Richard Wiseman: attenzione e fortuna

Ciao,

abbiamo visto molte volte gli incredibili esperimenti  svolti da uno dei professori di psicologia, più atipici al mondo;-) Fra questi abbiamo anche visto come Wiseman utilizzi ad arte il web per svolgere le sue ricerche sul paranormale. Oggi ti parlo di “attenzione” ma non voglio svelarti troppo…prima guarda il video…

Hai visto il video? hai notato tutti cambi di colore? io no..certo, qualcosa mi diceva che “non era tutto apposto”ma gli specifici cambi me li sono persi completamente.Questo esperimento è molto simile al famosissimo video “del gorilla“…ricordi?

Wiseman ha svolto molti studi sulla attenzione, ma il vero oggetto di indagine era “la fortuna” e anzi…le persone che si ritengono fortunate. Infatti Wiseman ha studiato ampi campioni di persone che si “sentono fortunate” e persone che si sentono “sfortunate” isolando i diversi fattori psicologici che ne determinano una vera differenza…

Fra i diversi fattori, Wiseman, ha notato che, chi si ritienefortunato riesce con facilità a distaccare la propriaattenzione per notare “le occasioni che capitano” intorno.Quindi se hai notato il cambiamento dei colori, significache “o eri distratto” oppure sei tendenzialmente unapersona più fortunata.

In uno dei suoi esperimenti più famosi Wiseman faceva leggere un giornale ai due gruppi (fortunati Vs sfortunati)con il compito di contare quante foto fossero presenti.Gli “sfortunati” impiegavano mediamente 2 minuti, mentre i “fortunati” meno di 20 secondi…perché?

perché, nella seconda pagina del giornale, c’era una scritta a caratteri cubitali che diceva “smettila di contare, le foto sono 145, dillo allo sperimentatore”. I soggetti che si ritengono “sfortunati” sono ciechi a questo messaggio perché esageratamente concentrati…mentre i fortunati lo leggevano e terminavano velocemente il compito.

Wiseman ha svolto numerose prove divertenti, tutte simili a questa. Mettendo anche in palio cifre di denaro.I risultati sono stati sempre simili: chi si ritiene fortunato è in grado di “guardarsi attorno”, staccando l’attenzione per poter notare le “opportunità che la vita offre”.

Uno dei modi più semplici per allenare a “staccare il focus attentivo” (la tua attenzione) è quello di apprendere come il diventare più presente attraverso la meditazione chi riesce a stare tranquillo è in grado di cogliere maggiormente le opportunità della vitae di conseguenza essere e sentirsi più fortunato 😉

Fammi sapere che cosa ne pensi! lascia un commento qui sotto e se non lo hai ancora fatto abbonati gratuitamente ai miei feed rss e seguimi da facebook.

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
“Cambiamento editoriale di psinel”
Metoreopatia: Il Tempo quanto influenza il comportamento?
Certezza Vs Incertezza: Come imparare ad amare l’incertezza della vita
La SCRITTURA Espressiva: come trasformare il “Diario” in uno strumento di “Consapevolezza”
4 Commenti
  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Patrizia,

    si esistono molti modi per migliorare questo aspetto e non ti nascondo che uno di questi è applicare le tecniche contenute in Rilassamento Dinamico 😉

    Grazie
    Genna

  • Ciao sono Patrizia, evviva ho capito perchè la mia attenzione fa buchi da tutte le parti! Pensavo di avere più sviluppati altri sensi e in effetti è: percezione ecc. La memoria nè visiva, nè tattile, nè niente. Se parlo con qualcuno non vedo che vestito ha o se una apartamento ha la porta blu o marrone. La cosa mi ha sempre lasciato perplessa ma mi preoccupo. Visto che esiste questa possibilitàe che forse si può un po' rimediare ripeto evviva! Sono anni che "cerco" tutte le tattiche per rilassarmi, dal mantra alla meditazione ma….ci sono resistenze. Grazie mi impegnerò a fondo, lrggerò i post passati (perchè non è molto che sono iscritta)Buone Vacanze!

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Moreno,

    io li ho notati solo perchè in parte me li aspettavo 😉

    Grazie
    Genna

  • Mi sa che devi aumentare il mio stato di rilassamento … non ho notato nessuna cambiamento di colore, anche se, in "lontananza" ho avvertito qualcosa di "strano".

    Gran bel post Genna. 🙂

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK