Sviluppo Personale: il multitasking … come fare più cose contemporaneamente

Ciao,

puoi davvero imparare a fare due cose simultaneamente?la ricerca confermerebbe la nostra capacità multitasking,cioè di compiere più compiti nello stesso momento,un bel passo avanti per il tuo sviluppo personale…

Bhe…in raltà c’è poco da stupirsi si potrebbe obiettare,tutte le funzioni fisiologiche sono inconsapevoli cosìcome la maggior parte della attività psichica. Nellostudio che vedrai qui sotto, si parla di funzionicognitive complesse come leggere e scrivere…

Elizabeth Spelke e collaboratori hanno voluto testare lacapacità umana di multitasking sottoponendo due soggettiad un training per apprendere a leggere e a scriverecontemporaneamente. Il training aveva la durata di 16 settimane.

Le prestazioni dei due volontari, Diane e John, erano statevalutate prima del training per poterle poi confrontare.L’ addestramento era suddiviso in 3 Fasi:

Fase 1: Leggere e scrivere simultaneamente

I due soggetti dovevano leggere brevi racconti e, nellostesso tempo scrivere la storia…un “auto-dettato”. Altermine del compito la loro comprensione e quello cheavevano scritto venivano confrontati.

Chiaramente nelle prime prove entrambi non ricordavanola storia o erano riusciti a scrivere solo poche parole. Madopo 6 settimane di training la loro velocità era simile aquella che si ottiene quando si legge o si scrive :-O

2° Fase: Rilevare strutture di “sotto-liste”:

I ricercatori, durante l’arco dell’ addestramentohanno testato la consapevolezza dei soggetti nel loro”auto-dettato”. Per farlo hanno nascosto, le parolesalienti dei brevi racconti all’interno di storie diversee più lunghe…

…lo scopo della Spelke era vedere se i soggetti sarebberoriusciti a riconoscerle durante l’auto- dettato. Anche quiinizialmente il compito si è presentato essere difficoltoso,ma dopo poche ripetizioni iniziavano a riconoscerli…seppur con una percentuale di 2/3 di parole riconosciute.

Fase 3: Leggere mentre categorizzi le parole

In questo ultimo compito ai due soggetti è stato chiesto dicontinuare l’auto-dettato ma invece di trascrivere quelloche stavano leggendo, di scrivere solo le categorie diappartenenza dei singoli concetti.

Ancora una volta la velocità della lettura era influenzatadal nuovo compito, ma dopo poche ripetizioni i soggettierano in grado di fare tutto ad una “velocità normale”.

Dopo 16 settimane, Daiane e John, leggevano ecategorizzavano le parole perfettamente..e confrontandole loro prestazioni con il pre-test effettuato prima deltraining, la loro velocità era pressochè identica…Ma quetso che cosa significa?

Non tutti i ricercatori sono concordi nel confermare chele menti dei soggetti fossero realmente multitasking…ci sono diverse obiezioni:

– Uno dei compiti è diventato automatico cioè inconscio.

– Alcune persone affermano che il compito è troppo facile..

– I soggetti sono stati addestrati a spostare l’attenzionemolto velocemente. Quindi nessun multitasking, mavelocità nello spostare il fuoco attentivo.

– Due persone sono un campione irrisorio.

Tutte queste obiezioni sono plausibile, ma questo nontoglie il fatto che, con il giusto addestramento l’uomo èin grado di apprendere sequenze complessissime edagire “come se” potesse fare più compiti assieme…

se ci pensi quando guidi stai facendo moltissimi compiticontemporaneamente…eppure pochi ci fanno caso,tranne gli psicologi cognitivi che adorano studiare laguida, proprio per la sua estrema complessità.

E tu che cosa ne pensi? Riesci a svolgere più compitinello stesso momento? Fammelo sapere lasciandomi uncommento e se non lo hai ancora fatto iscriviti ai miei feed.

A prestoGenna

Ps. Ti auguro un felice e festoso 1° Maggio…oggi il tuomultitasking sarà mangiare e contemporaneamentedivertirti con amici e parenti ;-))

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Psicologia: sedotto e… abbandonata ;-)
Intelligenza Emotiva: “trattenere le emozioni positive”
Apprendimento Efficace: L’Importanza delle Pause durante l’apprendimento
Comunicazione Efficace: un potente esercizio PaRaVeRbAlE ;-)
2 Commenti
  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Ester,

    si…sei stata molto chiara, è anche vero che le donne sono maggiormente multitasking rispetto agli uomini..

    …tutta colpa del “corpo calloso” che voi avete migliore e più efficiente…

    Ho visto che mi hai mandato più commenti…GRAZIE 1000…purtroppo ti risponderò con il contagoccie…perchè sono a Mantova e sto scrivendo con il cellulare (un vero patema ;-))

    Grazie Mille
    Genna

  • Ciao Genna,
    bello questo articolo, come tutti gli altri del resto!
    Io credo che l’uomo sia un soggetto adattabile, è solo questione di esercizio. Viste le innegabili ed elevate risorse del cervello, mi sembra “normale” che con l’esercitazionesi possano fare diverse attività contemporaneamente. Poi se c’è interesse, allora siamo ingrado di farlo anche se nonsiamo allenati.
    A me per esempio, quando lavoravo coi rgazzini, veniva molto facile colloquiare con uno di loro e contemporaneamente seguire la conversazione fra altri due poco distanti. Anzi lo facevo di proposito quando si verificavano delle situazioni di attrito nel gruppo: di solito quelli più affiatati tra loro si scambiavano i pareri che molto probabilmente non avrebbero condiviso con me, così io mi mettevo a parlare con un terzo abbastanza lontano ma sufficentemente vicino per sentire i discorsi dei primi, così riuscivo a comprendere più a fondo la motivazione che aveva provocato il caos.
    Non so se sono stata chiara…

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK