscoli che muovono il dito mignolo. Praticamente quando alleni una certa funzione cerebrale è come se creassi nuove strade che portano tutte nella stessa direzione…

Quando apprendi nuove cose il tuo cervello “si muove”,si creano nuove connessioni, regioni di neuroni si uniscono per formare complessissime reti che connettono significati e schemi muscolari. Il cervello è come un muscolo più ti alleni a fare una determinata cosa è più quella zona dell’encefalo diventerà “brava” nel farlo. Al contrario se non la utilizzi la perdi…

e dove pensi che finisca il tuo cervello? nella tua testa?

No…i fasci di neuroni si estendono dalla tua testa già fino alla punta dei tuoi piedi. Tu sei una cosa sola con il tuo cervello…mente e corpo…è per questo che sono certo che più avanzerà la conoscenza in questo campo e più vedremo ricerche sorprendenti.

Una ricerca sorprendente pare che sia stata effettuata con il body building, in cui alcuni volontari hanno “solo”immaginato di svolgere la “loro tabella” mentalmente e ne hanno poi raccolti i frutti. Per ora non ho rifermenti specifici da mostrarti…per cui mi aspetto che prima o poi vengano fuori i risultati di questo affascinante esperimento.

Fammi sapere che cosa ne pensi, lasciami un commento qui sotto e se vuoi seguire il mio blog tutti i giorni iscriviti ai miei feed rss e/o seguimi dal tuo account di facebook.

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
“Denaro e premi per alzare la motivazione?”
Auto-controllo: “Come resistere alle tentazioni e liberarsi dalle vecchie abitudini”
“Come motivarsi a raggiungere gli obiettivi…scientificamente” ;-)
20 Secondi per apprendere nuove abitudini e nuove abilità
9 Commenti
  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Alessandro,

    anche i casi di cui hai parlato tu dimostrano che abbiamo delle risorse che confermano quanto la mente possa influenzare il corpo..

    Mi raccomando fammi sapere i tuoi risultati 🙂

    Genna

  • Alessandro Cosimetti
    Rispondi

    Credo che ognuno di noi abbia sentito parlare di persone capaci di reclutare un'incredibile forza in momenti di assoluta necessità (di solito in caso di rischio di morte).

    Lo riteniamo un evento inedito forse perché come al solito compiamo determinate "gesta" senza un vero comando da parte nostra.

    Ultimamente sto eseguendo una variante dell'esperimento in corso con il bodybuilding.

    Ogni contrazione, enfatizzo il "pompaggio" sia fisicamente che mentalmente.

    Staremo a vedere i risultati e le sensazioni.

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Enrica,

    si è sempre mia responsabilità 😉 cioè non avendo l'account a certe riviste scientifiche (ancora per poco)non posso vedere esattamente come vengono svolte le ricerche…ma ti assicuro che questa è "serissima", per cui credo che abbiano preso tutte le misure del caso.

    Enrica i tuoi studi sono ultra interessanti e non vedo l'ora di vedere i risultati o comunque come proseguiranno i tuoi studi…

    X Andrea: mi sono dimenticato di ringraziarti ;-P anche perchè ci si vede così spesso che…la conoscenza toglie la riverenza 🙂
    Grazie…

    Genna

  • Non è chiaro in questo tipo di esperimenti (che affascinano pure me) quanto la concentrazione mentale sull'esercizio non si trasformi poi in una vera e propria stimolazione muscolare.
    In altre parole: se immagino e mi concentro, quanto realmente i muscoli si contraggono?
    Un'EMG continua ci darebbe la risposta, ma non è fattibile.

    Ad Andrea Diana mi permetto di rispondere che se si concentra sull'essere magro, quasi in forma ipnotica, anche il metabolismo energetico se ne avvantaggia.

    Sto con calma portando avanti dei piccoli esperimenti con l'Holter metabolico che me lo confermano. Sono fatti usando un tapis roulant ed una camminata a 4 Kg ora.

    Un conto è il consumo metabolico mantenendo questo ritmo senza alcun tipo di concentrazione (svogliatamente). Un conto è mantenere questo ritmo ripetendosi "ipnoticamente" sono magra, cammino da magra, vivo emozioni da magra, ecc . ecc.

    Ed i numeri parlano chiaro anche se non sono sufficienti per avere "conferme scientifiche".

    Enrica

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Manny,

    anche io l'ho fatta per un pò di anni…quante botte ;-)))

    si…tutti quelli che andranno in questo senso verrano assolutamente pubblicati, anzi invito te e gli altri lettori a segnalarmi articoli (seri) su questo tema.

    Grazie
    Genna

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Raffaele,

    di certo non vogliono sostituirsi alla ginnastica canonica, che ha molti benefici…oltre quello di incrementare la forza.

    Per me questi sono studi davvero importanti, perchè? perchè ci stiamo sempre più avvicinando alla conferma sperimentale che corpo e mente sono una cosa sola 😉 …e guarda un pò…se ne alleni uno si sviluppa anche l'altro…e viceversa…

  • Interessantissimo questo articolo, sopratutto per me che faccio muay thai…Sarebbe bello se ne pubblicassi altri, così da avere anche un miglioramento oltre personale anche marziale XD

  • Dato che sono un po' pigro, mi piacerebbe poter fare solo "ginnastica mentale" ottenendo risultati concreti 🙂 .
    Tuttavia in teoria considero validi questi esperimenti, ma in pratica non riesco a crederci e mi riesce difficile mantenere la concentrazione necessaria.

  • Ciao Genna,
    sai che in questo periodo sono molto affascinato dall'argomento "salute fisica"…
    Grazie a RD ho ottenuto risultati sicuramente due volte maggiori (se non di più) di quelli che ha ottenuto un amico che faceva le stesse tabelle con me. E' naturale che non li si possono prendere come una "conferma scientifica" dell'efficacia del rilassamento (anche perché di conferme ce ne sono già a gogo 😉
    Ora mi sto focalizzando sul "regime alimentare" (e anche su questo argomento mi hai sentito blaterare abbastanza..)
    Vorrei "accelerare" i miei processi metabolici senza modificare la mia dieta, ma forse devo calibrare meglio i miei "comandi"… o forse devo bere meno birra? 😀
    Buona giornata e buon lavoro a Mantova!

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK